La Coppa in Italia, un giorno?

Moderatore: jpr williams

Consulente
Messaggi: 1541
Iscritto il: 21 nov 2009, 17:01

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Consulente » 14 ott 2019, 18:30

Hai per caso qualche libro sche is possa leggere sull'argomento?

italicbold
Messaggi: 717
Iscritto il: 15 dic 2008, 17:10

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da italicbold » 14 ott 2019, 18:33

Guarda, questo é il primo che mi viene in mente.
Immagine

Man of the moment
Messaggi: 1468
Iscritto il: 19 feb 2018, 18:01

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Man of the moment » 14 ott 2019, 19:01

italicbold ha scritto:
14 ott 2019, 18:33
Guarda, questo é il primo che mi viene in mente.
Immagine
Tra l'altro si direbbe l'autore sia anche un esperto du rugby XD

italicbold
Messaggi: 717
Iscritto il: 15 dic 2008, 17:10

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da italicbold » 14 ott 2019, 19:04

:rotfl:

Avatar utente
Big Lebowski
Messaggi: 3346
Iscritto il: 9 mag 2015, 8:45
Località: Thiene (VI)

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Big Lebowski » 14 ott 2019, 21:44

italicbold ha scritto:
14 ott 2019, 17:38
Luqa-bis ha scritto:
14 ott 2019, 17:27
Beh, come al solito- buttate giù voi qualcosa. I neozelandesi hanno valutato oltre 200 proposte per poi fare iuna selezione tra 10-12 , fare la finale e poi non scegliere il vincente
Non é perché lo hanno fatto in Nuova Zelanda che la cosa diventa subito giusta.
Resta una porcata.
Fare loghi é un mestiere. Per farli non "si butta giù niente". Non é un concorso per piccoli fans.
Lavorare sull'identità grafica di un'azienda, o una manifestazione, comporta capacità, competenze, qualità e talento. E sono aspetti che vanno pagati.
Se proprio si vuole fare una gara, si fa un bando (come accade per tutte la gare di appalto del mondo) nel quale vengono richieste determinate condizioni e si fa la gara. Con precise garanzie di retribuzione.
Perché, ripeto, fare loghi é un mestiere.
La storia del logo delle olimpiadi Milano Cortina é emblematica. Da quello che si legge sul web sembra che lo abbiano fatto in casa nelle stanze del Coni.
Non se ne conosce l'autore ma sembra che sia qualcuno all'interno della struttura.
E si vede. Perché é brutto e mortifica la qualità del design italiano che ha fatto scuola nel mondo.
Si capisce un po' di più l'origine del tuo nickname :D

Ilgorgo
Messaggi: 11031
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Ilgorgo » 15 ott 2019, 5:57

Ecco finalmente anche la mia proposta. Pensavo che, per alleggerire un po' i costi sulla groppa dell'Italia ma senza far figurare la Francia come diretta organizzatrice (hanno già i Mondiali 2023), si potrebbe coinvolgere i transalpini solo in piccola parte: due sedi a Marsiglia e Lione, dodici partite a loro su quarantotto, così il 25% (o anche il 30%) dei fondi iniziali li metterebbero loro e così si potrebbe presentare la candidatura già per il 2031 (cioè a pur breve distanza da Francia 2023).
Dodici stadi, riportati nella lista sotto: fra parentesi il numero di match ospitati, poi la capienza.
Certo in una lista così rimarrebbero fuori quasi tutto il sud, la Sardegna, Treviso e Rovigo, Venezia, la cittadella del rugby di Parma, la costa adriatica... però occorre fare delle scelte. Nella lista c'è L'Aquila, che avrebbe un po' lo stesso ruolo di Kamaishi: una cittadina che prova a ripartire dopo un grave evento naturale (e speriamo che per allora sia ripartita perché saranno passati 22 anni dal terremoto). Però il Fattori è proprio piccino per un Mondiale, meno di diecimila spettatori.
Ho dato anche un nome alle varie pool. Come mascotte un cavalluccio azzurro (nome: Ivan?), questo ormai è deciso, ne ho parlato anche con Gavazzi e ha detto che non ci sono problemi.
I problemi maggiori forse sarebbero quelli indicati da Fabione64 alla pagina precedente: il Mondiale riuscirebbe a convivere per un mese e mezzo con il calcio nei più grandi stadi d'Italia?

Marsiglia (5) 67.394
Genova (2) 36.599
Firenze (3) 43.147

Torino (2) 41.507/28.177
Lione (5) 59.186
Milano (3) 75.923

Padova (2)18.236
Verona (4) 31.045
Bologna (4) 36.462

Roma (5) 70.634
L’Aquila (2) 9.200
Napoli (3) 54.726

Pool “Verdi”(Milano): NZE, FRA, SCO, SPA, RUS
Pool “Giulietta” (Veneto): WAL, JAP, ARG, SAM, ROM
Pool “Ellis” (Genova): ENG, AUS, FIJ, GEO, URU
Pool “Sordi” (Roma): IRE, SAF, ITA, TNG, USA

Quarti: Lione, Genova, Padova, Roma

Semifinali: Marsiglia, Milano

Finalina: Napoli
Finale: Roma

italicbold
Messaggi: 717
Iscritto il: 15 dic 2008, 17:10

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da italicbold » 15 ott 2019, 8:55

Big Lebowski ha scritto:
14 ott 2019, 21:44
Si capisce un po' di più l'origine del tuo nickname :D
:-]

Avatar utente
Big Lebowski
Messaggi: 3346
Iscritto il: 9 mag 2015, 8:45
Località: Thiene (VI)

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Big Lebowski » 15 ott 2019, 9:15

Ilgorgo ha scritto:
15 ott 2019, 5:57
Ecco finalmente anche la mia proposta. Pensavo che, per alleggerire un po' i costi sulla groppa dell'Italia ma senza far figurare la Francia come diretta organizzatrice (hanno già i Mondiali 2023), si potrebbe coinvolgere i transalpini solo in piccola parte: due sedi a Marsiglia e Lione, dodici partite a loro su quarantotto, così il 25% (o anche il 30%) dei fondi iniziali li metterebbero loro e così si potrebbe presentare la candidatura già per il 2031 (cioè a pur breve distanza da Francia 2023).
Dodici stadi, riportati nella lista sotto: fra parentesi il numero di match ospitati, poi la capienza.
Certo in una lista così rimarrebbero fuori quasi tutto il sud, la Sardegna, Treviso e Rovigo, Venezia, la cittadella del rugby di Parma, la costa adriatica... però occorre fare delle scelte. Nella lista c'è L'Aquila, che avrebbe un po' lo stesso ruolo di Kamaishi: una cittadina che prova a ripartire dopo un grave evento naturale (e speriamo che per allora sia ripartita perché saranno passati 22 anni dal terremoto). Però il Fattori è proprio piccino per un Mondiale, meno di diecimila spettatori.
Ho dato anche un nome alle varie pool. Come mascotte un cavalluccio azzurro (nome: Ivan?), questo ormai è deciso, ne ho parlato anche con Gavazzi e ha detto che non ci sono problemi.
I problemi maggiori forse sarebbero quelli indicati da Fabione64 alla pagina precedente: il Mondiale riuscirebbe a convivere per un mese e mezzo con il calcio nei più grandi stadi d'Italia?

Marsiglia (5) 67.394
Genova (2) 36.599
Firenze (3) 43.147

Torino (2) 41.507/28.177
Lione (5) 59.186
Milano (3) 75.923

Padova (2)18.236
Verona (4) 31.045
Bologna (4) 36.462

Roma (5) 70.634
L’Aquila (2) 9.200
Napoli (3) 54.726

Pool “Verdi”(Milano): NZE, FRA, SCO, SPA, RUS
Pool “Giulietta” (Veneto): WAL, JAP, ARG, SAM, ROM
Pool “Ellis” (Genova): ENG, AUS, FIJ, GEO, URU
Pool “Sordi” (Roma): IRE, SAF, ITA, TNG, USA

Quarti: Lione, Genova, Padova, Roma

Semifinali: Marsiglia, Milano

Finalina: Napoli
Finale: Roma
Ottimo Gorgo, facciamo partire ufficialmente il comitato organizzatore?
Per quel che riguarda le dimensioni degli stadi io non mi preoccuperei. Meglio uno stadio piccolo ma pieno che uno grande mezzo vuoto. Per i gironi vanno benissimo anche gli stadi più piccoli.

Consulente
Messaggi: 1541
Iscritto il: 21 nov 2009, 17:01

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Consulente » 15 ott 2019, 10:28

italicbold ha scritto:
14 ott 2019, 18:33
Guarda, questo é il primo che mi viene in mente.
Immagine
Grazie mille!

Ilgorgo
Messaggi: 11031
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Ilgorgo » 15 ott 2019, 15:26

Big Lebowski ha scritto:
15 ott 2019, 9:15
Per quel che riguarda le dimensioni degli stadi io non mi preoccuperei. Meglio uno stadio piccolo ma pieno che uno grande mezzo vuoto. Per i gironi vanno benissimo anche gli stadi più piccoli.
Però per fare quadrare i bilanci devi avere anche un bel numero di spettatori. Se ipotizziamo un costo medio di 50 euro a biglietto (ma non ho calcolato quanto sia realmente questo costo medio), tra i due milioni e mezzo di spettatori di Inghilterra 2015 e un Mondiale di medio-basso successo con un milione di spettatori ci sono 75 milioni di introiti al botteghino di differenza.
In Inghilterra avevano chiuso con una media ufficiale di più 51mila spettatori a partita; so benissimo che pensare di ripetere quella cifra in Italia è assurdo ma partire con stadi da venti/venticinque mila posti di capienza media significa già iniziare con un handicap nel bilancio molto forte, rispetto appunto alle edizioni più di successo.

Poi, va bè, capisco l'obiezione che mi stai per fare: i peluche della mascotte cavalluccio marino Ivan andrebbero a ruba in tutto il mondo e con quelle vendite si appianerebbe qualsiasi perdita, è vero. Non ci avevo pensato

Avatar utente
Big Lebowski
Messaggi: 3346
Iscritto il: 9 mag 2015, 8:45
Località: Thiene (VI)

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Big Lebowski » 15 ott 2019, 15:58

Ilgorgo ha scritto:
15 ott 2019, 15:26
Big Lebowski ha scritto:
15 ott 2019, 9:15
Per quel che riguarda le dimensioni degli stadi io non mi preoccuperei. Meglio uno stadio piccolo ma pieno che uno grande mezzo vuoto. Per i gironi vanno benissimo anche gli stadi più piccoli.
Però per fare quadrare i bilanci devi avere anche un bel numero di spettatori. Se ipotizziamo un costo medio di 50 euro a biglietto (ma non ho calcolato quanto sia realmente questo costo medio), tra i due milioni e mezzo di spettatori di Inghilterra 2015 e un Mondiale di medio-basso successo con un milione di spettatori ci sono 75 milioni di introiti al botteghino di differenza.
In Inghilterra avevano chiuso con una media ufficiale di più 51mila spettatori a partita; so benissimo che pensare di ripetere quella cifra in Italia è assurdo ma partire con stadi da venti/venticinque mila posti di capienza media significa già iniziare con un handicap nel bilancio molto forte, rispetto appunto alle edizioni più di successo.

Poi, va bè, capisco l'obiezione che mi stai per fare: i peluche della mascotte cavalluccio marino Ivan andrebbero a ruba in tutto il mondo e con quelle vendite si appianerebbe qualsiasi perdita, è vero. Non ci avevo pensato
Il cavalluccio marino è il simbolo della Salernitana calcio. Una partita a Salerno ci sta?

Luqa-bis
Messaggi: 5643
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Luqa-bis » 15 ott 2019, 18:28

@ Italicbold

E perché il metodo dei neozelandesi non può andare bene? hanno fatto un bando aperto a chi volesse partecipare: designer professionali e non.
Si restringe a opera di una giuria di esperti il lotto a non più di 10 esempi, si fa votare e poi si fa il ballottaggio tra i migliori due .

Se poi qualcuno ricorre a risorse interne, non è che nel CONI sian tutti cialtroni.
Intanto le olimpiadi le hanno ottenute.


@ Gorgo

Proposta di modifica:

calendario con 24 squadre- 6 gironi da quattro.

2 Gironi Gold che promuovono 2 squadre
4 gironi Silver che promuovono 1 squadra

Gold 1 - Milano, Lione, Torino, Genova
Gold 2 - Nizza, Marsiglia, Barcellona

Silver 1 - Udine, Trieste, Padova
Silver 2- Firenze, Bologna, Padova
Silver 3 - Napoli, Bari
Silver 4 - Timisoara, Bucarest

Ilgorgo
Messaggi: 11031
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Ilgorgo » 16 ott 2019, 11:42

Big Lebowski ha scritto:
15 ott 2019, 15:58
Il cavalluccio marino è il simbolo della Salernitana calcio. Una partita a Salerno ci sta?
Mama che copioni! Oh, uno non può avere un'idea che subito gliela copiano :evil:

Avatar utente
Big Lebowski
Messaggi: 3346
Iscritto il: 9 mag 2015, 8:45
Località: Thiene (VI)

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Big Lebowski » 16 ott 2019, 14:46

Ilgorgo ha scritto:
16 ott 2019, 11:42
Big Lebowski ha scritto:
15 ott 2019, 15:58
Il cavalluccio marino è il simbolo della Salernitana calcio. Una partita a Salerno ci sta?
Mama che copioni! Oh, uno non può avere un'idea che subito gliela copiano :evil:
Però il loro è color amaranto e non sono sicuro ma non credo si chiami Ivan.

Ilgorgo
Messaggi: 11031
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: La Coppa in Italia, un giorno?

Messaggio da Ilgorgo » 19 ott 2019, 8:28

Tentativo di logo per Italia 2031. Non un granché, lo so. Visto che la Coppa in Italia si svolgerà negli anni '30 (2031, 2035 o 2039) si potrebbe riutilizzare la grafica degli anni '30 del Novecento; erano anni di fascismo ma la grafica di quel periodo, con i poster all'aerografo, aveva uno stile particolare e fascinoso.

Immagine

Rispondi

Torna a “RWC JAPAN 2019”