Il nuovo allenatore della nazionale

Discussioni sulla FIR e sulle Nazionali, maggiore e giovanili

Moderatore: Emy77

Leinsterugby
Messaggi: 5559
Iscritto il: 25 nov 2008, 12:33
Località: treviso

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da Leinsterugby » 5 feb 2020, 11:02

Condivido le considerazioni su Smith, vi invito ad ascoltare questa lunga intervista a Stuart Lancaster in cui sottolinea la differenza fra essere head coach e assistente e quanto poco tempo debba dedicare al lavoro sul campo il capo allenatore.

L intervista è veramente bella e piena di spunti

https://www.bbc.co.uk/programmes/p080cl9k
Link al gruppo telegram del forum rugby.it per i periodi in cui il forum non funziona:
https://t.me/bar_forum_rugbyit

Mr Ian
Messaggi: 4660
Iscritto il: 2 feb 2012, 16:20

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da Mr Ian » 5 feb 2020, 11:33

Consiglio l analisi di Frati sull Italia, la trovate sul Nero...
PS Frati è il miglior allenatore che abbiamo in Italia

Garry
Messaggi: 11263
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da Garry » 5 feb 2020, 11:39

Tiè, ciapa su e porta a ca’
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo, mentre, per contro, persone davvero competenti tendono a sminuire o sottovalutare la propria reale competenza. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 22452
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da jpr williams » 5 feb 2020, 11:52

Mr Ian ha scritto:
5 feb 2020, 11:33
PS Frati è il miglior allenatore che abbiamo in Italia
E qui è intervistato dal miglior giornalista che abbiamo in Italia.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

speartakle
Messaggi: 3964
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da speartakle » 5 feb 2020, 12:18

Mr Ian ha scritto:
5 feb 2020, 11:33
Consiglio l analisi di Frati sull Italia, la trovate sul Nero...
PS Frati è il miglior allenatore che abbiamo in Italia
Frati è molto preparato, poi che sia il migliore in Italia è un altro paio di maniche, se la gioca sicuramente con Presutti in primis e poi ovviamente con Guidi (oh scherzo jpr)
Però su Tebaldi e Violi non può essere obiettivo :lol: .

Qua la FIR sta pagando a caro prezzo l'errore su Howley, in pratica facendoci fare un 6N con uno staff tecnico sottodimensionato e che aveva bisogno di essere rivisto. Si vede che la rescissione anticipata dei contratti di DeCarli o di Gossen (non credo che Smith si libererà di lui) costava più del rischio di stottoperformare all'ennesimo 6N.

Leinsterugby
Messaggi: 5559
Iscritto il: 25 nov 2008, 12:33
Località: treviso

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da Leinsterugby » 5 feb 2020, 13:46

jpr williams ha scritto:
5 feb 2020, 11:52
Mr Ian ha scritto:
5 feb 2020, 11:33
PS Frati è il miglior allenatore che abbiamo in Italia
E qui è intervistato dal miglior giornalista che abbiamo in Italia.

Il nero? Sei serio?
Link al gruppo telegram del forum rugby.it per i periodi in cui il forum non funziona:
https://t.me/bar_forum_rugbyit

Avatar utente
doublegauss
Messaggi: 2542
Iscritto il: 15 nov 2004, 0:00
Località: Ancona

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da doublegauss » 5 feb 2020, 14:07

Leinsterugby ha scritto:
5 feb 2020, 13:46
jpr williams ha scritto:
5 feb 2020, 11:52
Mr Ian ha scritto:
5 feb 2020, 11:33
PS Frati è il miglior allenatore che abbiamo in Italia
E qui è intervistato dal miglior giornalista che abbiamo in Italia.

Il nero? Sei serio?
Mai spiegare le battute.

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 22452
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da jpr williams » 5 feb 2020, 14:17

Grazie double! :-]
Mìhai evitao un errore capitale! :-]
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Avatar utente
Big Lebowski
Messaggi: 3346
Iscritto il: 9 mag 2015, 8:45
Località: Thiene (VI)

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da Big Lebowski » 6 feb 2020, 16:39

Io avevo molte aspettative per O'Shea mentre ho bassissime aspettative nei confronti di Smith. Non perchè mi ispiri poca fiducia o non abbia un buon curriculum, anzi. Semplicemente ho bassissime aspettative perchè Smith si è trovato Head Coach per caso. E' un rimpiazzo trovato all'ultimo per mettere una pezza al fattaccio brutto di Howley. Che cosa si può pretendere?
Se poi Smith sarà così bravo da stupire tutti, fare molto meglio del previsto e addirittura guadagnarsi sul campo la panchina da head coach dell'Italia sarò felicissimo ma è chiaro che è una situazione destinata ad essere temporanea, salvo sorprese.
Più che altro mi chiedo, i soldi risparmiati per la posizione di Howley dove sono stati impiegati? Forse sono stati semplicemente congelati in attesa della nomina di quello che sarà il vero head coach (o del nuovo allenatore dell'attacco qualora Smith passi ad Head Coach definitivamente).

Su Cheika, a me non dispiace però preferirei il batrace se fosse disponibile.

Infine, la Francia ha dimostrato quanto avesse ragione Oldie su Shawn Edwards. Se qualcuno lo conosce un po' di più di me, come sta messo Cheika a proposito di attenzione alla difesa? Ha qualche specialista degno per le mani?

Avatar utente
Big Lebowski
Messaggi: 3346
Iscritto il: 9 mag 2015, 8:45
Località: Thiene (VI)

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da Big Lebowski » 6 feb 2020, 17:41

speartakle ha scritto:
4 feb 2020, 10:18
Hap ha scritto:
4 feb 2020, 9:22
doublegauss ha scritto:
2 feb 2020, 23:05
...

Scusate, ma io vorrei fare una domanda per mia erudizione (non sono ironico, eh, davvero vorrei imparare da chi ne sa più di me).

I giocatori delle nazionali sono professionisti, e come tali hanno delle abilità individuali che si sono formati negli anni e che allenano nei loro club. Ora, io capisco che una nazionale possa voler avere allenatori per fasi di gioco collettive come la mischia, la touch, la difesa, il gioco alla mano e via così, perché magari in nazionale si vogliono poter fare cose che nel club non si fanno, e che quindi vanno allenate quando ci sono i raduni della nazionale, ma non capisco bene cosa dovrebbe fare uno specialista del breakdown: a me sembra che lì di collettivo ci sia poco. Voglio dire, a me sembra che quando uno entra a pulire una ruck o a sta lì a difendere il mediano dalle terze avversarie fa delle cose che non necessitano più di tanto di coordinamento coi compagni. Sono più cose che bisogna saper fare (e lì ci va la tecnica) e poter fare (e lì ci va la condizione fisica).

Semmai uno specialista del breakdown servirebbe a Treviso o alle Zebre. Stesso discorso per i calci. Pretendiamo da Allan o da Canna che migliorino le percentuali lavorando con uno specialista che vedono per due settimane? Ma allora conviene che lo specialista lo vedano tutta la stagione a Treviso o a Parma. Sbaglio?
Provo a darti la mia interpretazione.
Io non vedo il breakdown come una fase prettamente individuale, anzi.
A seconda della fase di gioco, ossia che tu ti trovi in attacco, difesa, sotto pressione, che tu voglia rallentare il gioco avversario o meno, puoi giocare questo fondamentale in maniera diversa.
Ossia, i giocatori devono essere consapevoli e da qui, la necessità di un tecnico specializzato che li coordini, che agire sul breakdown può essere fatto in gruppo, da soli, per il recupero del pallone o il semplice contenimento.
Ad esempio, ciò che mi ricordo fece l'Australia schierando Hooper e Pocock, era far agire in coppia ed in maniera coordinata uno dei due fetcher con un placcatore che, agendo per primo sul portatore di palla, dava il tempo come un metronomo al grillotalpa di infilare la testa dove altri non infilerebbero un piede. E qui, questo tipo di "caccia di gruppo" la devi organizzare.
Stessa cosa in attacco, come stare a sostegno per pulire il grillotalpa avversario senza commettere fallo: mi ricordo benissimo (forse sempre l'Australia o NZ) che il sostegno al portatore di palla non era effettuato in maniera intuitiva stando il più vicino possibile alle sue spalle, tutt'altro: si stava qualche bel metro indietro così da arrivare lanciati sull'eventuale punto d'incontro per sfruttare l'inerzia di corsa e spazzare via il difensore senza ricorrere a prese al collo che oltre a essere pericolose sono pure sotto la lente d'ingrandimento dell'arbitro, oggi come oggi. E anche questa abitudine deve essere allenata.
Insomma, mi sembra ci siano diversi automatismi di gruppo che necessitino di specialisti.
Queste erano le mie sempliciotte impressioni da appassionato, ce ne saranno sicuramente altre e più complesse.
è proprio così, esiste una competenza tecnica (posizione del corpo, movimento, timing) del singolo e competenze/strategia di squadra nell'approccio al bd (se il placcaggio è vincente, se il placcaggio è perdente, rispetto la zona di campo ecc).
Quindi uno specialista può lavorare su questi aspetti sia in nazionale che in franchigia. In Nazionale per fare focus su aspetti tecnici ma sopratutto per fare chiarezza a giocatori che arrivano da squadre diverse con strategie diverse ad adattarsi alle richieste del CT.
Nelle franchigie può fare meglio anche la parte di tecnica individuale.
Esempio.https://youtu.be/o8HV4M1DC0w?t=1700
Osserva il placcatore e come interviene il grillotalpa. Il grillotalpa attende pazientemente che il placcato cada a terra ed è subito li con le mani pronto a contendergli la palla. Non va in supporto del suo compagno che sta placcando, si concentra sin da subito sulla parte di contesa. In più alla fine arriva pure un terzo ad aiutare il grillotalpa a stare in equilibrio e poter così continuare la contesa.

Man of the moment
Messaggi: 1465
Iscritto il: 19 feb 2018, 18:01

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da Man of the moment » 6 feb 2020, 20:15

Big Lebowski ha scritto:
6 feb 2020, 16:39
I

Su Cheika, a me non dispiace però preferirei il batrace se fosse disponibile.

Mm quello è stato già smentito perché la sua filosofia non è compatibile con quella della Fir. Non credo siano problemi di iperuranio o eterni ritorni, quindi cos'era? Voleva equiparare anche il magazziniere?

speartakle
Messaggi: 3964
Iscritto il: 11 giu 2012, 0:14

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da speartakle » 7 feb 2020, 9:19

Man of the moment ha scritto:
6 feb 2020, 20:15
Big Lebowski ha scritto:
6 feb 2020, 16:39
I

Su Cheika, a me non dispiace però preferirei il batrace se fosse disponibile.

Mm quello è stato già smentito perché la sua filosofia non è compatibile con quella della Fir. Non credo siano problemi di iperuranio o eterni ritorni, quindi cos'era? Voleva equiparare anche il magazziniere?
io delle parole del Gavazzi non mi fiderei moltissimo, tanto più se il 6N dell'Italia dovesse essere in linea con la prima partita e stante il (presunto) brancolare nel buio della FIR.
Eddy potrebe essere anche una mossa della disperazione...

Avatar utente
Hap
Messaggi: 6689
Iscritto il: 3 feb 2010, 16:49

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da Hap » 7 feb 2020, 10:07

Ma economicamente ce la faremmo a ingaggiare Jones? Perché con questa potenza economica si aprono molti scenari possibili eh, anche in termini di composizione dello staff che fin'ora penso non sia all'altezza degli altri per motivi economici.
Io ho forti dubbi, a meno che ci si accordi che porti anche a casa sua le maglie a lavare.
Agli amici che compaiono dagli abissi di internet solo quando l'Italia le prende, gustando il momento con rara intensità: grazie.
Grazie.
Grazie perché mi avete fatto capire il senso di tutti quei video porno in cui i mariti si sollazzano vedendo la moglie soddisfatta da un estraneo.

oldprussians
Messaggi: 5420
Iscritto il: 17 set 2006, 15:52

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da oldprussians » 8 feb 2020, 20:53

Ma ragazzi non era i Wayne Smith impiegato per trovare il nuovo staff?

Secondo me a finire questo sei Nazioni ci sarà un Star completamente diverso

loverthetop_86
Messaggi: 641
Iscritto il: 14 apr 2011, 23:25

Re: Il nuovo allenatore della nazionale

Messaggio da loverthetop_86 » 12 feb 2020, 12:01

anonimapiloni.wordpress.com

Ulisse Trevisin: 110 e lode. Chili di ignoranza. L'unico in grado di competere con la stazza degli avversari. Detto anche "chi ga vinto?" perchè a un certo punto verso metà secondo tempo, lui va in ansia ed inizia a chiedere:"chi ga vinto? chi ga vinto?". "Noi altri Trevisin ma gioca che non è finita." Vuole essere rassicurato sennò smette. È un incrocio tra un mulo alpino, un bue da tiro e un trattore Landini testa calda. Parti, lo metti in moto e ha questa velocità massima; ma ha una capacità di traino di 6 quintali di avversari vivi e resistenti. Dove passa Attila non cresce più erba, dove passa Trevisin se pol seminare basta che sia stagione!

Rispondi

Torna a “La Federazione e la Nazionale”