Crimini e misfatti in Under 10

Per pubblicizzare e documentare le Vostre iniziative personali e societarie.

Moderatore: Emy77

Rispondi
Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Cantal » 15 nov 2018, 13:44

Constato, dopo quasi un anno di frequentazione di un campo di rugby accompagnando mio figlio ad allenamento, tanti bambini volenterosi di correre e giocare con la palla in mano…
Con qualsiasi tempo, in qualsiasi modo, con ogni forma di gioco o di partitella vera e propria che sia.
Oddio, li vedo per lo più fare ginnastica, tenersi stretti in cerchio e fare tanti giochi ma non mi ci soffermo più di tanto…
Bene direte voi… allora il materiale c’è… se son rose fioriranno… e poi li vedo faticare e sudare felici… e mi basta
Tutto va bene…
Andiamo a un raggruppamento con squadre nazionali e siamo asfaltati da una combriccola di team toscani… mentre con altre della nostra regione ce la raccontiamo andando per fiorellini in campo…
Completamente disuniti, fuori tempo, disorganizzati in campo e con la terribile abitudine a fare tutto da soli, stile il GRANDE LOMU…
Ma sono senz’altro io che esagero… d’altro canto sono un povero insoddisfatto vecchio rugbista inappagato e con ambizioni ma sopite e velleitarie…
Allora voglio capire e studio un po’ l’ABC del minirugby…
Mi guardo qualche video youtube nel mondo di categoria
Mi leggo dei plichi di filosofia di allenamento e cominciano a sorgermi dei dubbi… se già non ne avevo.
Altro raggruppamento, questa volta regionale, e ci schiaccia una squadra di un piccolo comune mentre con altre più blasonate ce la giochiamo allo stesso modo… raccogliendo fiorellini e facendo finta di fare rugby…
Voglio capire… durante gli allenamenti della settimana provo ad osservare il modo di allenare dei vari istruttori nelle categorie under 6, under 8, under 10, e under 12 e comincio a farmi certe idee…
Poi vado a vedermi una partita della pompata e pagata prima squadra…
Ma intanto osservo da vicino le condizioni del campo in sintetico… che ancor più mi lascia perplesso…
(prima puntata)

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 24098
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da jpr williams » 15 nov 2018, 16:26

Tutto interessante, aspetto il seguito.
Ma sarebbe ancora più interessante se "localizzassi" gli eventi: di dove sei?
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Il rugby secondo la FIR: una Nazionale, due squadre e un esercito di sguatteri.
Siamo tutti sulla stessa barca, "il bracciante" del megadirettore Marchese Conte Barambani

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Cantal » 16 nov 2018, 8:41

non mi sembra giusto localizzare... perché mi sa che vale per molti e senza frontiere... se parliamo di un singolo sport come il rugby... :D :D :D

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Cantal » 16 nov 2018, 9:11

Come volevasi dimostrare… se uno è in buona fede vede tutto rosa e fiorellini di campo… ma quando sorgono i dubbi… allora si mette male… si diventa pignoli e curiosi fin all’eccesso… e si fanno indagini (bonarie s’intende)…
Perché nella vita bisogna provarci a capire… il gioco che stiamo giocando…
Durante la partita do un’occhiata ai nomi della squadra e leggo parecchi stranieri, mi guardo intorno e vedo intorno a me una cinquantina di spettatori infreddoliti… avranno pagato tutti? Personalmente mi chiedono se mio figlio gioca nella squadra e io imbarazzato dico di no… e apro il portafoglio…
Passa il tempo e tra una meta e l’altra subita penso tra me che strano, ma come fanno a sostenere i costi? Uno straniero qui non viene per turismo… e poi per perdere in questo modo occorre davvero avere in squadra tali campioni…
Ai miei tempi ricordo la Juventus con un solo straniero Liam Brady e poi dopo l’azzardo di due stranieri Platini e Boniek (la famiglia Agnelli era potente)… ma questo non è lo stesso gioco e non si vince la coppa dei campioni… Boh!!!!
Finita la festa e onorevole sconfitta conseguente…. Così mi dicono. A me è sembrata più una partita smorta con la squadra di casa che ha fatto il suo minimo sindacale…
Amo il rugby per due motivi, perché non ci sono alibi, vince sempre il più forte il quel momento e perchè ha ben chiaro il senso di cosa sia la parola sostegno… (Vittorio Munari)
GRandeeee!!!! Ma è un concetto… oggi io non ho respirato nulla di tutto questo…. E allora me ne ritorno a casa nel mio cantuccio riguardandomi i filmati del rugby a 7 nelle giovanili delle isole fiji e dei piccoli inglesi su you Tube… e poi penso al mio attuale sport… L’Ultra Trail…
Lì… quando si è soli sul Monte Bianco… arriva solo in fondo uno ben preparato ed estremamente motivato e si aiuta con gli altri per tutta la gara per tagliare il proprio traguardo… un solo obbiettivo…. niente soldi, niente sponsor, niente gloria… un abbraccio dei propri cari e via sotto la doccia. Non esiste il compitino… a tutti i livelli occorre dare unicamente il proprio massimo…
Ritorno durante la settimana sul campo… sono come un segugio oramai e passo ai raggi x il manto erboso e scopro… bottiglie di plastica, pietre sparse, erbacce ai bordi, buchi e l’erba sintetica che è diventata oramai un deserto di sabbietta nera a pallini… fantastico! questo sarebbe banco di scuola dove i nostri figli studiano il rugby… entro negli spogliatoi per far fare la doccia a fine allenamento.. e ritorno come dentro un film di Charly Chaplin in bianco e nero…. Dopo dieci docce l’acqua è fredda, mattonelle da seconda guerra mondiale, panche traballanti… e il bagno impresentabile dopo appena un paio di attacchi di mal di pancia… niente armadietti o lettini per infortuni. In qualsiasi struttura pubblica sportiva se un ufficiale sanitario professionale vi entrasse si chiuderebbe all’istante.
Sono un po’ avvilito perché ho sempre amato questo sport…

(seconda puntata)

bep68
Messaggi: 1281
Iscritto il: 28 ago 2009, 10:31

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da bep68 » 16 nov 2018, 10:31

chi scrive è tesserato da 40 anni.Le società non sono tutte uguali, le realtà regionali, non sono tutte uguali, e all'interno delle stesse, la differenza tra società e società, sono anche molto marcate. Quello che descrivi si spera sia riferito ad una società giovane.
Per quanto riguarda paragoni con calcio ( inappropriato a qualsiasi livello, perfino dove c'è professionismo spinto nel rugby, sono due cose che si mescolano come l'olio nell'acqua ) o andar per monti ( son stato prima alpinista, poi per 10 anni istruttore CAI roccia/ghiaccio , parliamo di cose che veramente non c'entrano nulla.)
Il rugby amatoriale e il minirugby si basano sopratutto sul volontariato, se ci tieni, fai la tua parte, porta la tua carretta, che insieme, tra tutti si regge meglio la baracca.
se il rugby è una metafora della vita, e la vita è una ruota, sono al terzo giro, il primo da giocatore, il secondo da allenatore, il terzo da genitore..

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Cantal » 16 nov 2018, 10:51

proprio perché volevo portare la mia carretta che scrivo... come esperienza... personalissima.... un racconto... e niente più...
non faccio paragoni con il calcio o altri sport...
me ne guardo bene.
non ne ho sufficienti competenze...

Mad Max
Messaggi: 910
Iscritto il: 12 lug 2011, 11:01
Località: Milano

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Mad Max » 16 nov 2018, 11:55

Cantal ha scritto:proprio perché volevo portare la mia carretta che scrivo... come esperienza... personalissima.... un racconto... e niente più...
non faccio paragoni con il calcio o altri sport...
me ne guardo bene.
non ne ho sufficienti competenze...


perdonami, mio fioglio ha cominciato a 4 anni e mezzo quando ufficialmente si cominciava a 5 e in otto anni di cose ne ho viste parecchie

Bisogna dire che le non tutte le società sono uguali e quelle più grandi e strutturate spesso esistono più squadre per ogni categoria assemblate secondo criteri diversi a seconda di chi le schiera e/o direttive societarie mentre quelle più piccole devono necessariamente fare di necessità vitù del ridotto numero di bambini e di soldi a disposizione.

In teoria le categorie propaganda dovrebbero servire ai bambini per crescere ed imparare ed appassionarsi allo sport, ma in realtà molti educatori (nel propaganda non dovrebbero avere allenatori ma educatori) pensano ed agiscono in modo diverso e spesso in accordo con le società quindi puoi trovare squadre propaganda che fanno quasi agonismo puro come altre che fanno solo "giocare" i bambini, con un mondo in mezzo fatto di sfumature intermedie; per di più la stessa squadra può essere competitiva in un torneo e non competitiva in un altro. Non resta che affidarsi alla serietà della società e dell'educatore e del percorso di crescita che l'educatore sta portando avanti.


E' importante sapere la locazione geografica e la società di appartenenza per giudicare con un minimo di costrutto, giacchè, chi ha fatto tutta la trafila del minirugby, conosce l'ambiente e sà, più o meno, cosa aspettarsi

inoltre il minirugby è una cosa molto diversa dal calcio, esattamente come sono diversi gli obbiettivi.

Consiglio personale: goditi lo spettacolo di tuo figlio che si diverte e diventa uomo poco per volta e lascialo fare senza pretendere dei risultati (che sia il più bravo, che vinca, ecc.)... ti stupirà
N.B: magari l'avessi fatto Io ai tempi :D
"f*** russians", said the English Fly-half just after being neck-tackled by the russian flanker

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Cantal » 16 nov 2018, 12:29

ti ringrazio.... intanto continuo nel mio raccontino per provare a capire insieme... e portare la mia carriola...

Ed ora entriamo nel vivo della questione dopo aver fatto quattro chiacchiere sul contorno…
Mi hanno sempre insegnato che tra un bambino di 7 e uno di 10 anni c’è un abisso… due mondi completamente diversi…
Ma anche strutture fisiche diverse, gradi di attenzione, predisposizione motoria, coraggio…
Perché un bambino dovrebbe giocare a rugby?
Non certo per le ragazze, neanche per farsi il fisico e poi ci si diverte… ma! Non credo proprio….
Fa freddo, si prendono dei colpi, si sta spesso fermi ad aspettare il pallone e non ci sono idoli da seguire nella raccolta delle figurine. Meglio il calcio o il basket…
Si va al campo perché qualcuno ci porta lì…
Io no ad esempio…. Ci sono arrivato per provare a fare quello che faceva Robert Jones del Galles… il vecchio Galles… mio figlio invece perché l’ho preso per il bavero e ce l’ho scaraventato…
Guardo le varie categorie e scopro qualcosa di interessante: tutti fanno le stesse cose, recitano la stessa parte con identici esercizi, lo stesso approccio… gli stessi giochi per i vari livelli, più blandi per i piccoli e più intensi per i grandi.
Sviscero la conformazione fisica dei 25 giovini virgulti da guardone degli spalti dello stadio e vedo 25 bambini diversi in tutto…
Forse è dalla partenza che la cosa non va… un allenatore, spesso lasciato da solo in campo con dei bambini affamati di sport… di ogni genere… come fa a gestirli e catalogarli… e allenarli nelle loro individualità.
Un allenatore dicevo che è li perché ha giocato a rugby… o gioca ancora e ha del tempo da dedicare…
Ma allenare e giocare è la stessa cosa mi chiedo… ci vuole o no predisposizione anche in quello e poi su 20-25 bambini che si approcciano a questo rugby giocato tutti devono seguire la stessa metodologia?
Andiamo ad un altro raggruppamento e purtroppo l'asticella del livello di gioco resta visibilmente uguale…

(terza puntata)

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Cantal » 19 nov 2018, 10:57

Sempre sugli spalti scambio quattro chiacchiere con un dirigente di un’altra società… fa un po’ parte della mia esperienza riuscire a parlare con gli altri fuori dai denti… e allora scopro alcune cosette… come ad esempio i soldini che circolano nell’ambiante… e non sono tanti… anzi…
Pochi sponsor.. e quei pochi particolarmente interessati per fatti loro…
Pochi contributi e tutto basato sul volontariato…
Strutture fatiscenti e parecchi campi di patate in cui far giocare…
E allora, penso io, se navigassi in cattive acque non mi resterebbe che pensare all’essenziale…. Limare il superfluo e ottimizzare le poche risorse a disposizione… O sbaglio?
Torno a bomba e mi domando…. Ma gli stranieri in prima squadra… che c’incastrano con questo mondo… e allenatori e preparatori blasonati e pagati portano fieno in cascina al grande carrozzone????
Dal mio punto di vista un buon movimento nasce all’inizio del percorso sportivo di un singolo atleta… come a scuola… dove si impara a studiare da piccoli…
Ecco il nocciolo del discorso…
Si insegue la gloria con campionati pompati… attenzione massima a due franchigie… a un paio di accademie… e buoni reclutatori di stranieri… naturalizzati… (per fortuna siamo un popolo di emigranti) cercando di far esplodere il Business nazionale di questo sport e l’attenzione dei media e degli sponsor con eclatanti risultati della nazionale…
ma la qualità viene sempre dal basso e non mi sembra che si stia seminando in questo modo.
Nelle giovanili gli educatori sono più o meno tutti giocatori o ex giocatori che insegnano il rugby solo perché hanno calcato un campo di gioco… ma insegnare è un’altra cosa… hanno un programma da seguire? Il manuale F.I.R. mi lascia dei dubbi anziché togliermeli… ci si riempie la bocca di non esasperare l’agonismo nei piccini …. Lavorano in gruppo… conoscono la psicologia infantile, sono motivati a fare il loro lavoro al meglio?
Nel basket fanno campionati a 8 anni e si gioca per vincere (vedi altro mio figlio)… nella pallanuoto è la stessa cosa… nella pallavolo fanno i tornei con un agonismo già bello che assimilato… nella scherma che frequento vi assicuro che l’affondo non è leggero quando si tira in pedana… nel calcio che noi vediamo come fumo negli occhi si corre, si suda si fa gol per battere l’avversario… anche nelle giovanili.
Penso che i bambini siano tutti uguali nella loro percezione dello sport… vogliono muoversi, divertirsi e vincere…
La mia constatazione finale è che, purtroppo, tutto va unicamente verso un apice della piramide… tutto ciò che arriva nelle casse delle società viene investito per chi gioca a rugby in campionati di livello… e per i piccoli ci sono le briciole…. Indi per cui la retta pagata per un bambino viene dirottata verso una trasferta di atleti magari in terra sarda… e la cosa naturalmente è reciproca… a scapito della qualità di chi insegna che resta bassa perché non si investe sugli allenatori e sulla metodologia d’allenamento e non si coordinano le varie categorie limitandosi a fare il compitino… senza confrontarsi con i metodi d’allenamento degli altri (tanto il campione prima o poi viene fuori lo stesso).
Mi fermo qui sperando di non aver urtato la suscettibilità di nessuno e annoiato altri. Il mio vuole essere solo un breve viaggio in un mondo bellissimo che potrebbe essere anche migliorato… come tutto… ma che mi sembra un po’ poco dinamico al momento… e autoreferenziale...
perché noi siamo rugbisty!!!
:D :D :D

Mad Max
Messaggi: 910
Iscritto il: 12 lug 2011, 11:01
Località: Milano

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Mad Max » 19 nov 2018, 11:57

Cantal ha scritto:Nel basket fanno campionati a 8 anni e si gioca per vincere (vedi altro mio figlio)… nella pallanuoto è la stessa cosa… nella pallavolo fanno i tornei con un agonismo già bello che assimilato… nella scherma che frequento vi assicuro che l’affondo non è leggero quando si tira in pedana… nel calcio che noi vediamo come fumo negli occhi si corre, si suda si fa gol per battere l’avversario… anche nelle giovanili.


una cosa è il rugby adulto, diverso è quello giovanile ed ancora diverso è il settore propaganda, comunemente definito minirugby; sono differenti i mondi gli scopi ed i mezzi.

Con la retta del minirugby non paghi granchè, credimi.. non è che tu stia finanziando la prima squadra; anzi, spesso invece prendi più di quello che dai e coloro che seguono tuo figlio i valori da trasmette li conoscono benissimo


Tu hai citato Basket, pallavolo, pallanuoto, scherma, calcio... sono giochi.

il Rugby no. Non è un gioco, è uno strumento educativo sotto forma di gioco: Basket, pallavolo, pallanuoto, scherma, calcio sfornano solo o campioni o falliti mentre nel rugby si formano sopprattutto e prima di tutto uomini migliori che imparano il rispetto, il rialzarsi dopo una socnfitta, come si vive in armonia con persone diverse cercando sempre di aiutare chi ha bisogno, il fatto di prendersi sempre la responsabilità delle proprie azioni senza cercare scusanti e non sfuggire i propri doveri, fare tutto il possibile per se stessi e per il gruppo in cui si è, ecc... insomma si impara a vivere in maniera civile. E' questa la vera e prima missione del rugby propaganda/minirugy e lo si fa proprio in quel momento perchè col passare del tempo tanti bambini abbandonano, pochi vanno fino in fondo al percorso che arriva al Rugby adulto e quindi prima si imparano i valori che stanno alla base, meglio è per la crescita morale dei ragazzi

Un consiglio spassionato: risultati et similia, sono cose da rugby adulto neanche giovanili
"f*** russians", said the English Fly-half just after being neck-tackled by the russian flanker

Brules
Messaggi: 745
Iscritto il: 6 feb 2006, 0:00
Località: VR

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Brules » 24 dic 2018, 12:14

Non so quanto paghi e cosa fornisca il tuo club, ma sulla quota del minirugby io mi sento di dirti di stare tranquillo.

Quanto al "livello" del gioco, trovi un po' di tutto e dipende da tante cose. In U10 ti puoi trovare ragazzini che giocano da 5-6 anni e potrebbero fare ruck e scrum oppure ragazzini che hanno appena iniziato. Intendo appena inziato con lo sport non con il rugby.

Infine, rispetto ad altre federazioni, la linee guida in Italia sono sicuramente meno "spinte" (in Irlanda fanno i lineout e le mischie in U9).
A parte questo, la cosa che mi lascia piu' perplesso e' la "tolleranza" di certi arbitraggi che vedi ai raggruppamenti. In U8 spesso e' tutto buono, anche placcaggi alti, spintoni. Placcaggi scomposti sono spesso lasciati andare, al massimo si beccano una ramanzina. Secondo me servirebbe piu' attenzione su quelle cose.

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Cantal » 2 gen 2019, 13:39

gli arbitraggi sono fatti per lo più dagli accompagnatori... o se va bene dagli allenatori....

ma resto della mia idea... che il problema viene prima di entrare in campo...

i ragazzini spesso non sanno cosa devono fare durante la partita... perché non conoscono le regole e non le provano in allenamento...
tendendo a fare ginnastica e movimento...

forse è questo il punto d'arrivo degli under 10... ma la cosa non mi convince... bisognerebbe forse far fare di più...

ma come?

dimenticavo... buon anno a tutti..

Mad Max
Messaggi: 910
Iscritto il: 12 lug 2011, 11:01
Località: Milano

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Mad Max » 2 gen 2019, 13:52

Brules ha scritto:Non so quanto paghi e cosa fornisca il tuo club, ma sulla quota del minirugby io mi sento di dirti di stare tranquillo
innanzitutto, scusa del ritardo, poi, almeno a Milano e dintorni, sembra che le società abbiano fatto un cartello in quanto a retta, il differenziale è dato da come si trovi tuo figlio nella squadra e nella società, cose che non sempre coincidono, nella qualità dell'offerta formativa e nei modi e filosofie secondo cui i bambini e ragazzi vengono crescuti
Brules ha scritto: Quanto al "livello" del gioco, trovi un po' di tutto e dipende da tante cose. In U10 ti puoi trovare ragazzini che giocano da 5-6 anni e potrebbero fare ruck e scrum oppure ragazzini che hanno appena iniziato. Intendo appena inziato con lo sport non con il rugby.

Infine, rispetto ad altre federazioni, la linee guida in Italia sono sicuramente meno "spinte" (in Irlanda fanno i lineout e le mischie in U9).
tutto vero, nulla da dire.
La differenza fisica, mentale e di esperienza fà parte del gioco, in fondo non è che una metafora della realtà che dovranno affrontare da adulti, secondo me

Brules ha scritto: A parte questo, la cosa che mi lascia piu' perplesso e' la "tolleranza" di certi arbitraggi che vedi ai raggruppamenti. In U8 spesso e' tutto buono, anche placcaggi alti, spintoni. Placcaggi scomposti sono spesso lasciati andare, al massimo si beccano una ramanzina. Secondo me servirebbe piu' attenzione su quelle cose.
concordo, in fondo nei raggruppamenti di minirugby ci si riduce sempre a far arbitrare quei pochi che si rendono disponibili, chiunque siano e comunque siano;
Ricordo un raggruppamento in cui arbitrai la semifinale: a metà partita fermai il gioco, invitai in campo i rispettivi educatori e diedi loro il fischietto :)
"f*** russians", said the English Fly-half just after being neck-tackled by the russian flanker

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Cantal » 3 gen 2019, 11:07

allora....

il punto è che forse, sono i preparatori che non sono all'altezza...
perché anche loro lavorano a sensazione... o come capita.... senza un programma consolidato
non preparano i giovani che devono crescere... che a loro volta nelle categorie superiori sono sempre un filo meno incisivi della concorrenza...
e devono inseguire... tranne naturalmente le eccezioni che hanno attitudini loro...

ripeto il mio caso... nelle compagini Toscane ho trovato squadre più competenti e aggressive... e non sono qui a tessere le lodi di nessuno...
i veneti non ho mai avuto il piacere di vederli giocare dal vivo-...
da me... si pascola in campo...
nella speranza che si migliori con il tempo.... e la casualità delle cose... o con la classe del fuoriclasse...

Cantal
Messaggi: 111
Iscritto il: 15 nov 2018, 12:30

Re: Crimini e misfatti in Under 10

Messaggio da Cantal » 3 gen 2019, 11:16

per quanto riguarda la retta non è un problema... anzi dovrei sorridere.... ma non è così.

... pago poco rispetto ad altri sport... e la cosa non mi prende benissimo...

mando mio figlio a fare un tipo di sport particolare e difficile... deve essere seguito in modo particolare e continuativo... secondo me...

per cui...

tanti iscritti non fanno qualità... con rette basse si fanno dei numeri... ma si mina la credibilità... e poi non ci sono risorse per dare un servizio di livello adeguato perché non si prepara chi deve allenare.

Rispondi

Torna a “Attività di Propaganda e Tornei vari”