CHE LIBRI LEGGETE?

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
RigolettoMSC
Messaggi: 1420
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da RigolettoMSC » 16 ott 2020, 22:20

Garry ha scritto:
16 ott 2020, 12:11
@Rigoletto
..........
Le espressioni che trova lì non le troverà da nessun altra parte
Ma se riesce a leggere quel libro avrà raggiunto più di un obiettivo:

1 - Avrà goduto non poco, intellettualmente e fisicamente;
2 - Non avrà più "paura" di non capire un qualunque testo in italiano;
3 - Avrà imparato un sacco di parole nuove (prima della lettura del Pasticciaccio
credevo fermamente che una livelletta fosse una livella ma di piccole dimensioni :shock: );
4 - a un certo punto bisogna pur lanciarsi! :rotfl:

P.S. Non so il francese e me ne rammarico, anche solo per non poter leggere la traduzione... :P
Riccardo

Garry
Messaggi: 11807
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Garry » 16 ott 2020, 22:38

Vabbè, io avevo risposto seriamente...

Per me è come chiedere di leggere Joyce prima di leggere che so, Hemingway e simili
"Se gli dei amassero le loro creature come io i miei gatti, forse vivremmo santi e beati nel migliore dei mondi possibili" S. Spagnoli
"Il mio gatto fa quello che io vorrei fare, ma con meno letteratura" E. Flaiano

Luqa-bis
Messaggi: 5758
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Luqa-bis » 17 ott 2020, 9:24

Garry ha ragione

State consigliando di cominciare a fare ciclismo facendo il Giro del Gruppo del Sella.
Meglio autori meno creativi e più ortodossi.
La parte neorealista indicata da jpr williams (Malaparte, Fenoglio, Calvino, Cassola) mi pare un buon inizio.
Gadda come Camilleri sono più adatti ai virtuosisti del linguaggio di esplorazione ed inventiva.

@ Rigoletto

Eppure dalle tue parti , di "livellette" ce ne sono e di belle toste.

parisgino
Messaggi: 66
Iscritto il: 27 mar 2020, 21:19

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da parisgino » 17 ott 2020, 11:29

@ garry
Un'immersione che ha i suoi motivi radicati in un lungo "percorso". Non voglio dilungarmi più di tanto sul "percorso" ma direi, che riguarda il rapporto degli 'Italo-altra nazionalità" con l'Italiano, la cultura italiana e in generale l'Italia.
PS : argomento ricorrente, sul forum in ambito "rugbistico", a proposito dei giocatori della nazionale nati all'estero.

@Rigoletto
Trovato proprio in casa "Quel pasticciaccio brutto de via Merulana" in versione Francese (prima traduzione : "L'affreux pastis de la rue des Merles")...
Il traduttore ha scelto "l'Argot" (gergo), di stampo parigino tipico, per tradurre il Romanesco (?), gergo ormai poco usato ma molto diffuso nei rioni "popolari" (sempre tra virgolette) di Parigi (direi fino alla fine degli anni sessanta)... Il che spiega la necessità della seconda traduzione. E Mi fermo, perché sto per entrare nella problematica della traduzione (e anche del "gergo-argot").

@Garry e Rigoletto
Tranquilli... "Quel pasticciaccio brutto de via Merulana" si inserisce nel "percorso" sopraccitato... Adesso o più tardi... Ed è proprio questo il bello del "percorso" !

Garry
Messaggi: 11807
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Garry » 17 ott 2020, 13:10

parisgino ha scritto:
17 ott 2020, 11:29
@ garry
Un'immersione che ha i suoi motivi radicati in un lungo "percorso". Non voglio dilungarmi più di tanto sul "percorso" ma direi, che riguarda il rapporto degli 'Italo-altra nazionalità" con l'Italiano, la cultura italiana e in generale l'Italia.
Questo ti fa veramente onore.
È un valore da coltivare, quindi... chapeau :lol:
Da ragazzo ho vissuto per alcuni mesi a Londra presso una famiglia di italiani che ormai parlavano una lingua non ben definita e abbastanza comica. La perdita progressiva delle radici
"Se gli dei amassero le loro creature come io i miei gatti, forse vivremmo santi e beati nel migliore dei mondi possibili" S. Spagnoli
"Il mio gatto fa quello che io vorrei fare, ma con meno letteratura" E. Flaiano

parisgino
Messaggi: 66
Iscritto il: 27 mar 2020, 21:19

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da parisgino » 17 ott 2020, 15:03

Garry ha scritto:
17 ott 2020, 13:10

Da ragazzo ho vissuto per alcuni mesi a Londra presso una famiglia di italiani che ormai parlavano una lingua non ben definita e abbastanza comica. La perdita progressiva delle radici
Il mantenimento del legame con l'Italia e con l'Italiano dipende da tanti fattori. Non ultimo il motivo dell'immigrazione.
Ho sentito dire tante volte che spesso gli Italiani che sono venuti in Francia all'epoca del fascismo hanno addirittura vietato l'uso della lingua Italiana ai loro figli. E del tutto diverso per quelli che sono venuti per motivi economici (sin dall' inizio c'era la speranza di tornare in Italia anche se questo ritorno, per tanti, non è mai avvenuto).

PS : l'argomento è interessante ma, forse, stiamo andando off-topic

RigolettoMSC
Messaggi: 1420
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da RigolettoMSC » 17 ott 2020, 19:18

parisgino ha scritto:
17 ott 2020, 11:29
............

@Rigoletto
Trovato proprio in casa "Quel pasticciaccio brutto de via Merulana" in versione Francese (prima traduzione : "L'affreux pastis de la rue des Merles")...
Il traduttore ha scelto "l'Argot" (gergo), di stampo parigino tipico, per tradurre il Romanesco (?), gergo ormai poco usato ma molto diffuso nei rioni "popolari" (sempre tra virgolette) di Parigi (direi fino alla fine degli anni sessanta)... Il che spiega la necessità della seconda traduzione. E Mi fermo, perché sto per entrare nella problematica della traduzione (e anche del "gergo-argot").

@Garry e Rigoletto
Tranquilli... "Quel pasticciaccio brutto de via Merulana" si inserisce nel "percorso" sopraccitato... Adesso o più tardi... Ed è proprio questo il bello del "percorso" !
Ti invidio molto la traduzione in argot. :P

E sono tranquillissimo, sono altri che si agitano... :-]

E quindi ti suggerisco quello che per me è il capolavoro letterario di quello che è stato uno dei più importanti intellettuali del dopoguerra:

- "Il nome della rosa" di Umberto Eco

Un eccellente italiano, niente gerghi strani, una bella storia.
Riccardo

parisgino
Messaggi: 66
Iscritto il: 27 mar 2020, 21:19

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da parisgino » 17 ott 2020, 20:54

RigolettoMSC ha scritto:
17 ott 2020, 19:18

E quindi ti suggerisco quello che per me è il capolavoro letterario di quello che è stato uno dei più importanti intellettuali del dopoguerra:

- "Il nome della rosa" di Umberto Eco

Un eccellente italiano, niente gerghi strani, una bella storia.
Grazie ! Ho ascoltato due puntate del "Nome della rosa" in una trasmisssione della "raitre" (che si chiama "Ad alta voce", penso che conosci questa trasmissione) e, infatti, mi sembra un'ottima scelta.

PS : ho ascoltato anche une puntata del romanzo di Tabucchi, "Sostiene Pereira" (molto diverso certo). Mi piacerebbe leggerlo.

Garry
Messaggi: 11807
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Garry » 17 ott 2020, 21:19

parisgino ha scritto:
17 ott 2020, 20:54
RigolettoMSC ha scritto:
17 ott 2020, 19:18

E quindi ti suggerisco quello che per me è il capolavoro letterario di quello che è stato uno dei più importanti intellettuali del dopoguerra:

- "Il nome della rosa" di Umberto Eco

Un eccellente italiano, niente gerghi strani, una bella storia.
Grazie ! Ho ascoltato due puntate del "Nome della rosa" in una trasmisssione della "raitre" (che si chiama "Ad alta voce", penso che conosci questa trasmissione) e, infatti, mi sembra un'ottima scelta.

PS : ho ascoltato anche une puntata del romanzo di Tabucchi, "Sostiene Pereira" (molto diverso certo). Mi piacerebbe leggerlo.
Grande trasmissione, "Ad alta voce".
Hanno letto anche "Un anno sull'altipiano" e lo ha letto un grande attore, autore e monologhista, Marco Paolini. Un lettura che ha esaltato la qualità già alta del racconto. Te la consiglio, si rintraccia facilmente nei podcast di Rai3.

"Sostiene Pereira", altro romanzo che è diventato un film, con Marcello Mastroianni
"Se gli dei amassero le loro creature come io i miei gatti, forse vivremmo santi e beati nel migliore dei mondi possibili" S. Spagnoli
"Il mio gatto fa quello che io vorrei fare, ma con meno letteratura" E. Flaiano

Garry
Messaggi: 11807
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da Garry » 17 ott 2020, 21:21

Anzi, guarda, ti metto qui il link ai podcast di Un anno sull'altipiano: https://www.raiplayradio.it/playlist/20 ... 78a45.html

Bellissimo e coinvolgente
"Se gli dei amassero le loro creature come io i miei gatti, forse vivremmo santi e beati nel migliore dei mondi possibili" S. Spagnoli
"Il mio gatto fa quello che io vorrei fare, ma con meno letteratura" E. Flaiano

RigolettoMSC
Messaggi: 1420
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da RigolettoMSC » 18 ott 2020, 11:44

parisgino ha scritto:
17 ott 2020, 20:54
RigolettoMSC ha scritto:
17 ott 2020, 19:18

E quindi ti suggerisco quello che per me è il capolavoro letterario di quello che è stato uno dei più importanti intellettuali del dopoguerra:

- "Il nome della rosa" di Umberto Eco

Un eccellente italiano, niente gerghi strani, una bella storia.
Grazie ! Ho ascoltato due puntate del "Nome della rosa" in una trasmisssione della "raitre" (che si chiama "Ad alta voce", penso che conosci questa trasmissione) e, infatti, mi sembra un'ottima scelta.

PS : ho ascoltato anche une puntata del romanzo di Tabucchi, "Sostiene Pereira" (molto diverso certo). Mi piacerebbe leggerlo.
Grande Paris' :P

Guido (o meglio guidavo) per parecchie ore al giorno e prima le registrazioni a cassetta, poi i i podcast di "Ad alta voce" mi hanno fatto compagnia per anni. Lì ho scoperto cose nuove e ripassato con piacere vecchie conoscenze. Devo dire che per me Radio Tre è l'unico valido motivo per pagare il canone.
Riccardo

RigolettoMSC
Messaggi: 1420
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da RigolettoMSC » 18 ott 2020, 11:46

P.S. "Sostiene Pereira" é molto interessante, ben scritto e anche ben congegnato, che non guasta.
Riccardo

parisgino
Messaggi: 66
Iscritto il: 27 mar 2020, 21:19

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da parisgino » 19 ott 2020, 21:10

@JPR Ho visto il film "Uomini contro". Bel film. Penso non sia stato facile l'adattamento cinematografico del racconto di E. Lussu.

@Garry Grazie ! Ascoltare "un anno sull'altipiano" sarà un piacere !

@Rigoletto Veramente una bella trasmissione "Ad alta voce" ; ascoltare questa trasmissione è proprio un momento particolare (non saprei nemmeno come definirlo).
Ho scoperto l'esistenza del film "Sostiene Pereira" et ti ringrazio !

Ascoltata ieri sera la prima puntata del romanzo/novella (?) "Valentino" di Natalia Ginzburg. Non mi è dispiaciuto (litote ?) e mi ha anche fatto ridere.
Stavo per dimenticare... Ho anche ascoltato una novella di Pirandello (che avevo già letto) e anche questa volta mi ha fatto ridere non poco : la giara !!!

PS : ascoltando la / le prime puntate degli "audiolibri" e leggendo i vostri suggerimenti, ho fatto una bella provvista !

RigolettoMSC
Messaggi: 1420
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da RigolettoMSC » 19 ott 2020, 23:17

Luqa-bis ha scritto:
17 ott 2020, 9:24
.............
@ Rigoletto

Eppure dalle tue parti , di "livellette" ce ne sono e di belle toste.
Vero, sia ferroviarie che stradali. Il termine non lo conoscevo e avendolo trovato sul Pasticciaccio mi sono informato. Dopo che ho scoperto il significato della parola, questa citazione così precisa e tecnica, che poteva facilmente risultare pedante, in mezzo al folleggiare della locomotiva, allo svolazzare delle galline, alle grida dissennate del molosso rincretinito, mi è parsa di una comicità (pur essendo in effetti l'unica cosa normale in tutto quel casino) così surreale da risultarmi irresistibile. Il Pasticciaccio e la livelletta dell'Ing. Negroni (sono andato anche cercare sulla rete qualche opera degna di nota dell'Ing. di cui sopra) per me sono un'unica cosa! :-]
Riccardo

RigolettoMSC
Messaggi: 1420
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: CHE LIBRI LEGGETE?

Messaggio da RigolettoMSC » 19 ott 2020, 23:20

parisgino ha scritto:
19 ott 2020, 21:10
.................
Stavo per dimenticare... Ho anche ascoltato una novella di Pirandello (che avevo già letto) e anche questa volta mi ha fatto ridere non poco : la giara !!!

PS : ascoltando la / le prime puntate degli "audiolibri" e leggendo i vostri suggerimenti, ho fatto una bella provvista !
Pirandello è una specie di mago (a parte quando usa il verbo "springare", ma nessuno, nemmeno lui è perfetto :P )

PS Ho una bella "provvista" di audiolibri, anche la quadrilogia completa de "L'amica geniale" della Ferrante, se ti può interessare qualcosa fammi un fischio...
Riccardo

Rispondi

Torna a “Chiamate la Neuro....”