Serie A 2018/19

Moderatore: ale.com

ENDURISTA
Messaggi: 1031
Iscritto il: 11 set 2008, 9:25
Località: noceto

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da ENDURISTA » 30 mag 2019, 11:47

geovale ha scritto:
Certo sarebbe bastato che il Noceto vincesse con l'Accademia la famosa partita del cambio di superficie e tante polemiche non ci sarebbero state.
Non sono direttamente interessato ma da affezionato a questo campionato spiace vederlo così svilito...al rango di un torneo scolastico...male organizzato...
Geovale, noi ci abbiamo provato, ma ci è andata male. Non voglio rinfocolare polemiche, ma sicuramente tutta questa fase è stata gestita male e, personalmente, alcune cose mi hanno lasciato perplesso.Noi abbiamo affrontato l'Accodemia a pieno organico e il Piacenza no, già questo non è corretto. La FIR ha ammesso l'errore, cosa inusuale per loro, ma non dimentichiamoci che le elezioni si avvicinano e bisogna dare l'impressione di essere umani.
4 Ruote spostano un corpo....ma due muovono l' anima

acarraro306
Messaggi: 502
Iscritto il: 9 giu 2008, 11:22
Località: Altichiero

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da acarraro306 » 30 mag 2019, 16:04

Big5 ha scritto:Il Top12 deve essere al servizio delle franchigie e di conseguenza della nazionale, logicamente con un giusto ritorno alle società.
Me l'ero persa questa perla . che l'autore sia Ascione in persona? :D
Per tua informazione , senza i club , il rugby in Italia - ma anche altrove - semplicemente NON ESISTEREBBE , questa non è l'Atletica , il triathlon dove con 2 o3 gruppi militari puoi ottenere risultati decenti.

Già da noi abbiamo l'eccezione in tutte le prime 14 del ranking di avere una Federazione che pretende di essere UNICA nella formazione dei giovani di "alto livello" , perché in tutte quelle che sono davanti a noi i giovani crescono nelle società , nei club o franchigie , giocano fra di loro in campionati strutturati o tornei di college o universitari .
Trovatemi nel mondo un altra Accademia Francescato che gioca in un campionato senior !

Ma , dimenticavo , i brillantissimi risultati degli ultimi anni confermano che siamo noi nel giusto e tutti gli altri sbagliano ?

geovale
Messaggi: 606
Iscritto il: 9 feb 2010, 12:51

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da geovale » 30 mag 2019, 16:21

acarraro306 ha scritto:
Big5 ha scritto:Il Top12 deve essere al servizio delle franchigie e di conseguenza della nazionale, logicamente con un giusto ritorno alle società.
Me l'ero persa questa perla . che l'autore sia Ascione in persona? :D
Per tua informazione , senza i club , il rugby in Italia - ma anche altrove - semplicemente NON ESISTEREBBE , questa non è l'Atletica , il triathlon dove con 2 o3 gruppi militari puoi ottenere risultati decenti.

Già da noi abbiamo l'eccezione in tutte le prime 14 del ranking di avere una Federazione che pretende di essere UNICA nella formazione dei giovani di "alto livello" , perché in tutte quelle che sono davanti a noi i giovani crescono nelle società , nei club o franchigie , giocano fra di loro in campionati strutturati o tornei di college o universitari .
Trovatemi nel mondo un altra Accademia Francescato che gioca in un campionato senior !

Ma , dimenticavo , i brillantissimi risultati degli ultimi anni confermano che siamo noi nel giusto e tutti gli altri sbagliano ?
sottoscrivo

speartakle
Messaggi: 4387
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da speartakle » 30 mag 2019, 16:42

acarraro306 ha scritto:
Big5 ha scritto:Il Top12 deve essere al servizio delle franchigie e di conseguenza della nazionale, logicamente con un giusto ritorno alle società.
Me l'ero persa questa perla . che l'autore sia Ascione in persona? :D
Per tua informazione , senza i club , il rugby in Italia - ma anche altrove - semplicemente NON ESISTEREBBE , questa non è l'Atletica , il triathlon dove con 2 o3 gruppi militari puoi ottenere risultati decenti.

Già da noi abbiamo l'eccezione in tutte le prime 14 del ranking di avere una Federazione che pretende di essere UNICA nella formazione dei giovani di "alto livello" , perché in tutte quelle che sono davanti a noi i giovani crescono nelle società , nei club o franchigie , giocano fra di loro in campionati strutturati o tornei di college o universitari .
Trovatemi nel mondo un altra Accademia Francescato che gioca in un campionato senior !

Ma , dimenticavo , i brillantissimi risultati degli ultimi anni confermano che siamo noi nel giusto e tutti gli altri sbagliano ?
l'accademia esiste perchè non ci sono le Accademie legate alle Franchigie.
Dove quando c'erano i club con i soldi era più facile che una squadra fosse composta per il 70% da stranieri ed oriundi che da italiani formati dai club.

Anche a me piacerebbe che i club mettessero in piedi delle strutture di formazione dalla u16-u18 coi contro cazz per poter vedere almeno un campionato nazionale decente poi in u18 ma
a) non hanno le risorse e
b) se ce le avessero anche fornite dalla Fir vorrei che fossero obbligati per statuto a spenderle solo per strutture, formazione, materiali, tecnici/staff, appena ci pagano un giocatore straniero le inchiappetterei a fuoco.

Big5
Messaggi: 325
Iscritto il: 18 mar 2016, 17:44

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da Big5 » 30 mag 2019, 21:42

acarraro306 ha scritto:
Big5 ha scritto:Il Top12 deve essere al servizio delle franchigie e di conseguenza della nazionale, logicamente con un giusto ritorno alle società.
Me l'ero persa questa perla . che l'autore sia Ascione in persona? :D
Per tua informazione , senza i club , il rugby in Italia - ma anche altrove - semplicemente NON ESISTEREBBE , questa non è l'Atletica , il triathlon dove con 2 o3 gruppi militari puoi ottenere risultati decenti.

Già da noi abbiamo l'eccezione in tutte le prime 14 del ranking di avere una Federazione che pretende di essere UNICA nella formazione dei giovani di "alto livello" , perché in tutte quelle che sono davanti a noi i giovani crescono nelle società , nei club o franchigie , giocano fra di loro in campionati strutturati o tornei di college o universitari .
Trovatemi nel mondo un altra Accademia Francescato che gioca in un campionato senior !

Ma , dimenticavo , i brillantissimi risultati degli ultimi anni confermano che siamo noi nel giusto e tutti gli altri sbagliano ?
Purtroppo per te non sono Francesco Ascione :D :D :D :D
il mio concetto, che forse non piace, è identico a quello che viene applicato all'estero (Irlanda, Scozia, Galles, South Africa, NZ, Australia) e cioè che le franchigie vengono alimentate da giocatori del campionato domestico, logicamente le squadre del campionato nazionale hanno ritorni economici e supporti tecnici da parte delle Federazioni e delle Franchigie.
In Italia questo non accade per motivi perlopiù politici e di interessi di bassa lega. Concordo sul fatto che il percorso dei giovani da noi sia falsato e produca pochi risultati, personalmente obbligherei almeno le squadre di Top 12 a partecipare ad un Campionato Under 20 con calendario identico alle prime squadre.

Garry
Messaggi: 12802
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da Garry » 30 mag 2019, 22:51

Qui però escono le perle più preziose, più luminose.
Il rugby in Italia non esisterebbe senza i club.
Il rugby non esisterebbe anche senza la federazione, i club non esisterebbero senza i giocatori, i giocatori non combinerebbero nulla senza allenatori e dirigenti, e così via...

Conoscete il discorso di Menenio Agrippa? Evidentemente qualcuno non lo conosce
"La vera bontà dell'uomo si può manifestare in tutta purezza e libertà solo nei confronti di chi non rappresenta alcuna forza.
Il vero esame morale dell'umanità, l'esame fondamentale (posto così in profondità da sfuggire al nostro sguardo), è il suo rapporto con coloro che sono alla sua mercé: gli animali. E qui sta il fondamentale fallimento dell'uomo, tanto fondamentale che da esso derivano tutti gli altri" (Milan Kundera)

Avatar utente
esseapostrofo
Messaggi: 2554
Iscritto il: 28 lug 2004, 0:00
Località: Bo

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da esseapostrofo » 31 mag 2019, 11:09

Garry ha scritto:Qui però escono le perle più preziose, più luminose.
Il rugby in Italia non esisterebbe senza i club.
Il rugby non esisterebbe anche senza la federazione, i club non esisterebbero senza i giocatori, i giocatori non combinerebbero nulla senza allenatori e dirigenti, e così via...

Conoscete il discorso di Menenio Agrippa? Evidentemente qualcuno non lo conosce
"Le membra che s'erano ribellate contro lo stomaco con danno di tutto il corpo rappresentavano, nell'apologo, i plebei in lotta con i patrizî, mentre soltanto dalla concordia poteva derivare il benessere. I plebei, prima di rientrare, avrebbero ottenuto l'istituzione dei tribuni della plebe... "
...non riuscirete mai a farmi dire cose serie.....neppure sotto tortura... http://www.bolognarugby1928.it

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 23505
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da jpr williams » 31 mag 2019, 11:41

Un corpo non può stare senza uno stomaco.
Verissimo.
Ma è anche vero che una testa non serve a nulla senza il resto che sta sotto.
Il concetto di "servizio" è sbagliato, inutile e dannoso. E anche offensivo. E anche presuntuoso. E anche prepotente.
I club di base sono fondamentali perchè avvicinano i talenti al rugby, l'Accademia è fondamentale perchè trasforma dei talenti in giocatori di rugby, il TOP12 è fondamentale perchè trasforma dei giocatori di rugby in professionisti, le franchigie sono fondamentali perchè trasformano dei professionisti in professionisti di livello internazionale. Sopra c'è la nazionale.
Questa è la filiera e in una filiera tutti sono fondamentali e tutti collaborano.
E nessuno fa lo sguattero di nessun altro. E le esigenze di tutti vanno rispettate, altrimenti la catena si spezza.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Luqa-bis
Messaggi: 5904
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da Luqa-bis » 31 mag 2019, 11:49

Il discorso fatto tra

Accademia federale
Accademie di franchigia
Giovanili societarie

è stato dibattuto a lungo.

A me non dispiacerebbe vedere un campionato U21 formato dalle squadre delle società che hanno dato luogo a quello U18 Elite, ovvero un campionato con 4 gironi da 10 squadre.

Ma pongo alcune domande:

1. Quante società di Top12 e Serie A sarebbero disposte a sostenere l'obbligo?
2. Quante riuscirebbero ad avere una rosa di 35-40 atleti di formazione italiana (perché se si cominciano a mettere stranieri nella U21...
3. Quale sarebbe il dispendio economico necessario?
4. Quale sarebbe il livello di gioco espresso , l'intensità, l'impegno in mischia e rimessa? Più o meno di quello di una serie A ?
5. Accetterebbero la presenza di squadre federali (una Accademia o le academy della franchigie)?
6. Quando si arriva al mondiale e al 6N , nessun problema con le convocazioni?

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 23505
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da jpr williams » 31 mag 2019, 11:51

Luqa-bis ha scritto:1. Quante società di Top12 e Serie A sarebbero disposte a sostenere l'obbligo?
Una sola. Indovina quale. :-]
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Garry
Messaggi: 12802
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da Garry » 31 mag 2019, 12:23

"Al servizio" non sta bene. Ad alcuni può dare fastidio e creare malintesi.
Ad ogni modo la struttura piramidale con le dovute priorità è l'unico modello che può funzionare, se vogliamo mettere il naso fuori dai nostri confini e non continuare a giocare solo nel nostro cortile. Bisogna considerare numeri dei tesserati e risorse economiche.

Le priorità dovute e tassative. Mi viene da sorridere quando per gli impegni della nazionale leggo che qualcuno scrive "O'Shea convocherà Tizio delle Zebre per non depauperare troppo il Benetton che ha un impegno importante in Pro14"
Non funziona così. Non deve funzionare così

A maggior ragione se, scendendo un gradino nella filiera, una franchigia chiede un giocatore che è stato formato in Accademia
"La vera bontà dell'uomo si può manifestare in tutta purezza e libertà solo nei confronti di chi non rappresenta alcuna forza.
Il vero esame morale dell'umanità, l'esame fondamentale (posto così in profondità da sfuggire al nostro sguardo), è il suo rapporto con coloro che sono alla sua mercé: gli animali. E qui sta il fondamentale fallimento dell'uomo, tanto fondamentale che da esso derivano tutti gli altri" (Milan Kundera)

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 23505
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da jpr williams » 31 mag 2019, 12:24

Ok, e la squadra di TOP12 a chi chiede?
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Garry
Messaggi: 12802
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da Garry » 31 mag 2019, 12:26

jpr williams ha scritto:Ok, e la squadra di TOP12 a chi chiede?
La squadra di Top12 chiede all'Academia, al proprio vivaio (se ne ha uno) eccetera, come è sempre stato
"La vera bontà dell'uomo si può manifestare in tutta purezza e libertà solo nei confronti di chi non rappresenta alcuna forza.
Il vero esame morale dell'umanità, l'esame fondamentale (posto così in profondità da sfuggire al nostro sguardo), è il suo rapporto con coloro che sono alla sua mercé: gli animali. E qui sta il fondamentale fallimento dell'uomo, tanto fondamentale che da esso derivano tutti gli altri" (Milan Kundera)

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 23505
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da jpr williams » 31 mag 2019, 12:31

Dubito che la squadra di TOP12 possa pescare dei simil permit dall'Accademia.
Come detto più volte basterebbe fermare i campionati quando gioca la nazionale, come si fa in tutti gli sport professionistici, visto che sto professionismo ci piace tanto.
Vista ancora giocare la serie A quando gioca la nazionale di calcio?
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Garry
Messaggi: 12802
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Serie A 2018/19

Messaggio da Garry » 31 mag 2019, 12:37

I permit non ci possono essere in Top12, pena la rivolta dei poveri.
Una società che non tollera di dover prestare i giocatori nel corso del campionato ha uno strumento potentissimo per difendersi: non tesserare nazionali under 20 o giocatori dell'Accademia.
Se lo facessero tutte e 12 le società, sicuramente la FIR cambierebbe qualcosa, ma non lo faranno perché gli euri fanno comodo a tutti
"La vera bontà dell'uomo si può manifestare in tutta purezza e libertà solo nei confronti di chi non rappresenta alcuna forza.
Il vero esame morale dell'umanità, l'esame fondamentale (posto così in profondità da sfuggire al nostro sguardo), è il suo rapporto con coloro che sono alla sua mercé: gli animali. E qui sta il fondamentale fallimento dell'uomo, tanto fondamentale che da esso derivano tutti gli altri" (Milan Kundera)

Rispondi

Torna a “Stagione 2018/2019”