Politica italiana e internazionale da bar

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
zappatalpa
Messaggi: 7752
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 31 mar 2021, 8:25

E cosa non mi fa questo Draghi?
E cosa non mi fa questo Draghi?
250€/per figlio fino alla fine dei 18anni.
Piú che per i soldi, che saranno tanti e vitali da qualche altra parte che qui, é il riconoscimento al valore di una "produzione" che vale piú di ogni altro servizio.
Sicuramente gli infertili, che sono tanti e non solo a Sx, cercheranno di sabotare che si diano soldi a clientela non "loro". Rosicate piano che mi spaventate i pargoli :lol:
#GrazieRenzi

Luqa-bis
Messaggi: 6368
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Luqa-bis » 31 mar 2021, 18:18

MI aspetta una lunga trattaiva con i pargoli sulla paghetta, se lo vengono a sapere.

@ Garry sul mondo M5S hai qualche pregiudizio.

Garry
Messaggi: 15870
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 31 mar 2021, 18:51

Diciamo che ho buona memoria.

Esempio: il mio giudizio su Conte, soprattutto il "bis", è decisamente positivo, però non dimentico che è stato avvocato nella causa a favore di Stamina.
- Presidente del comitato "No ai soldi a pioggia per il rugby italiano"
- Inventore del programma per disintossicarsi dall'ossessione per il proprio orticello

Luqa-bis
Messaggi: 6368
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Luqa-bis » 1 apr 2021, 11:01

Beh, l'avvocato è come un giocatore di calcio, va dove lo paga il cliente.

Poi, che nell'ambito di quel 30% di italiani che han creduto nella proposta Grillo-Casaleggio, sperare di non trovare un campionario di amenità intellettuali sarebbe pretendere troppo.
Un 30% di Italiani tutti immuni dalle bischerate mediatiche e dalle follie culturali?
Difficile, quasi impossibile.

zappatalpa
Messaggi: 7752
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 1 apr 2021, 13:48

Luqa-bis ha scritto:
31 mar 2021, 18:18
MI aspetta una lunga trattaiva con i pargoli sulla paghetta, se lo vengono a sapere.
A 14anni mandameli su, che la paghetta se la guadagnano nei meleti

Luqa-bis
Messaggi: 6368
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Luqa-bis » 1 apr 2021, 16:35

Uno ne ha già 15.
E se devo farlo lavorare non ho necessità di meleti.

zappatalpa
Messaggi: 7752
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 1 apr 2021, 16:53

Luqa-bis ha scritto:
1 apr 2021, 16:35
Uno ne ha già 15.
E se devo farlo lavorare non ho necessità di meleti.
Ma per farlo guadagnare sí, maledetto comunista pauperista schiavista

Garry
Messaggi: 15870
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 2 apr 2021, 14:49

Mettiamolo qui, nella politica.
La storia dei "Direttori di sé stessi" della Rai non dovrebbe essere troppo fuori tema.


Gianluca Roselli sul Fatto (p.9) scrive sui “parcheggiati, in attesa di..” in casa Rai. Sono i cosiddetti direttori di se stessi, trombati dalla politica o defilati, a cui spesso vengono assegnati ruoli che assomigliano a scatole vuote, creati solo per giustificare un lauto stipendio. Tra i nomi, il Fatto cita quello di Francesco Pionati, giornalista politico del Tg1 inventore del “panino” maggioranza-opposizione-maggioranza. Oggi in forze alla Rai di Napoli, con uno stipendio di 215.360 euro lordi annui. Poi c’è Fabrizio Maffei (240 mila euro) dal 2016 “membro della commissione preposta al progetto di mappatura del personale giornalistico”. Poi Fabrizio Ferragni (215.589 euro) e Luca Mazzà (240 mila euro), alla guida di due canali “fantasma”: il primo guida il canale in lingua inglese, che non ha mai visto la luce, il secondo alla guida del canale istituzionale. Nel mirino del Fatto anche Giovanna Botteri (211.666 euro), inviata in Cina, dove però la sede Rai è chiusa. Appena nominata capo-struttura di se stessa l’ex presidente Monica Maggioni (240 mila euro).
- Presidente del comitato "No ai soldi a pioggia per il rugby italiano"
- Inventore del programma per disintossicarsi dall'ossessione per il proprio orticello

Luqa-bis
Messaggi: 6368
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Luqa-bis » 2 apr 2021, 22:31

@ Zappatalpa

Non ho inteso, per guadagnare soldi, un 14 enne deve andare nei meleti del Tirolo?

Ilgorgo
Messaggi: 12145
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Ilgorgo » 4 apr 2021, 16:32

Notizia collaterale dal Medio Oriente, vagamente legata al rugby: Re Abdullah di Giordania, tallonatore ai tempi del college, ha sventato una specie di tentativo di colpo di stato.
Mi ha sempre dato l'idea di essere un governante tranquillo e non autoritario, almeno per i parametri di quell'area, ma vederlo pieno di medaglie e con le gualdrappe dorate non è un buon segno. Nell'articolo del Post le voci dei suoi rivali lo accusano di aver ridotto le libertà di critica; e la ricostruzione dell'articolo sostiene che in pratica ha spodestato il legittimo principe

www.ilpost.it/2021/04/04/arresti-giorda ... -di-stato/

Immagine

Garry
Messaggi: 15870
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 4 apr 2021, 16:35

Ha tallonato il principe.
Tallonato in senso rugbistico, ovviamente.
- Presidente del comitato "No ai soldi a pioggia per il rugby italiano"
- Inventore del programma per disintossicarsi dall'ossessione per il proprio orticello

zappatalpa
Messaggi: 7752
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 7 apr 2021, 20:23

quanto mi dispiace che i 2 o 3 a cui veramente interessa
la questione sul "perchè la Socialdemocrazia sta morendo" non riuscite a leggere la critica al libro di S. Wagenknecht, vera passionaria della Sx. Non voglio dire balle ma l' analisi è una pietra miliare e sicuramente verrà tradotta. proporrei mia moglie all'editore ma per il momento non ce la può fare


https://m.facebook.com/story.php?story_ ... 1566065122

stmod
Messaggi: 226
Iscritto il: 19 apr 2010, 16:23

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da stmod » 8 apr 2021, 1:38

Garry ha scritto:
30 mar 2021, 13:36
La storia del M5S è molto articolata, ramificata, condita da "SVEGLIAAAA!" perché la sapevano lunga e conoscevano come va veramente il mondo.
Adesso che sono al governo da un po', sono cambiate anche le loro convinzioni, stanno continuamente scoprendo cose che hanno ribaltato le loro certezze.

Un quadro di regole che possano costituire una base comune di partenza per i nuovi grillini, potrebbe essere questo:

Immagine
Ero e sono convinto di quello che ti scrivo qui sotto tra il serio e il faceto in risposta all'immagine da ben prima che il M5S esistesse, e li considero, al momento, il migliore partito possibile pur non essendovi iscritto.
Sono io una anomalia statistica, o magari non tutti i grillini sono uguali?
  • Earth is not flat --> ok
  • Vaccines work --> more often than not, but not always. There is nothing in life that is not associated with a risk.
  • We've been to the moon --> ok
  • Climate change is real --> ok
  • Universe is expanding --> debatable, not proven.
  • Math is the Universal Language --> Could be, it is (unfortunately) not now. Despite I am an engineer and I love math, you can agree that conveying the beauty of a sunset and the associated sentiment can be difficult by using just math.
  • Chemtrails aren't a thing --> (chem)trails produced by airplanes exist. Their supposed effect is not a thing.
  • Evolution is a fact --> so far yes, but was linked to the better ability of surviving and reproducing. Is it still true today?
  • We are all made of stardust --> I am made of atoms... exactly as stardust is.
  • Science is like magic but real --> each scientific theory must be falsifiable to be real (cf Popper).
  • Stand up for science: Always!
-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-
Vincitore dello strampalato Nostradamus nell' Annus Horribilis 2020
-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

zappatalpa
Messaggi: 7752
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da zappatalpa » 8 apr 2021, 8:47

zappatalpa ha scritto:
7 apr 2021, 20:23
quanto mi dispiace che i 2 o 3 a cui veramente interessa
la questione sul "perchè la Socialdemocrazia sta morendo" non riuscite a leggere la critica al libro di S. Wagenknecht, vera passionaria della Sx. Non voglio dire balle ma l' analisi è una pietra miliare e sicuramente verrà tradotta. proporrei mia moglie all'editore ma per il momento non ce la può fare
https://m.facebook.com/story.php?story_ ... 1566065122
spero di aver fatto un piacere a qualcuno. e spero che si capisca un pó, la lingua dei sinistri é sempre appositamente ingarbugliata. perché nata teorica, quasi mai pratica. figuriamoci la traduzione. La recensione é di una intelettuale che avversa la Wagenknecht, in alcuni tratti lo si capisce

"I moralisi" di Sahra Wagenknecht: una polemica per il "conservatorismo di sinistra".

Recensione di Edith Bartelmus-Scholich
Il 14 aprile, il nuovo pamphlet "DIE SELBSTGERECHTEN - Mein Gegenprogramm - fürGemeinsinn und Zusammenhalt" di Sahra Wagenknecht sarà pubblicato da Campus Verlag. In 345 pagine Wagenknecht dà una visione completa del suo pensiero politico.
Il punto di partenza delle sue riflessioni è la debolezza della sinistra sociale, il declino dei partiti di sinistra e lo stato del capitalismo globalizzato. Descrive quest'ultimo con effetti negativi soprattutto sui lavoratori e gli impiegati senza istruzione accademica, ma rimane a livello descrittivo senza un'analisi più profonda. Dimostra che la globalizzazione dieneoliberale è andata a scapito dei lavoratori. Molti di loro hanno sperimentato il declino sociale e la perdita del loro precedente standard di vita.
Il "liberalismo di sinistra" come ragione dei fallimenti della sinistra
Nel suo libro, Wagenknecht nomina i responsabili della debolezza della sinistra e del declino dei partiti di sinistra. Sono la "sinistra dello stile di vita", che appare mondana e allo stesso tempo intollerante e, secondo lei, appartengono ai vincitori della globalizzazione. Li vede come i benestanti che danno il tono alla sinistra e ai partiti di sinistra e li descrive come moralisti senza compassione per i perdenti della globalizzazione. Il canone di valori di questo gruppo con cosmopolitismo, multiculturalismo, femminismo, critica del consumo, sostenibilità e giustizia climatica segue i propri interessi e si adatta ai paradigmi neoliberali.
In questa sinossi, la Wagenknecht liquida anche i movimenti ai quali attribuisce un'affinità con la "sinistra - life style": Black Lives Matter, Fridays For Future, il nuovo movimento delle donne e UNTEILBAR. I "liberali di sinistra" che sono attivi nel movimento perseguono solo obiettivi che soddisfano i loro interessi particolari anche lì.
Soprattutto, i "sinistrati dello stile di vita" allontanano gli elettori e gli elettori dei partiti di sinistra, alienandoli profondamente. Ella sussume i sostenitori di questi valori sotto il termine "liberalismo di sinistra", in distinzione da quello che lei vede come neoliberismo strettamente correlato.
Il fallimento della sinistra porta ai successi dei partiti di destra
Wagenknecht distingue i "liberali di sinistra" dalla cosiddetta sinistra tradizionale, i cui valori erano la giustizia e la sicurezza sociale nel quadro dello stato nazionale. Secondo lei, gli operai, gli impiegati e i membri della classe medio-bassa potevano identificarsi con la sinistra tradizionale, ma non possono più farlo con la "sinistra liberale". Poiché la clientela classica dei partiti di sinistra non si sente più rappresentata dalla "sinistra dello stile di vita", oggi o non vota affatto o vota per protesta per i partiti di destra come l'AfD. Secondo lei, il successo dell'AfD in Germania non è dovuto a uno spostamento dello zeitgeist a destra, ma piuttosto alla trascuratezza dei perdenti della globalizzazione da parte della "sinistra-liberale".
Attribuisce il declino dei partiti di sinistra al loro cambiamento di appartenenza. I lavoratori sono stati sostituiti da accademici. Nel fare questo, lei propone l'idea che il declino della SPD non è iniziato dopo il Congresso del partito di Godesberg, ma attraverso l'afflusso di studenti di sinistra radicale da case borghesi dopo il 1968.
Punti ciechi e divisione della classe
È evidente che lei percepisce il gruppo di perdenti della globalizzazione che vuole rappresentare solo come vittime, ma non come potenti attori politici. Non esamina nemmeno l'influenza dell'organizzazione sindacale e delle lotte sindacali sull'equilibrio di potere tra le classi. Non prende atto della ricomposizione della classe dei salariati, che oggi è più precaria, più femminile, più migrante e più accademica. Ha comunque rinunciato al concetto di classe e lavora invece con il concetto borghese di strati. Usando il concetto di classe, tuttavia, diventa subito chiaro che Wagenknecht si sbaglia: anche se ci sono interessi diversi, ad esempio tra disoccupati, lavoratori a basso salario, lavoratori precari o dipendenti fissi, tra salariati con e senza un background migratorio, non ci sono opposti antagonisti. La conseguenza è che non sviluppa una politica di classe unificante.
Secondo lei, i colletti blu e bianchi senza titoli accademici sono tra i perdenti oggettivi dell'immigrazione in Germania. La migrazione, secondo Wagenknecht, danneggia sia i paesi d'origine dei migranti che il basso reddito in Germania. I nativi declassati competono con i nuovi arrivati per i lavori a basso salario e gli alloggi a prezzi accessibili. Deplora le società parallele, i cambiamenti culturali nei quartieri un tempo dominati dai lavoratori tedeschi, le scuole dove troppi bambini parlano un tedesco povero, e lo spostamento dei nativi dai loro quartieri tradizionali. Lei sostiene la necessità di limitare l'afflusso di immigrati.
Design che guarda al passato
Da pagina 205 Wagenknecht delinea le caratteristiche principali del suo programma politico. Si basa sui valori della nazione, della cultura leader e della giustizia sociale. Secondo lei, la nazione non è fondata sulla discendenza ma sulla storia e la cultura comune. L'integrazione comprende quindi anche l'assimilazione culturale.
Per giustizia sociale intende il ritorno alla meritocrazia. La ricezione delle prestazioni sociali dovrebbe seguire i contributi pagati in precedenza, chi guadagna bene e paga alti contributi, è quindi meglio protetto del dipendente a basso salario, che paga solo bassi contributi. Molte delle persone che Wagenknecht vuole effettivamente rappresentare cadrebbero di nuovo nel vuoto in una tale meritocrazia. È quasi superfluo dire che rifiuta concetti come il reddito di base incondizionato.
Economicamente, favorisce l'ordoliberalismo (economia sociale di mercato), che ritiene più adatto ad una meritocrazia. Distingue tra capitalisti e imprenditori: i primi sono interessati solo al profitto, i secondi alla costruzione della loro impresa. Gli imprenditori, secondo Wagenknecht, devono essere protetti dalle acquisizioni di "avvoltoi" e "locuste". Vuole ridurre in gran parte la globalizzazione dell'economia e a questo scopo, tra le altre cose, vuole introdurre tariffe protettive che portino il prezzo delle merci straniere al livello del prodotto interno. Allo stesso tempo, rifiuta rigorosamente gli aumenti del prezzo delle merci dovuti a nuove tasse climatiche e ambientali.
Wagenknecht è chiaro che i valori politici che presenta non appartengono alla sinistra ma allo spettro conservatore. Trova il nuovo termine "conservatorismo di sinistra" per il suo programma.
Sahra Wagenknecht
Il moralista
Il mio controprogramma - per lo spirito pubblico e la coesione
Campus
ISBN 978-3-593-51390-4
24,95 Euro

Garry
Messaggi: 15870
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Politica italiana e internazionale da bar

Messaggio da Garry » 8 apr 2021, 11:23

stmod ha scritto:
8 apr 2021, 1:38
Ero e sono convinto di quello che ti scrivo qui sotto tra il serio e il faceto in risposta all'immagine da ben prima che il M5S esistesse, e li considero, al momento, il migliore partito possibile pur non essendovi iscritto.
Sono io una anomalia statistica, o magari non tutti i grillini sono uguali?
  • Earth is not flat --> ok
  • Vaccines work --> more often than not, but not always. There is nothing in life that is not associated with a risk. Detta questa cosa universalmente riconosciuta, la sostanza dell'affermazione non cambia: i vaccini funzionano. (Gli aeroplani funzionano, le automobili funzionano, ecc...ecc...)
  • We've been to the moon --> ok
  • Climate change is real --> ok
  • Universe is expanding --> debatable, not proven. Credo che ci sia poco da dibattere, a meno di non mettersi a discutere con i terrapiattisti
  • Math is the Universal Language --> Could be, it is (unfortunately) not now. Despite I am an engineer and I love math, you can agree that conveying the beauty of a sunset and the associated sentiment can be difficult by using just math. Io invece amo soprattutto arte e letteratura, per cui avevo inteso questa affermazione come il fatto che la matematica fosse l'unico linguaggio comune e comprensibile a tutto il mondo
  • Chemtrails aren't a thing --> (chem)trails produced by airplanes exist. Their supposed effect is not a thing. No, qui hai involontariamente operato uno spostamento della verità. Gli aeroplani lasciano dietro di sé scie più o meno visibili, certo. Anche le automobili, i trattori e altro. Le "scie chimiche grilline" erano sostanze deliberatamente rilasciate nell'atmosfera con le più svariate finalità (sempre perniciose, s'intende), da entità sovranazionali che volevano controllare il mondo
  • Evolution is a fact --> so far yes, but was linked to the better ability of surviving and reproducing. Is it still true today? Basta informarsi. Si è evoluta anche la teoria evoluzionista, senza per questo cambiare nome. Comunque questo meme credo provenga dagli USA, io ho operato l'accostamento ai grillini, ma qui è chiaro che vuole colpire direttamente i creazionisti, presenza molto ingombrante, negli USA
  • We are all made of stardust --> I am made of atoms... exactly as stardust is.
  • Science is like magic but real --> each scientific theory must be falsifiable to be real (cf Popper).
  • Stand up for science: Always!
Quindi il M5S è diventato un partito? Oltre a questo cambiamento (se lo sono diventati), per fortuna ne sono avvenuti altri. Non sono informatissimo, ma credo che (come Movimento, i singoli non lo so) per esempio abbiano abbandonato il principio di "libertà di scelta di come curarsi" (pagata però dallo Stato). Le battaglie sul Metodo Di Bella o su Stamina me le ricordo bene.

Sui punti rispondo sopra, in italiano.
- Presidente del comitato "No ai soldi a pioggia per il rugby italiano"
- Inventore del programma per disintossicarsi dall'ossessione per il proprio orticello

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”