Politica italiana e internazionale da bar

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 22545
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 28 gen 2020, 11:21

Consulente ha scritto:
28 gen 2020, 10:57
@Garry & @jpr

Ok ragazzi, finiamola li', immagino che abbiate le vostre buone ragioni per difendere interessi che non sono i vostri ed auspicare di farvi del male da soli. O forse non ve ne rendete conto, non so.
Io sto' da un'altra parte e la maggioranza del paese sta, lentamente purtroppo, arrivando da me.
Niente di personale e buona fortuna.
A parte il fatto che discutere di politica significa proprio confrontare idee diverse, talvolta addirittura opposte, e quindi il "piantiamola lì" solo perchè non la pensiamo come te mi sembra del tutto un fuor d'opera, dicevo, a parte questo trovo un pò fastidioso che tu ci tratti come dei poveri imbecilli che non hanno capito ciò che a te sembra così evidente.
Guarda che potrei dire lo stesso io a contrariis.
Non lo faccio perche mi sembrerebbe un atto di superbia.
E poi questo pensare che se uno non sposa le tue posizioni ci debba necessariamente essere dietro qualcosa di losco francamente è un pò offensivo, quasi quanto prendere del povero imbecille,
Se la maggioranza del paese arriverà da te (cosa probabile) non significherà necessariamente che sei nel giusto, ma solo dalla parte che vince. E' capitato più volte nella storia che vincessero i peggiori, altrimenti non si spiegherebbe perchè il mondo sia messo tanto male.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Ilgorgo
Messaggi: 11033
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Ilgorgo » 28 gen 2020, 11:23

Consulente ha scritto:
28 gen 2020, 10:57
@Garry & @jpr

Ok ragazzi, finiamola li', immagino che abbiate le vostre buone ragioni per difendere interessi che non sono i vostri ed auspicare di farvi del male da soli. O forse non ve ne rendete conto, non so.
Io sto' da un'altra parte e la maggioranza del paese sta, lentamente purtroppo, arrivando da me.
Niente di personale e buona fortuna.
Però dire "finiamola lì" e poi aggiungere "avrete le vostre ragioni per difendere interessi altrui e per voler farvi male da soli, ma magari nemmeno ve ne rendete conto", non mi sembra tanto un "finirla lì". Mi sembra un atteggiamento molto italiano: "dai, ragazzi, non litighiamo, non ha senso litigare con dei poveri stolti come voi...", "chiedo scusa, ma...". Quelle formule di apparente pacificazione ma che non rinunciano a dare la stoccatina finale.
E comunque non mi pare che il paese stia lentamente spostandosi verso le tue posizioni, mi sembra anzi che ci sia un riflusso di allontanamento dalle tue posizioni. Fino a un paio di anni fa l'euro e l'Europa sembravano il diavolo, tantissime persone erano pronte a giurare che una volta usciti dall'Europa o almeno dall'euro tutti i problemi italiani si sarebbero sistemati. Ora grillo ha smesso di parlarne, salvini mi pare ne parli molto meno e così anche la gente sembra essersi dimenticata di quel gigantesco diavolo; ma del resto nel frattempo si è dimenticata anche dei vaccini o del mes, un paio di altri tra i tanti Grandi Mali che i partiti populisti ogni tanto versano nell'abbeveratoio dei propri elettori

Luqa-bis
Messaggi: 5683
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Luqa-bis » 28 gen 2020, 11:26

@ Consulente

Io di problemi base ne vedo due su tutti.

1. QUI, nella civile Europa, 25% del pIL mondiale, 50% del welfare mondiale (dati forniti da Confindustria) il divario tra chi ha e chi non ha negli ultimi 30 anni è aumentato vertiginosamente.
Cambiando si può peggiorare, ma se non si cambia la tendenza sarà la stessa.

2. QUI, nella civile Italia, culla del Rinascimento, madre del Diritto, ventre del Bello scrivere - cittadini e loro prescelti
non sanno scrivere, non sanno leggere, non sanno quasi nulla di scienza , fanno le somme con la calcolatrice, non sanno leggere una cartina (meno male che in USA son peggio) e pontificano di quanto sono ignoranti i giovani.

Io penso che la politica da scegliere sia europeista, ma fortemente riformista, accettando l'onere che a decidere non sia "solo l'italiano per sé", ma l'europeo per sé, ma abolendo tutti i mezzucci lasciati a chi parte da situazioni di vantaggio.
Quindi se abbiamo la stessa moneta dobbiamo armonizzare anche i sistemi previdenziali e fiscali.
È ridicolo che ci siano paradisi fiscali con l'Euro.
E chi ha "ricchezza" deve pensare a sostenere chi ne ha meno come la Lombardia ha fatto (con le sue tasse) verso il Sud a lungo.

Molto naif forse, lo riconosco. e capisco chi ripensa alla lira.
Ma anche qui il dilemma è analogo a quello per un giocatore di calcio
meglio giocare per la UEFA league in serie A , Liga, Premier , Bundesliga
o giocare per lo scudetto in un campionato minore e andare ai preliminari di Champions ?

Perché poi, la Lega con le sue uscite economiche, non è che mi sembra coerente .

Ilgorgo
Messaggi: 11033
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Ilgorgo » 28 gen 2020, 11:30

Ho scritto in semicontemporanea con Jpr, ho detto più o meno le stesse cose

PS: mamma mia che fatica scrivere dei post, devo provarci sei volte prima che il forum lo accetti. Anche a voi continua ad essere letno?

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 22545
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 28 gen 2020, 11:36

Luqa-bis ha scritto:
28 gen 2020, 11:12
Certo che avete messo su un bel tema tra chi dice che la politica guida il popolo e chi il popolo guida la politica.
Si. E sono felice di averlo lanciato. Perchè quasi tutto dipende da quello.
Luqa-bis ha scritto:
28 gen 2020, 11:12
Una domanda.
Il politico dovrebbe essere come il consulente tecnico che ti suggerisce la strategia da utilizzare per perseguire il tuo obiettivo
oppure
dovrebbe essere colui che esegue la strategia che tu hai deciso quale che sia il settore di competenza?
Il politico dovrebbe avere una sua visione della società, di come dovrebbe essere organizzata, di come dovrebbero esserne le strutture e attraverso quali riforme (e manutenzioni, che spesso servono più delle riforme) arrivarci. Dovrebbe saperla proporre e raccogliere il consenso attorno a quella visione e se lo ottiene attuarla.
Oggi il politico che va per la maggiore studia le nevrosi del paese, le coltiva e individua un nemico (i NEGRI, l'EUROPA, le BANCHE) cui attribuirne la colpa e verso il quale indirizzare la rabbia per poi presentarsi come capofila di questo esercito di arrabbiati/impauriti cui propone false soluzioni che alla prova dei fatti falliranno, ma il demagogo convincerà i seguaci che il fallimento è colpa dei nemici cattivi in combutta fra loro per negarci il posto al sole (non so se)
Luqa-bis ha scritto:
28 gen 2020, 11:12
Leggere di tre (3) partiti di ispirazione sinistra radicale che assieme mettono giù meno del 2% , ma corrono lo stesso divisi, fa sorridere amaramente.
Mi sono sempre chiesto cosa spinga queste persone, di norma colte e ben intenzionate, a fare figure così miserevoli e prevedibili.
Incapacità di comprendere la realtà?
Vanità personale?
Snobismo culturale minoritario?
Qualche piccolo vantaggio (rimborsi, finanziamenti raccolti)?
Progetto (senza fondamento, ma loro non lo sanno) di "mercanteggiare" un appoggio ai vincitori?
Boh.
Luqa-bis ha scritto:
28 gen 2020, 11:12
Vedere Forza Italia al 2,6% fa quasi venire pietà per il vecchio sessuomane ottuagenario.

Che però si riprende in calabria.
La fascistissima Reggio traina alla vittoria la candidata Forzista.
Molto più equilibrio altrove, con Callipo che vine nella sua area , il Vibonese e nel Crotonese.
Bisognerebbe esaminarne un pò la biografia di questa Jole Santelli.
I suoi anni nello studio di Cesare Previti, ad esempio, a contatto con clientela di quelle parti di provenienza oscura o, al contrario, chiarissima.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

pepe carvalho
Messaggi: 1069
Iscritto il: 10 lug 2011, 21:02
Località: Milano

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da pepe carvalho » 28 gen 2020, 11:41

https://youtu.be/neAzeAAq0hc
Per fare contento zappa, credo che la situazione sia ineluttabile, anche se spero che il mondo si ravveda. Non reggiamo una crescita così.
...And then the harder they come
The harder they'll fall, one and all...
Jimmy Cliff

Pronostichella 2019 8° Nostradamus 2019 3°
Pronostichella 2018 7° Nostradamus 2018 38°
Nostradamus 2017 33°
Nostradamus Special Edition RWC 2015 - I Verdetti
FIJI / VITI - 1° ENGLAND - 1°WALES - 1° POOL A - 1°
FINALE - 6°

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 22545
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 28 gen 2020, 11:44

Luqa-bis ha scritto:
28 gen 2020, 11:26
@ Consulente

Io di problemi base ne vedo due su tutti.

1. QUI, nella civile Europa, 25% del pIL mondiale, 50% del welfare mondiale (dati forniti da Confindustria) il divario tra chi ha e chi non ha negli ultimi 30 anni è aumentato vertiginosamente.
Cambiando si può peggiorare, ma se non si cambia la tendenza sarà la stessa.

2. QUI, nella civile Italia, culla del Rinascimento, madre del Diritto, ventre del Bello scrivere - cittadini e loro prescelti
non sanno scrivere, non sanno leggere, non sanno quasi nulla di scienza , fanno le somme con la calcolatrice, non sanno leggere una cartina (meno male che in USA son peggio) e pontificano di quanto sono ignoranti i giovani.

Io penso che la politica da scegliere sia europeista, ma fortemente riformista, accettando l'onere che a decidere non sia "solo l'italiano per sé", ma l'europeo per sé, ma abolendo tutti i mezzucci lasciati a chi parte da situazioni di vantaggio.
Quindi se abbiamo la stessa moneta dobbiamo armonizzare anche i sistemi previdenziali e fiscali.
È ridicolo che ci siano paradisi fiscali con l'Euro.
E chi ha "ricchezza" deve pensare a sostenere chi ne ha meno come la Lombardia ha fatto (con le sue tasse) verso il Sud a lungo.

Molto naif forse, lo riconosco. e capisco chi ripensa alla lira.
Ma anche qui il dilemma è analogo a quello per un giocatore di calcio
meglio giocare per la UEFA league in serie A , Liga, Premier , Bundesliga
o giocare per lo scudetto in un campionato minore e andare ai preliminari di Champions ?

Perché poi, la Lega con le sue uscite economiche, non è che mi sembra coerente .
So che non si dovrebbe usare l'iperquote, ma è troppo forte la tentazione di riscrivere le stesse cose sillaba per sillaba.
Il difficile è convivere con la consapevolezza che questi sono gli obiettivi, ma che il cammino per arrivarci è lungo, tutto in salita, pieno di buche e con frequenti casi in cui bisogna tornare indietro. E' questo che dà fiato ai contaballe, agli impostori a quelli che usano queste difficoltà (spesso da loro stessi create ad arte) per far saltare tutto.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

zappatalpa
Messaggi: 7346
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 28 gen 2020, 13:55

pepe carvalho ha scritto:
28 gen 2020, 11:41
https://youtu.be/neAzeAAq0hc
Per fare contento zappa, credo che la situazione sia ineluttabile, anche se spero che il mondo si ravveda. Non reggiamo una crescita così.
mamma mia, altro che Bonaccini e Salvini :shock: :shock: grazie, avró gli incubi per mesi! la Nigeria che arriva a 700milioni di abitanti!! dove vanno, a casa dei nostri admin, che saranno disabitate? cosa ne sará di noi e i nostri figli? la consapevolezza incomincia a farsi strada troppo lentamente. bisogna rendersi conto piú in fretta, fare trapelare nella societá questa imminente catastrofe (Congo e Uganda 700 milioni!! che caxxo fanno se non farsi guerra a vicenda giorno e notte??) in modo che possano cristallizzarsi discussioni e idee dentro le unitá sane che compongono la societá, che la gente possa finalmente discutere in profonditá della fatalitá della cosa: tipo: cosa fare quando vogliono venire da noi? potremmo mai essere autosufficienti? chiudere frontiere? mandare giú quelli come i nostri admin in cambio di materie prime? Invece continuiamo a parlare di genderismo, tatuaggi, Wags e Christiano Ronaldo. Abbiamo un ministro degli esteri che é piú preparato un venditore di bibite allo stadio.
Forse faccio in tempo a vedere la societá assediata di cui parla Galimberti, ma non sará come penso io, piú probabilmente un Namibia - AllBlacks giocata con il sangue agli occhi da quest'ultimi. E noi ovviamente siamo il Namibia.

zappatalpa
Messaggi: 7346
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 28 gen 2020, 13:59

pepe carvalho ha scritto:
28 gen 2020, 11:41
https://youtu.be/neAzeAAq0hc
Per fare contento zappa, credo che la situazione sia ineluttabile, anche se spero che il mondo si ravveda. Non reggiamo una crescita così.
by the way: cosa vuol dire "ravvedersi"? cosa speri, che in Congo facciano Friday for future? Che ci siano i jpr negher ad abbassare il abbassare il testosterone agli africani sui forum di www.rugby.ug e www.rugby.madagascar, mentre sull'altro monitor hanno aperto le quotazioni del cobalto da vendere ai cinesi?
O pensi che si ravvedano, leggendo i lebri dei socialisti africani? Dimmi un tuo scenario, forza

Garry
Messaggi: 11433
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 28 gen 2020, 16:10

pepe carvalho ha scritto:
28 gen 2020, 11:41
https://youtu.be/neAzeAAq0hc
Per fare contento zappa, credo che la situazione sia ineluttabile, anche se spero che il mondo si ravveda. Non reggiamo una crescita così.
Credo che da questo punto di vista gli europei, e soprattutto gli italiani, abbiano la coscienza a posto.
Onestamente meno di così non ci possiamo riprodurre, non possono chiederci di più, altrimenti a Natale a Parma chi è che preparerebbe più gli anolén?
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo, mentre, per contro, persone davvero competenti tendono a sminuire o sottovalutare la propria reale competenza. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.

zappatalpa
Messaggi: 7346
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 28 gen 2020, 16:34

la coscienza!! :twisted:

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 22545
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da jpr williams » 28 gen 2020, 18:11

Garry ha scritto:
28 gen 2020, 16:10
pepe carvalho ha scritto:
28 gen 2020, 11:41
https://youtu.be/neAzeAAq0hc
Per fare contento zappa, credo che la situazione sia ineluttabile, anche se spero che il mondo si ravveda. Non reggiamo una crescita così.
Credo che da questo punto di vista gli europei, e soprattutto gli italiani, abbiano la coscienza a posto.
Onestamente meno di così non ci possiamo riprodurre, non possono chiederci di più, altrimenti a Natale a Parma chi è che preparerebbe più gli anolén?
Conoscevo quel filmato e vederlo mi fa lo stesso effetto di un film horror. Soprattutto vedere come aumenta il ritmo dal secondo dopoguerra in poi è angosciante.
Naturalmente ad angosciarmi è il numero in basso a destra; a me le lineete colorate a sinistra importano nulla.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

pepe carvalho
Messaggi: 1069
Iscritto il: 10 lug 2011, 21:02
Località: Milano

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da pepe carvalho » 28 gen 2020, 18:16

Caro zappa, io credo che il miglioramento delle condizioni economiche sia uno degli stimoli alla diminuzione della natalità, la necessità di garantire un futuro migliore per i figli di solito fa in modo di farne meno. Nelle società economicamente arretrate, dove le disuguaglianze sono particolarmente evidenti si fanno più figli per metterli a lavorare e mantenere la famiglia, i fattori culturali passano in secondo piano rispetto alle esigenze economiche. Per questo credo, che nelle società economicamente più avanzate si renda a fare meno figli. Mi sembra un processo ineluttabile.
...And then the harder they come
The harder they'll fall, one and all...
Jimmy Cliff

Pronostichella 2019 8° Nostradamus 2019 3°
Pronostichella 2018 7° Nostradamus 2018 38°
Nostradamus 2017 33°
Nostradamus Special Edition RWC 2015 - I Verdetti
FIJI / VITI - 1° ENGLAND - 1°WALES - 1° POOL A - 1°
FINALE - 6°

Garry
Messaggi: 11433
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 28 gen 2020, 18:21

Com'è che a metà '800 la Cina perde 50 milioni di abitanti?
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo, mentre, per contro, persone davvero competenti tendono a sminuire o sottovalutare la propria reale competenza. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.

Garry
Messaggi: 11433
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 28 gen 2020, 18:28

Soluzione: FAMILY PLANNIG

Anche questo è abbastanza angosciante:
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo, mentre, per contro, persone davvero competenti tendono a sminuire o sottovalutare la propria reale competenza. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”