dichiarazioni di Mallett

aperturaestremo
Messaggi: 2109
Iscritto il: 24 ago 2011, 18:12
Località: Pisa/Roma

dichiarazioni di Mallett

Messaggio da aperturaestremo » 2 set 2011, 12:19

Mallett ha recentemente sparato a zero sulla federazione, o meglio sul rapporto FIR-franchigie celtiche, per il caso Gower, in particolare se l' e' presa con gli Aironi, che non hanno, a suo dire, offerto un contratto a Gower, obbligandolo a scegliere la rugby league.

http://www.planetrugby.com/story/0,2588 ... 86,00.html

Inoltre ha anche detto di ritenersi fortunato a non essersi giocato la reputazione allenando l'Italia, anche se, ha lasciato intendere, non e' riuscito a far breccia nel rugby italiano, visto che non gli hanno offerto i due anni in piu' che chiedeva.

http://www.planetrugby.com/story/0,2588 ... 89,00.html

Un mio commento: le franchigie, per aver un senso, dovevano essere federali, non semiprivate, vecchio discorso. Assurdo che gli Aironi vendano Bocchino a Prato (anche se cosi' lo potro' vedere piu' spesso dal vivo), che rifiutino Gower o che la Benetton sia un club a se stante, non era questo lo spirito. Quanto a Mallett io altri due anni glieli avrei offerti, magari con l'impegno a evitarci il cucchiaio di legno, visto che ne ha presi 4 in 4 sei nazioni...

fausto
Messaggi: 419
Iscritto il: 4 mar 2003, 0:00

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da fausto » 2 set 2011, 12:43

Immagino fosse consapevole già quattro anni del rischio di perdersi la reputazione.
Chi glielo ha ordinato di allenare l'Italia ? Il suo medico di famiglia ?
Spero che le sue dichiarazioni a planetrugby siano il frutto di una manipolazione giornalistica.
Che motivazioni può trasmettere un allenatore con questo atteggiamento ?
Spero di sbagliarmi (veramente) ma questo mondiale non lo vedo per niente bene per gli azzurri.

bosch
Messaggi: 382
Iscritto il: 10 feb 2003, 0:00
Località: genova

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da bosch » 2 set 2011, 12:59

ma è possibile arrivare al mondiale senza dichiarazioni esplosive spacca ambiente?
il precedente con berbizier non ha insegnato nulla :evil:

Luqa-bis
Messaggi: 5151
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da Luqa-bis » 2 set 2011, 13:02

Questione Gower:

se gli accordi FIR-Aironi non prevedevano obblighi particolari sui mediani di apertura o su certi nomi,
se gli Aironi non ritengono di considerare Craig Gower utile al loro progetto o lo ritengono troppo costoso pe rlo stesso.
Non mi stupisco che gli Aironi non abbiano tesserato Gower.
Non mi stupisco che Gower sia andato a giocare a XIII a Londra.
Vedremo alla fine dell afiera chi avrà avuto ragione.

Per quanto riguarda Bocchino:
se negli Aironi non s iha più fiducia inlui, oppure siritiene che il suo contratto sia onoero srispetto ai ritorni agonistici,
oppure se Bocchinoritiene incongruo quanto gli offrivano gli Aironi e/o preferisce giocare sempre in Eccellenza che giocare poco (quasi mai) in Celtica.
Non mi danneggia che Bocchino vada a prato.

Starà a lui dimostrare di valere.
Io ci conto.

aperturaestremo
Messaggi: 2109
Iscritto il: 24 ago 2011, 18:12
Località: Pisa/Roma

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da aperturaestremo » 2 set 2011, 13:10

Luqa-bis ha scritto:Questione Gower:

se gli accordi FIR-Aironi non prevedevano obblighi particolari sui mediani di apertura o su certi nomi,
se gli Aironi non ritengono di considerare Craig Gower utile al loro progetto o lo ritengono troppo costoso pe rlo stesso.
Non mi stupisco che gli Aironi non abbiano tesserato Gower.
Non mi stupisco che Gower sia andato a giocare a XIII a Londra.
Vedremo alla fine dell afiera chi avrà avuto ragione.

Per quanto riguarda Bocchino:
se negli Aironi non s iha più fiducia inlui, oppure siritiene che il suo contratto sia onoero srispetto ai ritorni agonistici,
oppure se Bocchinoritiene incongruo quanto gli offrivano gli Aironi e/o preferisce giocare sempre in Eccellenza che giocare poco (quasi mai) in Celtica.
Non mi danneggia che Bocchino vada a prato.

Starà a lui dimostrare di valere.
Io ci conto.
Questo e' proprio il punto. Quali sono gli accordi FIR-Aironi? La FIR paga il 60% dello stipendio del direttore tecnico, del coach, nonche' paga alcuni giocatori di interesse nazionale. Non ce l' ho con gli Aironi ne' con la Benetton, ma mi domando quali siano gli accordi e come mai gli Aironi -che non e' che a numero 10 schierino Dan Carter, tutt'altro- non abbiano tesserato ne' il numero 10 titolare della Nazionale fino a qualche mese fa (Gower) ne' la sua prima (o seconda) riserva, Bocchino. Se i loro interessi non coincidono con quelli della nazionale e del movimento, allora il concetto di franchigia e' da rivedere.

jentu
Messaggi: 3952
Iscritto il: 3 mag 2005, 0:00
Località: lontano da dove vorrei

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da jentu » 2 set 2011, 13:46

Una franchigia in Veneto, che in realtà è una società in scarso rapporto con le altre tradizioni venete, ha il suo peso economico e di tradizione che le permette di essere relativamente autonoma dalla FIR.
Una franchigia originariamente lombardo emiliana, ora molto più lombarda che si avvicina sempre più a Milano (i numeri contano anche se c'è qualcuno che negava il peso delle metropoli), che gioca a rimpiattino con la FIR ma alla fine è forse meno collaborativa e lungimirante di Treviso. Prendere Orquera ultratrentenne e mandar via Bocchino è una scelta superba come lungimiranza e prospettive di crescita.
Alla fine mamma FIR si sta spendendo per far produrre a Sky/La7 o a Sky/Rai (come scritto su rugby 1823) la pro12 delle province italiane (ma solo perchè è giocata in provincia, non nel senso irlandese del termine :-] ) mettendo sul campo il peso delle sue nazionali (Sky/La7 e test macht casalinghi) e addirittura dell'eccellenza (Sky/Rai) pur di rendere commestibile la spesa.
Dall'altra parte niente rugby d'elite sotto il Po (Robin Hood alla rovescia).
Mentre i premi rugby di base sono rifiutati a chi ha fatto l'obbligatorietà anche attraverso i tornei nazionali FIR.
Complimenti, complimenti davvero! :twisted:

Leinsterugby
Messaggi: 5124
Iscritto il: 25 nov 2008, 12:33
Località: treviso

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da Leinsterugby » 2 set 2011, 14:40

burton domani gioca, me par de sognar!

JosephK.
Messaggi: 10119
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da JosephK. » 2 set 2011, 14:58

fausto ha scritto:Immagino fosse consapevole già quattro anni del rischio di perdersi la reputazione.
Io spero che questa cosa sia stata travisata o esagerata o tradotta male. Io non ho proprio nulla contro Mallet, anzi, e cerco di giudicarlo per quello che fa in campo ma se ha veramente espresso questo giudizio dovrebbe chiedere scusa alla prima occasione utile. Stop.

Come se poi tra l'altro Berbizier o Kirwan hanno perso la reputazione allenando l'Italia...
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

giangi2
Messaggi: 1127
Iscritto il: 25 lug 2006, 9:00

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da giangi2 » 2 set 2011, 17:33

Già scritto, ma giova ripetere:
1. La Benetton ha pubblicato il suo bilancio: 8,5 mil, di cui 1,2 (diciamo anche 1,5) dai contributi FIR. Anche per gli Aironi immagino sia più o meno così.
2. La FIR compila liste di giocatori di interesse nazionale, fissa il limite degli stranieri, addirittura i ruoli.
3. La FIR "caldeggia" alle franchigie l'ingaggio di giocatori (magari con contratti pluriennali) salvo poi essere schizofrenica quando ci sono da far entrare/uscire nomi dalle liste dei giocatori, magari non rispettando le promesse fatte.
4. I "permit player" sono stabiliti dalla FIR.
5. I punti precedenti secondo me significano che il mercato delle due franchigie è tutto sommato abbastanza obbligato, vuoi per scarsità di materiale umano, vuoi per ristrettezze di budget.
6. A Gower era stato offerto un contratto annuale da 150.000 euro lordi (l'ha detto il suo agente), ma lui voleva biennale a cifre superiori (che evidentemente ha ottenuto nel XIII).
7. Cosa si sarebbe detto se la FIR avesse imposto un contratto in linea con le richieste di Gower a una delle due franchigie (anche pagando più del 60% stabilito dai sui stessi regolamenti)? Insulti alla FIR che spreca denaro per un 33enne a fine carriera infortunato, solo per fargli fare 4/5 partite con la nazionale.

Da quanto sopra io deduco che:
- la collaborazione FIR/Franchigie c'è, che vogliano o no, se non è collaborazione chiamiamolo sottostare ai regolamenti;
- gli effetti dell'ingresso in Celtic League (1 sola stagione giocata!) si vedono già adesso e si vedranno ancora di più tra 2/3 anni, visto che abbiamo un buon gruppo di giocatori che ha fatto esperienza in un campionato di qualità e inizia a farsi vedere con la nazionale, e altri giovani che giocheranno molto in questa stagione;
- la FIR avrebbe dovuto fin da subito creare un legame mediatico e commerciale tra la Nazionale e le 2 Franchigie perchè, piaccia o meno, giusto o sbagliato che sia, queste esprimono il massimo livello rugbystico in Italia dopo la Nazionale e anche un cieco secondo me dovrebbe vedere le potenzialità di promozione/comunicazione e reclutamento che induce un'operazione di questo tipo. Se questo non è successo è solo (IMHO) per le rivalità FIR/TREVISO, se invece fosse solo incompetenza ci sarebbe veramente da mandare tutti a casa.

TommyHowlett
Messaggi: 3623
Iscritto il: 7 apr 2004, 0:00
Località: Porto Viro

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da TommyHowlett » 2 set 2011, 18:13

Le franchigie esistono da un anno, non da dieci. Ora, io franchigia, perché dovrei obbligatoriamente schierare a n.10 un ragazzo che non ritengo pronto e non credo nemmeno sia nelle condizioni di migliorare solo perché manca un MA italiano da mandare in nazionale? Il materiale che è a disposizione per le due squadre di CL e, di riflesso, per la nazionale è questo, cioè nulla.
Ma la colpa di ciò va ricercata a monte, molto a monte, tra quei soggetti che avrebbero dovuto organizzare il rugby italiano in certa maniera e che invece si sono piegati ai soliti interessi geo-politici; e, perché no, in mezzo a loro ci metto pure il signor NM. Cosa ha detto o insegnato il buon sudafricano per cambiare le cose?
Prendiamo Brunel: se non erro il tecnico francese ha chiesto, anzi preteso di avere il controllo su tutta l'attività rugbystica dalle giovanili alle selezioni alle nazionali, ovviamente con l'aiuto di fidi collaboratori non avendo egli stesso il dono dell'ubiquità. Questo per avere diretta conoscenza e possibilità di intervento su quanto potrà essere di interesse per la sua squadra, ovvero la Nazionale italiana. Ecco, questo secondo me è il modo corretto di procedere, non quello di NM che ha deciso di puntare tutto su un ex-league ultratrentenne senza assicurarsi per tempo che il giocatore avesse le dovute garanzie contrattuali per poter giocare in Coppa del Mondo, e soprattutto senza creare una valida alternativa in caso di eventuale (ora sicuro) forfait dell'italo-australiano.
Non so se i miei giocatori bevono whisky. So che bevendo frappé non si vincono molte partite.

supermax
Messaggi: 2423
Iscritto il: 8 mar 2003, 0:00
Località: roma

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da supermax » 2 set 2011, 18:31

Io mi domando solo come mai Mallett non abbia speso una parola sulla presa per i fondelli subita da Gower e continui a sparare solo sulle responsabilità dal lato italiano. Gower ha il pieno diritto di cercare di prendere più soldi possibile in qualità di professionista, ha meno diritto di prendere tutti in giro inventando infortuni che non esistono per giustificare il no al mondiale avendo già deciso da mesi di passare al XIII. Ma ormai questa storia è acqua passata. Spero ci insegni per il futuro che, prima di puntare su uno straniero a fine carriera che nemmeno conosce la nostra lingua, per la nazionale si farebbe bene a puntare su qualcuno per il quale si possa pensare che, oltre al suo legittimo diritto a monetizzare la sua professione, abbia un certo attaccamento alla maglia. Tanto per intenderci, un Griffen mi sta benissimo perché, con tutti i suoi limiti, ha sempre dato il massimo per la mazionale, mentre un altro Gower per il futuro sarà meglio evitarlo.

Avatar utente
Giandolmen
Messaggi: 2663
Iscritto il: 6 mag 2003, 0:00
Località: città diffusa veneta

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da Giandolmen » 3 set 2011, 9:14

@Supermax: ammetto di essermi perso qualche puntata, vediamo se mi aiuti tu.

Dalle tue parole sembra che Gower si sia inventato l'infortunio e che la Fir non ne sapesse nulla. Secondo te è possibile/probabile che una federazione non sottoponga un proprio atleta del giro della nazionale ad accertamenti approfonditi dopo un infortunio? A me pare un po' strano. Non è che la storia dell'infortunio andava bene a tutti visto che non si è trovato un accordo economico col giocatore? L'unico a cui non andava bene è Mallett, che ha quindi ragione a lamentarsi visto che non può schierare la sua migliore formazione.

Giandolmen

Satiro
Messaggi: 1424
Iscritto il: 1 nov 2006, 18:54
Località: Roma

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da Satiro » 3 set 2011, 10:16

Giandolmen ha scritto:@Supermax: ammetto di essermi perso qualche puntata, vediamo se mi aiuti tu.

Dalle tue parole sembra che Gower si sia inventato l'infortunio e che la Fir non ne sapesse nulla. Secondo te è possibile/probabile che una federazione non sottoponga un proprio atleta del giro della nazionale ad accertamenti approfonditi dopo un infortunio? A me pare un po' strano. Non è che la storia dell'infortunio andava bene a tutti visto che non si è trovato un accordo economico col giocatore? L'unico a cui non andava bene è Mallett, che ha quindi ragione a lamentarsi visto che non può schierare la sua migliore formazione.

Giandolmen
quoto...
"gli uomini si dividono in due categorie...quelli con la pistola carica e quelli che scavano....TU SCAVI"

TommyHowlett
Messaggi: 3623
Iscritto il: 7 apr 2004, 0:00
Località: Porto Viro

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da TommyHowlett » 3 set 2011, 10:17

Al di là di quanta ragione (per me poca) possa avere NM nel rilasciare certe dichiarazioni, io verificherei se nei contratti che la Federazione chiude con i vari Ct c'è la clausola che obbliga a destabilizzare l'ambiente immediatamente prima dei mondiali. Ogni volta arriviamo alla più importante manifestazione rugbystica con giocatori che vorrebbero starsene tranquilli e concentrati e attorno a loro il solito indecifrabile marasma che coinvolge tecnici e dirigenti. Ditemi voi se è una cosa sensata per una nazionale che palesando limiti tecnici notevoli rispetto alle avversarie dirette necessità per passare il turno di una solidità mentale vicina al 110%...
Non so se i miei giocatori bevono whisky. So che bevendo frappé non si vincono molte partite.

Laporte
Messaggi: 8616
Iscritto il: 8 mar 2008, 10:01

Re: dichiarazioni di Mallett

Messaggio da Laporte » 3 set 2011, 16:47

fausto ha scritto: Chi glielo ha ordinato di allenare l'Italia ? Il suo medico di famiglia ?
No -.. Il suo conto in banca

Bloccato

Torna a “RWC Nuova Zelanda 2011”