Wales - France

mauott
Messaggi: 2323
Iscritto il: 27 ago 2008, 14:31

Re: Wales - France

Messaggio da mauott » 19 ott 2011, 9:48

Ale_86 ha scritto:
Mah, sinceramente, questa teoria della premeditazione mi fa un pó ridere. Puó essere che sia stato detto "placcateli duri", magari gli han anche detto "placcate duro Clerc". Ma che abbiano deciso premeditatamente di far correre un rischio tale al capitano, giocatore peraltro indispensabile per l'economia della squadra (l'unico fetcher puro), mi sembra demenziale.
Sicuramente nessuno ha detto specificatamente a Warburton di fare una cosa del genere ma sono certo che il concetto "placcate duro e se andate oltre i limiti nessun problema tanto al massimo prendete un giallo" è stato affrontato sicuramente ed è questo concetto che traspare dalle parole di Gatland

Warburton è il capitano e si è assunto (inconsciamente ?) la responsabilità della cosa .... appena ce n'è stata l'occasione è stato fatto... maliziosamente aggiungo che un giallo, se proprio devo spenderlo, è meglio spenderlo nella prima parte della partita che quando le squadre sono più stanche, se poi arriva come conseguenza di un gesto che nell'intenzione deve essere intimidatorio prima lo fai e meglio è ....

davidfrance
Messaggi: 25
Iscritto il: 17 ott 2011, 19:55

Re: Wales - France

Messaggio da davidfrance » 19 ott 2011, 16:31

Alain Rolland a fatto bene, e rosso e basta sono le regole.. Guardate questa video sempre di Alain Rolland :http://m.youtube.com/index?desktop_uri= ... mkBd17K8lc
 Louper un plaquage, c’est comme enculer un collègue, ça se fait pas!

Avatar utente
PiVi1962
Messaggi: 2740
Iscritto il: 11 mar 2004, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Re: Wales - France

Messaggio da PiVi1962 » 19 ott 2011, 18:18

RigolettoMSC ha scritto:Halfpenny (che cognome straordinario per un rugbista, più o meno Mezzasega... :D )
Anche in Italia non andiamo male, con Bocchino, Del Fava... in passato Troiani, Vaccari...

Luqa-bis
Messaggi: 5114
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Wales - France

Messaggio da Luqa-bis » 19 ott 2011, 19:57

Metabolik

Se la battuta ti dispiace , pace.

Vista l'abitudine italiana a cercare scusanti, gatland meriterebbe la cittadinanza, forse anche un posto in politica.

In quanto al rugby italiano, non è veroche è tutto quel paradiso di lealtà e correttezza.

RigolettoMSC
Messaggi: 1021
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Wales - France

Messaggio da RigolettoMSC » 20 ott 2011, 18:15

metabolik ha scritto:
RigolettoMSC ha scritto:Beh, alla fine il Galles deve incolpare se stesso, se Halfpenny (che cognome straordinario per un rugbista, più o meno Mezzasega... :D ) avesse piazzato la punizione che gli aveva regalato Rolland, saremmo qui a criticare l'arbitro per essersi inventata la punizione che aveva fatto vincere il Galles... Vedete come va il mondo.

Preciso che tifavo Galles e che l'espulsione di Warburton lì per lì mi ha lasciato un po' sorpreso, non tanto per il fallo e il rosso (come ho già detto ci stava), ma perché tre precedenti "placcaggi volanti" sono stati sanzionati solo con un giallo (uno addirittura lo ha praticamente deciso Damasco in Francia-Tonga) e gli arbitri responsabili non sono stati mandati a casa, quindi, nonostante le successive squalifiche, si è giudicato che avessero deciso per il meglio. Oppure le squalifiche le devono prendere solo i giocatori? Non voglio difendere il mondo del calcio professionistico (gli dei me ne guardino!) però Rocchi, dopo il pastrocchio combinato a Milano in Inter-Napoli è stato messo un paio di giornate a "riposo"...
Scusami RigolettoMSC, senza polemica, veramente, solo per curiosità , da quanto tempo segui il rugby ?

di cosa stai parlando ? chi è Rocchi, e cos'è Internapoli ? una metropolitana partenopea ?
Per carità, scusate se mi sono permesso di confondere il nobile mondo del Rugby con quello plebeo del calcio (altrimenti detto pallone). A me non piace il Cricket, ad esempio, ma mi guardo dal fare della facile ironia.

C'è un topic aperto sull'impatto del mondiale sulla popolarità del Rugby in Italia, credo proprio che la tua risposta sarebbe: per fortuna impatto zero.

In effetti ho riscontrato spesso questo atteggiamento di superiorità nei confronti degli altri sport (il calcio detto altresì pallone è uno sport, nel caso non lo sapessi, anche con tutte le storture che vuoi a livello superprofessionale) che non mi pare porti da alcuna parte, sempre ammesso che il Rugby si possa definire "moralmente superiore", cosa di cui permettimi di dubitare, perché una cosa sono i miti e una cosa la realtà e un adulto, pur con tutto l'amore che si può portare a questo sport, credo che dovrebbe saperli distinguere. E se un arbitro sbaglia nel giudicare una cosa così seria come un placcaggio a ribaltare secondo me dovrebbe essere sanzionato con qualche giornata di "riposo", non è scandaloso, e vedrai che la volta successiva sarà molto più sensibilizzato nel giudicare questo particolare fallo. Non credo che giudicare con supponenza quello che di buono si fa da altre parti sia un modo di porsi maturo, ma magari sbaglio io.

Io ho 53 anni e seguo il Rugby da molto tempo (per quanto consentito dalla mia collocazione geografica piuttosto periferica e senza Società rugbistiche nelle vicinanze, quand'ero ragazzo la più vicina era il CUS Pisa...) purtroppo fino a qualche anno fa in maniera molto saltuaria (comunque non perdevo una delle partite del 5 Nazioni che nella preistoria mandava la RAI), figurati che ricordo Fourux mediano della Francia...
Riccardo

Avatar utente
andrea12
Messaggi: 1434
Iscritto il: 2 lug 2008, 16:32

Re: Wales - France

Messaggio da andrea12 » 20 ott 2011, 19:41

Un po' off topic, mi permetto di intervenire ed esprimere il mio discutibilissimo pensiero.
Non credo che il mondo del rugby sia così lontano da quello del calcio.
Noi del rugby crediamo e "sentiamo" diversamente però; e le suggestione del rugby vero, sono continue sollecitazioni all'ambito educativo e formativo, che il calcio non si è mai dato. Ci sono realtà di rugby, ben superiori alla nostra italica, dove la compenetrazione tra rugby e calcio è davvero interessante, anche perchè dimostra come il mito di diversità tra i due giochi, sia qualcosa di specifico del "sentire" locale. In Galles, ma anche in Irlanda, molto meno in Inghilterra, molti ragazzi fino alla youth (U.19) alternano nella stessa settimana sia calcio che rugby, perchè per ambedue sono richiesti 2 giorni di allenamento (minchia.....solo 2 giorni......e i due club fanno in modo di tesserare sia pallonari che rugbypalyers :wink: ) . Poi è chiaro, in Academy o fai il rugby 6 giorni/settimana o torni al paesello, però questa gran distinzione tra i due giochi non c'è; e assicuro che la qualità del rugby è mediamente molto più elevata della nostra (anche se durante la settimana si menano molto meno dei nostri, e hanno anche molti meno infortuni) :lol: :lol:
Buon rugby

HagarTheHorrible
Messaggi: 1176
Iscritto il: 25 gen 2011, 23:55
Località: gluglulandia

Re: Wales - France

Messaggio da HagarTheHorrible » 20 ott 2011, 20:52

andrea12 ha scritto: ...In Galles, ma anche in Irlanda, molto meno in Inghilterra, molti ragazzi fino alla youth (U.19) alternano nella stessa settimana sia calcio che rugby, perchè per ambedue sono richiesti 2 giorni di allenamento (minchia.....solo 2 giorni......e i due club fanno in modo di tesserare sia pallonari che rugbypalyers :wink: )...
Eretikø. Anåtrema. Ospo, løro (ecceziøn fatta per gli irelandesici) søno kalvinisti riførmati.
Immagine Immagine

Låpørte før President! E Såntø sübitø!

metabolik
Messaggi: 5767
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Wales - France

Messaggio da metabolik » 20 ott 2011, 22:32

Caro Rigoletto, mi spiace che hai interpretato in maniera canzonatoria/provocatoria le mie domande nella misura in cui :
alla prima domanda ho premesso che non volevo fare nessuna polemica , che ero motivato da una sincera curiosità davanti a una proposta così aliena al rugby; non escludo a priori che la tua proposta sia positiva, mi ha solo stupito
la seconda domanda era ed è (se vuoi rispondere) altrettanto sincera ; poichè la prima attività economica italiana si basa su uno sport che ha oscurato tutti gli altri sport (DELLA NAZIONALE ITALIANA E DEL MONDIALE DI RUGBY NON DANNO LA MINIMA NOTIZIA, HANNO un PIPACULO TERRIFICANTE DEL RUGBY) io ho reagito oscurando quell'attività che di sport ha solo il travestimento.
Non è nemmeno possibile un confronto fra i valori morali perchè l'abnorme valore economico cancella qualsiasi altro valore normalmente associato ad una attività sportiva.

Sono quindi totalmente ignorante dei riferimenti che hai citato.

Mi fa piacere che ti ricordi Fourux....
e Spanghero, Dauga, Alabadejo, te li ricordi ?

RigolettoMSC
Messaggi: 1021
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Wales - France

Messaggio da RigolettoMSC » 20 ott 2011, 23:52

Sono un arbitro di calcio amatoriale (ormai faccio quasi solo partite di bambini e mi diverto molto di più che con gli adulti) ma il calcio professionistico da almeno vent'anni a questa parte (guarda caso proprio dalla discesa nel campo dello sport di un noto personaggio della politica italiana, sempre lui!!!) mi piace sempre meno anche se non sono mai stato un sfegatato, lo seguo (neanche troppo ) ormai più per abitudine che per altro ma non è con un atteggiamento di rifiuto come il tuo che si potrà cambiare qualcosa.

Bisogna prendere atto che agli italiani il calcio piace e il fatto che fagociti praticamente qualsiasi spazio senz'altro lo aiuta non poco, ma se ti ricordi di Fourux ti ricorderai anche che non è sempre stato proprio così. Ricordo benissimo, ad esempio, che la Domenica Sportiva dava i risultati della Serie A (ero, così senza un motivo, tifoso degli Amatori Catania io che sto in Toscana... :D ) e faceva vedere un piccolo servizio di un paio di minuti, poco, certo, ma moltissimo di più di quello che si fa ora che è esattamente nulla.

Solo una cosa vorrei capire, ma cosa fa il mondo del Rugby per cercare di imporsi all'attenzione?

P.S. Spanghero me lo ricordo sì... :D Ma Fourux aveva colpito la mia fantasia per l'aspetto fisico assolutamente improbabile.

Credo che siamo in un OT spaventoso... :oops:
Riccardo

Luqa-bis
Messaggi: 5114
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Wales - France

Messaggio da Luqa-bis » 21 ott 2011, 8:55

Ehm, metabolik.

Io penso che l'oscuramento (ritengo tu ti riferisca alla TV in chiaro , ovvero RAI e Mediaset) sia più legato a questioni di carattere commerciale: il rugby andava suSky con la quale c'è una forte competzione commerciale.

Su MTV o su Deejay TV (nonricordo) per esempio c'era una specie di blog quotidiano o quasi dal ritiro azzurro, una specie di dietro le quinte.

L'ostracismo non era pro-calcio era anti-sky.

Secondo me.

Avatar utente
Hap
Messaggi: 6566
Iscritto il: 3 feb 2010, 16:49

Re: Wales - France

Messaggio da Hap » 21 ott 2011, 9:21

RigolettoMSC ha scritto:
Per carità, scusate se mi sono permesso di confondere il nobile mondo del Rugby con quello plebeo del calcio (altrimenti detto pallone). A me non piace il Cricket, ad esempio, ma mi guardo dal fare della facile ironia.

C'è un topic aperto sull'impatto del mondiale sulla popolarità del Rugby in Italia, credo proprio che la tua risposta sarebbe: per fortuna impatto zero.

In effetti ho riscontrato spesso questo atteggiamento di superiorità nei confronti degli altri sport (il calcio detto altresì pallone è uno sport, nel caso non lo sapessi, anche con tutte le storture che vuoi a livello superprofessionale) che non mi pare porti da alcuna parte, sempre ammesso che il Rugby si possa definire "moralmente superiore", cosa di cui permettimi di dubitare, perché una cosa sono i miti e una cosa la realtà e un adulto, pur con tutto l'amore che si può portare a questo sport, credo che dovrebbe saperli distinguere. E se un arbitro sbaglia nel giudicare una cosa così seria come un placcaggio a ribaltare secondo me dovrebbe essere sanzionato con qualche giornata di "riposo", non è scandaloso, e vedrai che la volta successiva sarà molto più sensibilizzato nel giudicare questo particolare fallo. Non credo che giudicare con supponenza quello che di buono si fa da altre parti sia un modo di porsi maturo, ma magari sbaglio io.

Io ho 53 anni e seguo il Rugby da molto tempo (per quanto consentito dalla mia collocazione geografica piuttosto periferica e senza Società rugbistiche nelle vicinanze, quand'ero ragazzo la più vicina era il CUS Pisa...) purtroppo fino a qualche anno fa in maniera molto saltuaria (comunque non perdevo una delle partite del 5 Nazioni che nella preistoria mandava la RAI), figurati che ricordo Fourux mediano della Francia...
Quoto.
Agli amici che compaiono dagli abissi di internet solo quando l'Italia le prende, gustando il momento con rara intensità: grazie.
Grazie.
Grazie perché mi avete fatto capire il senso di tutti quei video porno in cui i mariti si sollazzano vedendo la moglie soddisfatta da un estraneo.

Avatar utente
Hap
Messaggi: 6566
Iscritto il: 3 feb 2010, 16:49

Re: Wales - France

Messaggio da Hap » 21 ott 2011, 9:26

RigolettoMSC ha scritto:Sono un arbitro di calcio amatoriale (ormai faccio quasi solo partite di bambini e mi diverto molto di più che con gli adulti) ma il calcio professionistico da almeno vent'anni a questa parte (guarda caso proprio dalla discesa nel campo dello sport di un noto personaggio della politica italiana, sempre lui!!!) mi piace sempre meno anche se non sono mai stato un sfegatato, lo seguo (neanche troppo ) ormai più per abitudine che per altro ma non è con un atteggiamento di rifiuto come il tuo che si potrà cambiare qualcosa.

Bisogna prendere atto che agli italiani il calcio piace e il fatto che fagociti praticamente qualsiasi spazio senz'altro lo aiuta non poco, ma se ti ricordi di Fourux ti ricorderai anche che non è sempre stato proprio così. Ricordo benissimo, ad esempio, che la Domenica Sportiva dava i risultati della Serie A (ero, così senza un motivo, tifoso degli Amatori Catania io che sto in Toscana... :D ) e faceva vedere un piccolo servizio di un paio di minuti, poco, certo, ma moltissimo di più di quello che si fa ora che è esattamente nulla.

Solo una cosa vorrei capire, ma cosa fa il mondo del Rugby per cercare di imporsi all'attenzione?

P.S. Spanghero me lo ricordo sì... :D Ma Fourux aveva colpito la mia fantasia per l'aspetto fisico assolutamente improbabile.

Credo che siamo in un OT spaventoso... :oops:
E riquoto :-]

Vorrei saperlo anche io.

Ma siamo così sicuri che l'oscuramento del rugby sia dovuto alla paura che il calcio ha della palla ovale?
E di cosa dovrebbe aver paura? Della terrificante concorrenza che potrebbe fargli il campionato italiano di serie A / eccellenza o come cacchio si chiama? :rotfl:

Ma dai su, la verità è che in Italia ci sopravvalutiamo in quanto a seguito del rugby. Siamo centinaia di migliaia in tutto il territorio a seguire SERIAMENTE questo sport, non milioni.
Agli amici che compaiono dagli abissi di internet solo quando l'Italia le prende, gustando il momento con rara intensità: grazie.
Grazie.
Grazie perché mi avete fatto capire il senso di tutti quei video porno in cui i mariti si sollazzano vedendo la moglie soddisfatta da un estraneo.

JHEXP
Messaggi: 105
Iscritto il: 10 ott 2011, 11:39

Re: Wales - France

Messaggio da JHEXP » 21 ott 2011, 9:55

Hap ha scritto: .....
Ma dai su, la verità è che in Italia ci sopravvalutiamo in quanto a seguito del rugby. Siamo centinaia di migliaia in tutto il territorio a seguire SERIAMENTE questo sport, non milioni.........
Quotissimo... :oops:
Il rugby è il modo migliore per tenere trenta energumeni lontani dal centro.

Oscar Wilde

stalker
Messaggi: 589
Iscritto il: 9 mag 2007, 21:47

Re: Wales - France

Messaggio da stalker » 21 ott 2011, 12:36

RigolettoMSC ha scritto:Preciso che tifavo Galles e che l'espulsione di Warburton lì per lì mi ha lasciato un po' sorpreso, non tanto per il fallo e il rosso (come ho già detto ci stava), ma perché tre precedenti "placcaggi volanti" sono stati sanzionati solo con un giallo (uno addirittura lo ha praticamente deciso Damasco in Francia-Tonga) e gli arbitri responsabili non sono stati mandati a casa, quindi, nonostante le successive squalifiche, si è giudicato che avessero deciso per il meglio. Oppure le squalifiche le devono prendere solo i giocatori? Non voglio difendere il mondo del calcio professionistico (gli dei me ne guardino!) però Rocchi, dopo il pastrocchio combinato a Milano in Inter-Napoli è stato messo un paio di giornate a "riposo"...
Innanzitutto ci sono molti tipi diversi di quelli che tu chiami "placcaggi volanti" (evvai coi termini impropri, tanto per aggiungere rumore e confusione...). Non tutti vanno sanzionati alla stesso modo. Addirittura il regolamento, nella loro definizione e relativa sanzione, inserisce degli elementi valutativi squisitamente soggettivi. Questo implica che un'azione possa essere sanzionata in modi differenti senza che si possa dire che il modo giusto è uno solo e che tutti gli altri sono sbagliati. Questo è un aspetto chiave del regolamento del gioco e del suo arbitraggio: la questione interpretativa è fondamentale. Ed è un aspetto di difficile compresione/accettazione per gli animi pallonari (seguo il tuo filone comparativo...).

Puoi andarti a rivedere i vari episodi citati (Estebanez e Hufanga in FRA-TON, Waqaniburotu in SAF-FIJ, Camacho in ARG-ENG), ma non è dal loro confronto che potrai dire Rolland ha sbagliato o gli altri hanno sbagliato.

Veniamo ora alle punizioni corporali per gli arbitri: vedi Walsh (FRA-TON) Poite (SAF-FIJ) o Lawrence (ARG-ENG) arbitrare nelle semifinali/finali? Poite un paio di guardalinee, e basta. Potrebbe voler dire qualcosa, o magari no. Ma, comunque, a che servirebbe la "sospensione"? Mica sono dei marmocchi che mandi in punizione dietro la lavagna perché imparino la lezione. L'episodio pallonare che citi è solo il frutto di una patologia che non si può o non si vuole curare; e allora avanti con placebo, rimedi della nonna è così via... Rocchi è messo "a riposo", perché sul pallone insistono interessi troppo grandi e aleggiano continue idee di complotti e intrighi. Sul pallone e quindi sul suo operato. E la sospensione serve solo a sfiammare un po' la situazione conseguente al suo errore, per poi andare avanti, sempre come prima. Non serve né a lui né al calcio come sport. Nel rugby, a parte qualche tarato che c'è sempre, le cose vanno ancora in modo diverso. Per ora.

stalker
Messaggi: 589
Iscritto il: 9 mag 2007, 21:47

Re: Wales - France

Messaggio da stalker » 21 ott 2011, 12:48

Pakeha_70 ha scritto:Oggi Warren Gatland ha candidamente ammesso di aver pensato di fingere un infortunio per poter disputare mischie no contest ma poi ci ha ripensato...

"We'd already lost Adam Jones, and we discussed in the box, did we fake an injury to one of our props to go to uncontested scrums?" he told reporters on Tuesday.
"But morally, I made the decision that was not the right thing to do.
"We could have easily done that in the first 25-30 minutes. But in the spirit of the game, in the spirit of the World Cup semi-final, I didn't think that was the fairest or the right thing to do.
"That's why I honestly believe Alain Rolland made the wrong decision, I think the right decision would have been a yellow card.
"Under the terms of the rules and regulations, he is perfectly entitled to give a red card but every game is different and you've got to take into account the circumstances, situation and the intent.
Un clamoroso autogol di Gatland, peccato per un grande allenatore. Non so se l'abbia meditato davvero o meno, ma indipendentemente da ciò il paragone non regge minimamente. La sua sarebbe stata un'azione moralmente e sportivamente scorretta, mentre quanto fatto da Rolland no lo è affatto. Lui ha potuto meditare e decidere con calma, Rolland ha avuto solo pochi secondi. Non penso si possa chiedere a un arbitro di chiudere un occhio sull'incolumità dei giocatori, per questioni di circostanze, situazioni e intenzioni, qualsiasi esse siano.

Bloccato

Torna a “RWC Nuova Zelanda 2011”