Australia vs Italia

Avatar utente
giobart
Messaggi: 1460
Iscritto il: 18 mag 2004, 0:00
Località: Jesi

Re: Australia vs Italia

Messaggio da giobart » 12 set 2011, 15:27

Sono contento di essermi alzato alle 5 del mattino per vedere almeno 50 minuti di grande Italia, abbiamo resistito più di un tempo alla squadra più forte del mondo sono orgoglioso, per me è stata la miglior partita dell'Italia da parecchi anni a questa parte, se avessimo perso 32 a 18 forse sarebbe stato il risultato più giusto, ma comunque...aspetto fiducioso le prossime partite.
La disumanità è il male più grande dell'Umanità!

didi thurau
Messaggi: 24
Iscritto il: 5 ago 2011, 15:10

Re: Australia vs Italia

Messaggio da didi thurau » 12 set 2011, 15:37

Pos T/A Pts K/P/R MR CB DB OL TO Tack LO Pen Y/R

FB Masi 0/0 0 1/1/5 46 0 1 0 3 1/1 0/0 0 0/0
W Benvenuti 0/0 0 1/0/2 22 0 0 0 2 6/1 0/0 0 0/0
C Canale 0/0 0 1/0/2 0 0 0 0 1 3/1 0/0 0 0/0
C Garcia 0/0 0 0/0/5 11 0 0 0 1 14/0 0/0 0 0/0
W Bergamasco 0/0 6 1/3/6 27 0 0 1 2 7/1 0/0 1 0/0
FH Orquera 0/0 0 6/13/2 12 0 0 0 0 11/1 0/0 0 0/0
SH Semenzato 0/0 0 11/24/2 0 0 0 1 1 9/1 0/0 1 0/0
P Lo Cicero 0/0 0 0/0/3 3 0 0 1 0 7/1 0/0 0 0/0
H Ghiraldini 0/0 0 0/0/5 11 0 0 1 1 3/1 0/0 1 0/0
P Castrogiovanni 0/0 0 0/0/3 2 0 0 0 0 8/1 0/0 0 0/0
L del Fava 0/0 0 0/1/0 0 0 0 0 0 13/0 1/0 0 0/0
L van Zyl 0/0 0 0/1/1 5 0 0 1 1 11/0 5/0 0 0/0
F Zanni 0/0 0 0/0/9 28 0 0 1 1 8/0 5/0 1 0/0
F Barbieri 0/0 0 0/2/4 4 0 0 0 1 8/0 0/0 1 0/0
N8 Parisse 0/0 0 1/3/7 21 1 0 1 1 15/3 4/1 2 0/0
(P) Cittadini 0/0 0 0/0/1 0 0 0 1 0 3/0 0/0 0 0/0
(L) Bortolami 0/0 0 0/0/2 0 0 0 0 2 2/0 2/0 0 0/0
(F) Derbyshire 0/0 0 0/0/2 5 0 0 0 0 2/0 0/0 1 0/0
(SH) Gori 0/0 0 1/7/3 0 0 0 0 0 1/0 0/0 1 0/0
(FH) Bocchino 0/0 0 1/2/1 0 0 0 1 0 0/0 0/0 0 0/0
(C) McLean 0/0 0 0/1/1 0 0 0 0 1 1/0 0/0 0 0/0

Key: T/A Tries / Try Assists Pts Points scored
K/P/R Kick / Pass / Run MR Metres Run with ball
CB Clean Breaks DB Defenders Beaten OL OffLoads TO TurnOvers
Tack Tackles made / missed LO LineOuts won on throw / stolen on opp throw
Pen Penalties conceded Y/R Yellow / Red cards


Se, oltre a quello che s'e' visto sul campo, andiamo a leggere anche le statistiche, Capitan Parisse è forse quello che avrà più da meditare su questo match...

diddi
Messaggi: 2451
Iscritto il: 28 feb 2006, 0:00
Località: Roma

Re: Australia vs Italia

Messaggio da diddi » 12 set 2011, 17:09

Sbaglierò, ma per me, presa la prima meta (o le prime mete) abbiamo proprio tirato i remi in barca. Perché eravamo stanchi dopo tanti placcaggi e r***, perché avevano sempre la palla in mano, perché in fondo avevamo chiuso il primo tempo sul pari e l'onore era salvo, perché non era questa la partita cui chiedere punti, perché il Mondiale è ancora lungo e guai a sovraffaticare i muscoli o peggio farsi male. Non è da rugbysti, concordo, ma è da atleti professionisti alle prese con un torneo di lunga durata. Non dico che sia stata una reazione consapevole, anzi credo che si sia trattato di un pensiero strisciante che i nostri hanno cercato di negare anche a se stessi. Nondimeno c'è stato e ci ha tarlato anche al di là del comprensibile calo fisico. Tant'è, l'appuntamento vero è un altro.
Ah, Zorry, hai ragione a dire che non abbiamo difeso l'interno. Dopo però, quando il tarlo era nella mente e nelle gambe, quando il fiato era corto, e per difendere anche dove non sta andando la palla ci vogliono soprattutto molta convinzione e molto fiato.

Sulla prima meta Orquera fa un grosso errore, ma non dimentichiamo che era puntato da Ioane. Anche su un'altra azione da meta Masi liscia una presa al volo e Benvenuti manca una presa da terra (avrà mai giocato a touch?), non per questo se ne inferisce che siano giocatori scarsi.
Ho visto in tv qualche partita di Orquera in Francia. Il suo punto di forza è la rapidità: la difesa non sa mai bene se aprirà (e su chi) o se andrà in penetrazione e a volte reagisce troppo tardi. Inoltre non è Wilko, ma di norma calcia molto meglio. Penso che stia ancora soffrendo per l'operazione alla caviglia. Il fatto che Semenzato sia costretto a calciare sempre da box anche quando è marcatissimo avvalora la mia impressione. Detto questo, sarò felicissimo di veder giocare Bocchino, quando sarà più forte di Orquera. Non prima, però.

Impressionante Del Fava. Non solo 13 placcaggi, ma molti avanzanti, e gente tipo Elsom e Horwill non sono abituati ad essere rispediti al mittente!

Come avevo sperato, Van Zyl ha ben diretto la touche. 17 su 20 contro l'Australia, direi che ha fatto un buon lavoro. Nel secondo tempo peggio che nel primo, concordo; sicuramente le loro seconde e i loro video analyst hanno studiato le nostre chiamate. Spero che ce ne siamo tenuta in serbo qualcuna da sfruttare contro O'Connell.

Spendo una parolina per Cittadini. Con lui il nostro rendimento in chiusa non è calato, anzi! A destra ha ancorato, a sinistra ha scardinato. Era difficile, perché gli australiani volevano farci vedere quanto erano migliorati. Che soddisfazione potergli dire "bravini, ma dovete ancora lavorare" :twisted:

Un'ultima osservazione: a fine partita i nostri erano con la lingua a terra, ma anche loro, nei primi piani, sbuffavano come mantici. Ci hanno battuto nettamente, ma se la sono dovuta sudare. Bene.
Peterino
Chi sa fa, chi non sa insegna a fare

billingham
Site Moderator
Site Moderator
Messaggi: 7646
Iscritto il: 14 feb 2004, 0:00
Località: Como - Bucure?ti
Contatta:

Re: Australia vs Italia

Messaggio da billingham » 12 set 2011, 18:26

Bacioci ha scritto: - Non riesco proprio a capire come faccia una squadra di professionisti a sbagliare 2 passaggi ogni 3. Incredibile. Ogni volta che un pallone unsciva veloce da un set-up il mediano (sia Mozza sia Gori) passava la palla all'apertura (sia Orquera sia Pom... Bocchino :-] ), dietro le sue spalle, in modo che il ricevitore si doveva fermare oppure fare una specie di piroetta per prendere il pallone. Visto che cambiano gli attori, ho paura che sia più un problema di timing, vale a dire un problema di allenamento sbagliato, perchè sono cose che vanno "praticate" sempre al 100% della velocità e mandate a memoria, per poi essere eseguite bene in partita. Se a questo aggiungiamo l'assoluta mancanza di linee di corsa minimamente "offensive", io faccio 1+1 e dico che il mio amico Tronky dovrebbe farsi un bel esamino di coscienza...
analisi perfetta: il passaggio di mediana penso sia un nostro punto debole. e uccide qualsiasi rimanente velleità di aprire il pallone al largo, perchè toglie il tempo di provare qualsiasi cosa oltre il primo centro.
Segui ovunque i Cariparmi azzurri!!! - Ich bin ein Orqueriaren

Invece di farmi un busto ed esporlo a Murrayfield, mi impaglieranno e mi appenderanno in una taverna (Roy Laidlaw)

Er tacce è robbba da froci (Jimmy Er Fregna)

billingham
Site Moderator
Site Moderator
Messaggi: 7646
Iscritto il: 14 feb 2004, 0:00
Località: Como - Bucure?ti
Contatta:

Re: Australia vs Italia

Messaggio da billingham » 12 set 2011, 18:29

diddi ha scritto:Sbaglierò, ma per me, presa la prima meta (o le prime mete) abbiamo proprio tirato i remi in barca. Perché eravamo stanchi dopo tanti placcaggi e r***, perché avevano sempre la palla in mano, perché in fondo avevamo chiuso il primo tempo sul pari e l'onore era salvo, perché non era questa la partita cui chiedere punti, perché il Mondiale è ancora lungo e guai a sovraffaticare i muscoli o peggio farsi male. Non è da rugbysti, concordo, ma è da atleti professionisti alle prese con un torneo di lunga durata. Non dico che sia stata una reazione consapevole, anzi credo che si sia trattato di un pensiero strisciante che i nostri hanno cercato di negare anche a se stessi. Nondimeno c'è stato e ci ha tarlato anche al di là del comprensibile calo fisico. Tant'è, l'appuntamento vero è un altro.
Ah, Zorry, hai ragione a dire che non abbiamo difeso l'interno. Dopo però, quando il tarlo era nella mente e nelle gambe, quando il fiato era corto, e per difendere anche dove non sta andando la palla ci vogliono soprattutto molta convinzione e molto fiato.

Sulla prima meta Orquera fa un grosso errore, ma non dimentichiamo che era puntato da Ioane. Anche su un'altra azione da meta Masi liscia una presa al volo e Benvenuti manca una presa da terra (avrà mai giocato a touch?), non per questo se ne inferisce che siano giocatori scarsi.
Ho visto in tv qualche partita di Orquera in Francia. Il suo punto di forza è la rapidità: la difesa non sa mai bene se aprirà (e su chi) o se andrà in penetrazione e a volte reagisce troppo tardi. Inoltre non è Wilko, ma di norma calcia molto meglio. Penso che stia ancora soffrendo per l'operazione alla caviglia. Il fatto che Semenzato sia costretto a calciare sempre da box anche quando è marcatissimo avvalora la mia impressione. Detto questo, sarò felicissimo di veder giocare Bocchino, quando sarà più forte di Orquera. Non prima, però.

Impressionante Del Fava. Non solo 13 placcaggi, ma molti avanzanti, e gente tipo Elsom e Horwill non sono abituati ad essere rispediti al mittente!

Come avevo sperato, Van Zyl ha ben diretto la touche. 17 su 20 contro l'Australia, direi che ha fatto un buon lavoro. Nel secondo tempo peggio che nel primo, concordo; sicuramente le loro seconde e i loro video analyst hanno studiato le nostre chiamate. Spero che ce ne siamo tenuta in serbo qualcuna da sfruttare contro O'Connell.

Spendo una parolina per Cittadini. Con lui il nostro rendimento in chiusa non è calato, anzi! A destra ha ancorato, a sinistra ha scardinato. Era difficile, perché gli australiani volevano farci vedere quanto erano migliorati. Che soddisfazione potergli dire "bravini, ma dovete ancora lavorare" :twisted:

Un'ultima osservazione: a fine partita i nostri erano con la lingua a terra, ma anche loro, nei primi piani, sbuffavano come mantici. Ci hanno battuto nettamente, ma se la sono dovuta sudare. Bene.
la mia bibbia personale! :D
Segui ovunque i Cariparmi azzurri!!! - Ich bin ein Orqueriaren

Invece di farmi un busto ed esporlo a Murrayfield, mi impaglieranno e mi appenderanno in una taverna (Roy Laidlaw)

Er tacce è robbba da froci (Jimmy Er Fregna)

dg
Messaggi: 1006
Iscritto il: 12 mar 2007, 10:53

Re: Australia vs Italia

Messaggio da dg » 12 set 2011, 22:32

billingham ha scritto:
Bacioci ha scritto: - Non riesco proprio a capire come faccia una squadra di professionisti a sbagliare 2 passaggi ogni 3. Incredibile. Ogni volta che un pallone unsciva veloce da un set-up il mediano (sia Mozza sia Gori) passava la palla all'apertura (sia Orquera sia Pom... Bocchino :-] ), dietro le sue spalle, in modo che il ricevitore si doveva fermare oppure fare una specie di piroetta per prendere il pallone. Visto che cambiano gli attori, ho paura che sia più un problema di timing, vale a dire un problema di allenamento sbagliato, perchè sono cose che vanno "praticate" sempre al 100% della velocità e mandate a memoria, per poi essere eseguite bene in partita. Se a questo aggiungiamo l'assoluta mancanza di linee di corsa minimamente "offensive", io faccio 1+1 e dico che il mio amico Tronky dovrebbe farsi un bel esamino di coscienza...
analisi perfetta: il passaggio di mediana penso sia un nostro punto debole. e uccide qualsiasi rimanente velleità di aprire il pallone al largo, perchè toglie il tempo di provare qualsiasi cosa oltre il primo centro.
finalmente.
no, perché qui si spara contro orquera e si incensa semenzato
una analisi lucida e corretta arriva a far concludere che molte delle opzioni di orquera sono limitate dalla qualità dei palloni di Semenzato.
a sensazione e sentimento ritengo che quando c'è da aprire veloce e far uscire rapidamente il pallone dalle ruck Gori sia un tantino meglio: semenzato è più lento e forse meno preciso.
sicuramente hanno molti margini di miglioramento entrambi (per esempio forse semenzato l'errore di Gori sulla mancamata meta di mischia non l'avrebbe fatto)

billingham
Site Moderator
Site Moderator
Messaggi: 7646
Iscritto il: 14 feb 2004, 0:00
Località: Como - Bucure?ti
Contatta:

Re: Australia vs Italia

Messaggio da billingham » 12 set 2011, 23:49

dg ha scritto: no, perché qui si spara contro orquera e si incensa semenzato
ich bin ein Orquerianer, come penso sia noto ormai a tutti. poi Semenzato è un bel giocatorino e mi piace parecchio: però ho visto spesso Orquera costretto ad andarsi a prendere palle in posizioni assurde, e un passaggio di mediana che non sia fluido uccide semplicemente la possibilità di andare a largo. Con questo non voglio togliere nulla a Semenzato, ovviamente: ma penso sia un difetto su cui si debba lavorare, almeno se c'è la voglia di provare a fare qualcosa di diverso. Al Sei Nazioni abbiamo visto che son bastate due palle giocate con una buona trasmissione in mediana e in velocità per farci fare delle mete semplici semplici ma di trequarti. Vero che non siamo abituati a utilizzarli e a giocare palloni veloci, ma ritengo che per diventare pericolosi anche con i trequarti dobbiamo creare il presupposto: ovvero palle veloci e pulite che facciano il tragitto MISCHIA - MEDIANO - APERTURA. e forse ci sarà anche meno da lamentarsi del fatto che Orquera in attacco non fa granchè.
Segui ovunque i Cariparmi azzurri!!! - Ich bin ein Orqueriaren

Invece di farmi un busto ed esporlo a Murrayfield, mi impaglieranno e mi appenderanno in una taverna (Roy Laidlaw)

Er tacce è robbba da froci (Jimmy Er Fregna)

zorrykid
Messaggi: 3946
Iscritto il: 10 nov 2004, 0:00
Località: mestre

Re: Australia vs Italia

Messaggio da zorrykid » 13 set 2011, 0:15

....e per vincere con l'irlanda nessun turn over... dobbiamo appunto affinare questi meccanismi... passaggi della mediana, copertura dell'interno, qulcuno dice eravamo stanchi, per coprire l'interno serve solo attenzione non serve correre, e seconda linea di difesa intv non si vede matante volte sia sistemati veramente male... 8-)
Immagine Vado bene per Rialto?

ellis
Messaggi: 1709
Iscritto il: 19 feb 2006, 0:00

Re: Australia vs Italia

Messaggio da ellis » 13 set 2011, 0:54

billingham ha scritto: io non capisco una cosa: se placca è perché non è il suo lavoro, se non placca è perché è un codardo...è debole difensivamente o no? questo voglio capire! Io dico no, perché in prima fase può concedere qualcosa di fisico nel frontale, ma lì deve supplire la terza linea (che farebbe lavoro extra ocn qualsiasi apertura italiana, intendemes), ma nelle altre fasi di gioco è uno dei placcatori che quantitativamente fa di più e per giunta meglio schierati della difesa italiana (e per questo tante volte deve fare qualche salvataggio alla disperata, perché si trova ad essere l'unico pirla davanti a tre mufloni avversari).

In attacco non lascia il segno, sono d'accordo. Quando è in forma (ovvero non in questo periodo) è in grado di alzare un po' il ritmo e di far giocare un pelo meglio la nostra trequarti (che ocmunque non è il nostro punto di forza...però ci ricordiamo che con semplicità e una palla veloce siamo riusciti a fare una meta di trequarti all'Irlanda...sbaglio? - forse non era l'Irlanda, non ricordo), e a me piace per questo. Non mi piace come sta giocando in queste partite nel suo ruolo di 10, perché è fuori forma, ma sono comunque delle performance oneste, porta pressione sui calci sfruttando la sua velocità e cerca di essere presente in campo e aiutare in ogni azione in cui ne ha la possibilità. Certo, 5 e mezzo, ok. Però temo che sia il livello di qualsiasi apertura italiana. Credo che Bocchino possa lasciare il segno come lo può lasciare Orquera e, per giunta, mi pare molto più lento e meno lucido nel prendere scelte: sia contro la Scozia sia oggi l'ho visto tentennare e prepararsi per un calcio che si, mah, forse lo faccio, forse no, portandosi tutta la pressione addosso e rendendo prevedibile quello che stava per fare. Dalla sua, rispetto a Orquera, ha l'età, anche se secca che i giovani in Italia abbiano 24-25 anni e che spesso (come è successo a Orquera) ci si accorga di loro solamente quando ne hanno 30. Non rifacciamo lo stesso errore, giusto che Bocchino e Orquera facciano staffetta, giusto che si provi a far crescere Bocchino. Indispensabile trovare qualcos'altro su cui lavorare nel prossimo quadriennio. Altrimenti ci troveremo alla RWC 2015 con Bocchino uguale uguale a Orquera, o forse pure un po' peggio, e con il Bocchino di turno, 25enne ancora acerbo che prova a giocarsi le sue prime possibilità.
Billie, Orquera è un giocatore inutile.
Fa qualche placcaggio (e sticaxxi ! gioca a rugby da 20 anni, mica a golf !!) è vero, ma sempre alle gambe, sempre quando ha un'entrata non frontale e perciò già vantaggiosa per l'avversario; in attacco (che qualche anno fa, quando era più in forma di adesso, era il suo pezzo forte) non dà ritmo alla squadra, neanche quando gli arrivano palle di qualità; usa male il piede; non calcia i piazzati; non ha impatto fisico, non è veloce; ormai c'è e siccome neanche l'altro he abbiamo è proprio Carter, bè un po' di staffetta è logico farla; ma non cambia il mio giudizio su di lui che è negativo; ripeto, qualche anno fa, diciamo intorno al 2007-08 (ma potrei sbagliarmi sulla data esatta), quando ha fatto le sue due stagioni migliori, avrebbe potuto dare qualcosa lla nazionale, ora davvero poco, pochissimo. Un altro nostro grande problema è Garcia; parlo di problemi individuali, di squadra ce ne abbiamo una marea ovviamente; dicevo di Garcia; innanzitutto non capisco perchè dite sempre tutti (compresi Mallett e i giornalisti) che la scelta di schierarlo viene presa quando c'è una partita in cui si deve privilegiare una tattica difensiva..... boh.... a me sembra che placchi poco e male; non è un peso piuma e pure quando è andato a placcare frontale ha preso due randellate clamorose !!! Paradossalmente l'ho visto meglio in attacco dove almeno ha fatto tre set-up discreti e non ha sfigurato rispetto ai compagni di reparto perchè nessuno ha fatto alcunchè di notabile.
A me sono piaciut Semenzato e Canale, oltre ai due piloni; Ghiraldini ha alternato grandi fiammate a defaillance clamorose; Mirco non male, secondo me, a parte il grosso errore del contrattacco; Parisse ha fatto due scelte assurde (il calcetto quando aveva la traiettoria per passarla con le mani, forse era troppo semplice e poco appariscente farlo...); Zanni gran lavoro oscuro così come Barbieri; Van Zyl buono in touche (e nelle chiamate), Del Fava meglio nei raggruppamenti; Benvenuti mi era piaciuto molto nel primo tempo, dove era stato tra i migliori in assoluto, con Mozzarella e un Canale incredibilmente tosto e reattivo; ma nella ripresa Benvenuti è molto ma molto calato; quella palla persa dall'Australia sulla loro corsia sinistra e capitatagli tra i piedi chiedeva solo di essere raccolta per essere portata in meta...quelli entrati dopo, a parte Derbyshire, poco rettaivi, nonostante avessero la freschezza dalla loro; Bortolami si fa scoppiare un ovale in mano in percussione; Cittadini, nell'unica palla che poteva toccare, ha dimostrato una reattività di un ottantenne con la sciatica.... Gori, grave errore; Bocchino indeciso.

madflyhalf
Messaggi: 5586
Iscritto il: 24 apr 2009, 16:21
Località: Casalecchio di Reno (Bo)

Re: Australia vs Italia

Messaggio da madflyhalf » 13 set 2011, 1:01

La vigliaccata è mettere dentro un'apertura a 10 minuti dalla fine.

Non c'è nessuno in Italia, e forse pochi nel mondo, che in una partita che sta andando male non la fa andare ancora peggio: perché è naturale, entra con una pressione addosso enorme, con una squadra già rotta nella testa e nelle gambe, senza il ritmo di gioco e con pochissimi minuti nei quali dovrà trattare dei palloni tendenzialmente brutti e magari pure con fretta.
Mettendolo in campo rischi solo che si faccia del male.

Se vuoi fare un po' di rotazione, un'apertura che non sia Dan "Mecojoni" Carter negli All "asticazzi" Blacks, si fa entrare a 25-30 minuti dalla fine.
The Honey Badger...
Immagine
Goes vertical!

Coming soon to your screens! ;)

Consulente
Messaggi: 1217
Iscritto il: 21 nov 2009, 17:01

Re: Australia vs Italia

Messaggio da Consulente » 13 set 2011, 1:11

diddi ha scritto:Sbaglierò, ma per me, presa la prima meta (o le prime mete) abbiamo proprio tirato i remi in barca. Perché eravamo stanchi dopo tanti placcaggi e r***, perché avevano sempre la palla in mano, perché in fondo avevamo chiuso il primo tempo sul pari e l'onore era salvo, perché non era questa la partita cui chiedere punti, perché il Mondiale è ancora lungo e guai a sovraffaticare i muscoli o peggio farsi male. Non è da rugbysti, concordo, ma è da atleti professionisti alle prese con un torneo di lunga durata. Non dico che sia stata una reazione consapevole, anzi credo che si sia trattato di un pensiero strisciante che i nostri hanno cercato di negare anche a se stessi. Nondimeno c'è stato e ci ha tarlato anche al di là del comprensibile calo fisico. Tant'è, l'appuntamento vero è un altro..
Come al solito concordo con Diddi. Problema numero 1, anzi numero 0, è la tenuta psicologica. La squadra ha una serie di pregi e molti limiti che ben conosciamo, ma rende sotto il suo valore assoluto. Giocatori che si fanno rispettare con i club, in nazionale giocano peggio. Perché? Perché la Nazionale ha ormai assimilato una inconscia mentalità semi - perdente per cui tutte le scuse che cita Diddi passano per la testa ai giocatori e, inconsciamente, cominciano a giocare male. Non è successo contro la Francia, e infatti, complice una loro cattiva prestazione, abbiamo vinto.
Io non so più cosa pensare, cosa ci può levare dalla testa questo tarlo? Ci sono tecniche di allenamento o magari il lettino dello psicanalista? La programmazione neurolinguistica?
E' che mi fa una rabbia ...

TommyHowlett
Messaggi: 3623
Iscritto il: 7 apr 2004, 0:00
Località: Porto Viro

Re: Australia vs Italia

Messaggio da TommyHowlett » 13 set 2011, 8:12

Consulente ha scritto: Come al solito concordo con Diddi. Problema numero 1, anzi numero 0, è la tenuta psicologica. La squadra ha una serie di pregi e molti limiti che ben conosciamo, ma rende sotto il suo valore assoluto. Giocatori che si fanno rispettare con i club, in nazionale giocano peggio. Perché? Perché la Nazionale ha ormai assimilato una inconscia mentalità semi - perdente per cui tutte le scuse che cita Diddi passano per la testa ai giocatori e, inconsciamente, cominciano a giocare male. Non è successo contro la Francia, e infatti, complice una loro cattiva prestazione, abbiamo vinto.
Io non so più cosa pensare, cosa ci può levare dalla testa questo tarlo? Ci sono tecniche di allenamento o magari il lettino dello psicanalista? La programmazione neurolinguistica?
E' che mi fa una rabbia ...
Non credo sia un problema di fondo, questo magari quattro-cinque anni fa, ma non ora. I giocatori sono tutti professionisti, nel vero senso della parola; chi più chi meno sia nei club che in Nazionale sono stati protagonisti di vere e proprie imprese (vittorie contro big, partite giocate testa a testa, ecc.), pertanto sono tutti consapevoli di avere i mezzi adatti ad affrontare qualsiasi sfida. Invece propendo per chi sostiene che il crollo mentale sia coinciso con l'esaurimento delle energie, dovute ad un primo tempo passato quasi esclusivamente a tenere in piedi, anche se efficacemente, una diga contro gli attacchi australiani. Placcare il triplo degli avversari vuol dire consumare tre volte tanto in questo fondamentale e senza gambe diventa poi difficile ragionare senza farsi assalire dai dubbi; i Wallabies, come ho avuto modo di dire precedentemente, sono da sempre considerati i più furbi del ranking e ci sarà un perché; hanno deciso di attaccare in maniera per loro ordinata dilazionando gli sforzi ben sapendo di poter contare su una relativa tranquillità in difesa dovuta ad un gioco d'attacco avversario pari a zero; hanno aspettato che le mura si sbriciolassero pian piano per poi lanciare l'offensiva decisiva e portare a casa il risultato (bonus)
Non so se i miei giocatori bevono whisky. So che bevendo frappé non si vincono molte partite.

Avatar utente
milesgersenroma
Messaggi: 793
Iscritto il: 4 giu 2008, 9:24

Re: Australia vs Italia

Messaggio da milesgersenroma » 13 set 2011, 8:33

billingham ha scritto:
diddi ha scritto:Sbaglierò, .............Un'ultima osservazione: a fine partita i nostri erano con la lingua a terra, ma anche loro, nei primi piani, sbuffavano come mantici. Ci hanno battuto nettamente, ma se la sono dovuta sudare. Bene.
la mia bibbia personale! :D
altro che la Bibbia di Re Giacomo!!!
8-)
diddi direttore della rosea :lol:

danci
Messaggi: 2276
Iscritto il: 28 lug 2005, 0:00

Re: Australia vs Italia

Messaggio da danci » 13 set 2011, 9:28

diddi ha scritto:Ho visto in tv qualche partita di Orquera in Francia. Il suo punto di forza è la rapidità: la difesa non sa mai bene se aprirà (e su chi) o se andrà in penetrazione e a volte reagisce troppo tardi. Inoltre non è Wilko, ma di norma calcia molto meglio
nella "Orquereide" (saga che si sta avvicinando alle "Chansons de Pez" e al "De Scanavacca") mi pare sia questo il punto centrale

il motivo per cui Orquera è (tornato) in nazionale è legato alle sue eccellenti stagioni giocate a Brive dal 2006 al 2010 (l'ultima non lo è stata), in cui ha fatto vedere cose notevoli in Top 14 pur partendo sempre da apertura non titolare

quanto a capacità tecniche, di gestione del gioco, regolarità gli sono sempre stati preferiti altri, prima la "grande promessa" (non mantenuta) Petitjean, poi Goode, infine la "nuova promessa" Belie (in cui forse non credono tanto, visto che hanno preso Geraghty): Orquera era invece il giocatore imprevedibile, fantasioso, con iniziative anche estemporanee ma spesso efficaci che poteva cambiare la partita con una penetrazione inattesa, un incrocio imprevedibile, un calcio sull'ala, ha segnato e fatto segnare più di una meta con queste iniziative, poi si è sempre dimostrato accettabile sia nel gioco al piede (anche nei piazzati) che in fase difensiva

in nazionale però mi pare che non gli si chieda questo, anzi mi pare che gli si chieda proprio il contrario, vale a dire di non prendere troppe iniziative, una gestione regolare e pulita, solidità, di limitare la fantasia: c'è troppa paura di sbagliare e di pagare caramente l'errore ma se l'obiettivo era questo allora era certamente più sensato portarsi Burton

non so se il rendimento di Orquera in nazionale sia dovuto a una scarsa forma fisica, problemi alla caviglia, a un blocco psicologico o a precise direttive tattiche, ma certamente per capire il suo valore non ci si può basare solo sulle sue prestazioni in azzurro, bisogna averlo visto giocare ad alto livello in Francia altrimenti anche per un Canale non avrebbe molto senso la posizione di centro titolare assolutamente inamovibile da 6 anni a questa parte

oldprussians
Messaggi: 5232
Iscritto il: 17 set 2006, 15:52

Re: Australia vs Italia

Messaggio da oldprussians » 13 set 2011, 9:38

danci ha scritto:
diddi ha scritto:Ho visto in tv qualche partita di Orquera in Francia. Il suo punto di forza è la rapidità: la difesa non sa mai bene se aprirà (e su chi) o se andrà in penetrazione e a volte reagisce troppo tardi. Inoltre non è Wilko, ma di norma calcia molto meglio
nella "Orquereide" (saga che si sta avvicinando alle "Chansons de Pez" e al "De Scanavacca") mi pare sia questo il punto centrale

il motivo per cui Orquera è (tornato) in nazionale è legato alle sue eccellenti stagioni giocate a Brive dal 2006 al 2010 (l'ultima non lo è stata), in cui ha fatto vedere cose notevoli in Top 14 pur partendo sempre da apertura non titolare

quanto a capacità tecniche, di gestione del gioco, regolarità gli sono sempre stati preferiti altri, prima la "grande promessa" (non mantenuta) Petitjean, poi Goode, infine la "nuova promessa" Belie (in cui forse non credono tanto, visto che hanno preso Geraghty): Orquera era invece il giocatore imprevedibile, fantasioso, con iniziative anche estemporanee ma spesso efficaci che poteva cambiare la partita con una penetrazione inattesa, un incrocio imprevedibile, un calcio sull'ala, ha segnato e fatto segnare più di una meta con queste iniziative, poi si è sempre dimostrato accettabile sia nel gioco al piede (anche nei piazzati) che in fase difensiva

in nazionale però mi pare che non gli si chieda questo, anzi mi pare che gli si chieda proprio il contrario, vale a dire di non prendere troppe iniziative, una gestione regolare e pulita, solidità, di limitare la fantasia: c'è troppa paura di sbagliare e di pagare caramente l'errore ma se l'obiettivo era questo allora era certamente più sensato portarsi Burton

non so se il rendimento di Orquera in nazionale sia dovuto a una scarsa forma fisica, problemi alla caviglia, a un blocco psicologico o a precise direttive tattiche, ma certamente per capire il suo valore non ci si può basare solo sulle sue prestazioni in azzurro, bisogna averlo visto giocare ad alto livello in Francia altrimenti anche per un Canale non avrebbe molto senso la posizione di centro titolare assolutamente inamovibile da 6 anni a questa parte
Ti quoto cosi tanto che mi imbarazzando...

Bloccato

Torna a “RWC Nuova Zelanda 2011”