nuovi talenti

Risultati, Classifiche e Commenti sul campionato di Serie A Femminile e delle Giovanili Nazionali

Moderatore: Emy77

UMBEALA15
Messaggi: 164
Iscritto il: 12 apr 2011, 14:46

Re: nuovi talenti

Messaggio da UMBEALA15 » 24 giu 2011, 11:20

[...si ma è un '93.....i più giovani? ('95)....magari se ne cominciamo a parlare potremmo aiutare "qualcuno" nelle valutazioni.....[/quote]

pienamente d' accordo, parliamone il piu' possibile, anche perchè ribadisco che certe cose si notano gia' nelle selezioni under 15 (anno 96)!!! :?

medianocercasi
Messaggi: 48
Iscritto il: 29 mar 2011, 11:49

Re: nuovi talenti

Messaggio da medianocercasi » 25 giu 2011, 17:30

caro quattro8
purtroppo parliamo dopo aver visto come vengono fatte le "nomination" per le accademie. ripeto PURTROPPO!
tipo esce fratello entra l'altro, entra vicino di casa allenatore staff della nazionale, uno per regione o club per accontentare un po' tutti. lasciamo perdere chi ha calcato le regionale o elitè per 3 anni queste cose le ha viste. basta polemiche però non arriviamo da nessuna parte speriamo nel nuovo vento
parliamone sì ma nei club aiutiamo gli "scarti" la miglior rivincita per questi ragazzi è proprio questo misurarsi tra 2 anni con chi esce da lì!
per i 95 in particolare non li abbandoniamo facciamoli giocare il prossimo anno, diamo loro posto in squadra devono crescere non pensiamo solo a vincere le partite mettendo gli otto 93 e 94
Chi vuol esser lieto sia...del doman non v'è certezza...

quattro8
Messaggi: 380
Iscritto il: 23 giu 2011, 21:06

Re: nuovi talenti

Messaggio da quattro8 » 26 giu 2011, 14:16

medianocercasi ha scritto:caro quattro8
purtroppo parliamo dopo aver visto come vengono fatte le "nomination" per le accademie. ripeto PURTROPPO!
tipo esce fratello entra l'altro, entra vicino di casa allenatore staff della nazionale, uno per regione o club per accontentare un po' tutti. lasciamo perdere chi ha calcato le regionale o elitè per 3 anni queste cose le ha viste. basta polemiche però non arriviamo da nessuna parte speriamo nel nuovo vento
parliamone sì ma nei club aiutiamo gli "scarti" la miglior rivincita per questi ragazzi è proprio questo misurarsi tra 2 anni con chi esce da lì!
per i 95 in particolare non li abbandoniamo facciamoli giocare il prossimo anno, diamo loro posto in squadra devono crescere non pensiamo solo a vincere le partite mettendo gli otto 93 e 94
Chiedo scusa, ma di che accademia parli? Io posso parlare solamente di quella di Mogliano, e non mi risulta che la selezione sia fatta come da te descritto. Cominciano a vedere i ragazzi da quando hanno 13 anni, su una base di circa 200ragazzini, e nel tempo il gruppo si sfoltisce, ma non certo con criteri di nepotismo, anzi, lo dimostra il fatto che i giocatori arrivino dalle più disparate società, quali Alpago, Oderzo, cus PD, Valsugana, Tasvisium, Mirano e non solo Petrarca, Mogliano o Benetton. Regolarmente vengono anche convocati degli esterni che possono emergere ed essere poi selezionati nel tempo. Per questo dico di informarsi e non sparare nel gruppo.

Avatar utente
andrea12
Messaggi: 1434
Iscritto il: 2 lug 2008, 16:32

Re: nuovi talenti

Messaggio da andrea12 » 26 giu 2011, 15:00

quattro8 ha scritto:
medianocercasi ha scritto:caro quattro8
purtroppo parliamo dopo aver visto come vengono fatte le "nomination" per le accademie. ripeto PURTROPPO!
tipo esce fratello entra l'altro, entra vicino di casa allenatore staff della nazionale, uno per regione o club per accontentare un po' tutti. lasciamo perdere chi ha calcato le regionale o elitè per 3 anni queste cose le ha viste. basta polemiche però non arriviamo da nessuna parte speriamo nel nuovo vento
parliamone sì ma nei club aiutiamo gli "scarti" la miglior rivincita per questi ragazzi è proprio questo misurarsi tra 2 anni con chi esce da lì!
per i 95 in particolare non li abbandoniamo facciamoli giocare il prossimo anno, diamo loro posto in squadra devono crescere non pensiamo solo a vincere le partite mettendo gli otto 93 e 94
Chiedo scusa, ma di che accademia parli? Io posso parlare solamente di quella di Mogliano, e non mi risulta che la selezione sia fatta come da te descritto. Cominciano a vedere i ragazzi da quando hanno 13 anni, su una base di circa 200ragazzini, e nel tempo il gruppo si sfoltisce, ma non certo con criteri di nepotismo, anzi, lo dimostra il fatto che i giocatori arrivino dalle più disparate società, quali Alpago, Oderzo, cus PD, Valsugana, Tasvisium, Mirano e non solo Petrarca, Mogliano o Benetton. Regolarmente vengono anche convocati degli esterni che possono emergere ed essere poi selezionati nel tempo. Per questo dico di informarsi e non sparare nel gruppo.
Direi che medianocercasi parla senza peli sulla lingua e molto onestamente,
il resto è solo autoreferenzialità. Però, non prendiamoci in giro. Io stimo comunque i ragazzi, ma il metodo, se permettete, non è neppure clientelare, soltanto medievale e del più basso livello. Smettiamo di giustificare le convocazioni di tuo figlio, di mio cuggino, piuttosto che del mio amico di club. Macchè nuovi talenti: lo vediamo in U.20: 1 buono davvero (che lavora nel Club e in Accademia non ci andrà mai- ma ha alle spalle un Club "forte") e gli altri 29 di livello normale, possiamo anche dire buono ma non internazionale. Non c'è Mogliano o Canicattì: c'è una accademia che non funziona e che illude ragazzi e famiglie. Il vento nuovo? Non so di quale vento parli, perchè il presentimento è anche volgare.

quattro8
Messaggi: 380
Iscritto il: 23 giu 2011, 21:06

Re: nuovi talenti

Messaggio da quattro8 » 26 giu 2011, 15:30

Direi che medianocercasi parla senza peli sulla lingua e molto onestamente,
il resto è solo autoreferenzialità. Però, non prendiamoci in giro. Io stimo comunque i ragazzi, ma il metodo, se permettete, non è neppure clientelare, soltanto medievale e del più basso livello. Smettiamo di giustificare le convocazioni di tuo figlio, di mio cuggino, piuttosto che del mio amico di club. Macchè nuovi talenti: lo vediamo in U.20: 1 buono davvero (che lavora nel Club e in Accademia non ci andrà mai- ma ha alle spalle un Club "forte") e gli altri 29 di livello normale, possiamo anche dire buono ma non internazionale. Non c'è Mogliano o Canicattì: c'è una accademia che non funziona e che illude ragazzi e famiglie. Il vento nuovo? Non so di quale vento parli, perchè il presentimento è anche volgare.[/quote]

Quanto scrivi è molto generico e poco argomentato, su che basi ti esprimi, sul 'me l'hanno detto' o sul 'l'ho sentito dire' ?

Avatar utente
andrea12
Messaggi: 1434
Iscritto il: 2 lug 2008, 16:32

Re: nuovi talenti

Messaggio da andrea12 » 26 giu 2011, 16:13

Quattro 8,
non capisco bene a quali argomentazioni alludi e neppure quanto poco generico si riferisca ad una tua esperienza vissuta in chissà quale ambito.
Io ti parlo prima da allenatore e poi, se vuoi, ma in separta sede, anche da padre, oltre che da educatore (e sì, perchè allora facciamo anche nomi, cognomi, circostanze e situazioni reali).
Che le accademie servano solo per motivare certe spese, mi sembra abbastanza ovvio. Ci sta pure, dico io, ma purchè i riscontri non facciano intuire che è pura economia ,altro che rugby.
La Fir dovrebbe difendersi da sola e i suoi progetti, esprimere ciò che di più onesto e tecnico si può realizzare. Punto. NON è così.
Se vuoi scoperchiare (con poco generico e poco argomentato) un pentolone, lo puoi anche fare: basta chiedere, vivere un ambiente che negli ultimi 5/10 anni non è cambiato di niente, frequentare campi da rugby magari non solo regionalmente, consocere un po' di ragazzi e famiglie perchè il rugby permette frequentazioni anche "fuori dal campo". Il mondo del rugby permette anche l'osservazione del dato di fatto, di come i progetti non esistano e di come persone alla " mi manda Picone" accettano un compromesso, ed altre che non vogliono sapere e non hanno sentito niente.
Se sei a conoscenze di fatti: sei omertoso, se non sai niente sei ignorante (nel senso che non sai).
I Grandi Club, hanno sempre qualche posto dedicato; il buon giocatore, avviato dall'allenatore che consoce il Tale, entra in accademia; il Pincopallino che rientra nei parametri altezza si aggiudica un posto qualunque (poi non sa gestire una palla o leggere una situazione); la difficoltà professionale di evidenziare buoni giocatori o probabili talentuosi su quale base viene avviata ? (tu che hai consocenza del sistema, rispondi); il buon giocatore se ha un allenatore poco introdotto rimane a casa ( e magari si salva); ...........sei proprio convinto che si debbano fare i nomi e i cognomi? ritieni davvero che non sia lesivo di una privacy che è anche: me ne vado altrove e mi diverto ugualmente ( e magari rischio di diventare bravo davvero?)?: non sei convinto che alcuni sarebbero emersi ugualmente perchè nell'esperienza quotidiana possono allenarsi con giocatori di qualità? Mi dici perchè ci sono Club, che non mandano in accademia nessuno? E magari si classificano 2° o 3° nei rispettivi gironi elite?
Vieni giù dal pero, e comincia a capire , oltre che guardare

medianocercasi
Messaggi: 48
Iscritto il: 29 mar 2011, 11:49

Re: nuovi talenti

Messaggio da medianocercasi » 26 giu 2011, 17:14

ah andrea12 vengo su rugby.it solo per gli interventi come i tuoi e di pochi altri. negli anni ho capito un qualcosina di più del rugby grazie a gente come te.
quattro8 beato te che hai visto altro!!!! del resto sui forum i veneti ci spiegano e ci confermano che lì c'è la cullla del rugby italiano funzioneranno bene anche le selezioni allora. 2 volte beati voi!
te l'ho già scritto parliamo x esperienza non x sentito dire. nomi e cognomi non se ne possono fare ma chi sa li legge tra le righe guardando le convocazioni!
convocazioni? dove le vedi? anche x gli asa i nomi li trovi solo se fai ricerche in internet la federazione non ce le ha (hanno messo solo la prima), i comitati regionali nemmeno, qualche volta le ho beccate sui siti delle società perchè avevano un loro giocatore. sembra un segreto di stato
Il problema è un altro .
questi sono ragazzi di 16 anni che si sono fatti il MAZZO x 3 anni!!! nomi e cognomi , liste, convocazioni alle partite del cuore o quant'altro o addirittura l'ingresso o meno inn accademia bisogna anzi BISOGNA saperli comunicare nel modo giusto. non siamo davanti a professionisti ma ragazzini che x delusioni del genere possono dar di matto o anche smettere di giocare ( cosa tremenda x il mondo rugbistico se ci si pensa) ma ca.......rola cosa gli offriamo in cambio . Il privilegio a pochi "eletti" che rispondono ai test (misura,peso, velocità) e il niente agli altri, devono solo avere la fortuna di far parte di un club che investe nei giovani. Dici che la porta è aperta dopo?? forse ma non dappertutto e allora speriamo solo che abbiano gli "attributi" per andare un po' all'estero a formarsi. vero andrea?? ho capito di che vento parlavi ma fammi illudere che qualcosa stia cambiando .
ma cavinato che a fine partita oggi ha detto : ci siamo salvati anche grazie al lavoro delle accademie e l'investimento della fir in questo progetto, ma sbaglio o ci siamo salvati dalla retrocessione e per il rotto del collo?? no avete ragione investiamo di più nei club- nella base. così ci possiamo tenere allenatori che sanno fare il loro lavoro
buona estate a tutti
Chi vuol esser lieto sia...del doman non v'è certezza...

quattro8
Messaggi: 380
Iscritto il: 23 giu 2011, 21:06

Re: nuovi talenti

Messaggio da quattro8 » 26 giu 2011, 22:37

Ripeto che non si può fare di tutta un'erba un fascio, e posso dire che molti ragazzi dell'accademia Veneta che Voi ritenete con ironia un "paradiso del rugby" non rispettano i parametri del peso o altezza delle tabelle federali ma sono stati selezionati ugualmente. che sia forse che magari sono bravi? O conoscete qualcuno di loro che sono raccomandati.
In ogni caso selezione vuol dire che alla fine su 200 ne restano 15, e se uno smette di giocare perchè non è stato selezionato, beh, meglio così perchè deve giocare prima di tutto per il piacere di giocare, se no avremmo solo la serie A ed in C non giocherebbe nessuno. Bisogna riconoscere i propri limiti, cercare di migliorarsi e capire che c'è sempre qualcuno più forte di te e che non si smette mai di imparare, da nessuno. In ogni caso dal pero ci sono caduto tanto tempo fa, credimi. Prima di criticare, bisogna prima informarsi e proporre alternative, che però siano credibili, non dettati dall'astio, o si fa la fine del genitore che quest'anno avrà il figlio in accademia e parla con entusiasmo di allenatori e tecnici, mentre lo scorso anno per lo stesso genitore gli stessi erano degli inetti ed incapaci perchè non avevano chiamato suo figlio. O lo erano prima e lo sono anche adesso oppure la questione era un'altra, forse la stessa Vostra.

barnes84
Messaggi: 129
Iscritto il: 28 lug 2006, 14:08
Località: Ciliani sulla Vella

Re: nuovi talenti

Messaggio da barnes84 » 26 giu 2011, 23:24

quattro8 ha scritto: In ogni caso selezione vuol dire che alla fine su 200 ne restano 15, e se uno smette di giocare perchè non è stato selezionato, beh, meglio così perchè deve giocare prima di tutto per il piacere di giocare, se no avremmo solo la serie A ed in C non giocherebbe nessuno.
Mi sembra che mediano abbia detto un'altra cosa, ovvero che i ragazzi dopo tre anni non è chiaramente automatico che vengano selezionati, ma che almeno qualcuno abbia la responsabilità e il coraggio di comunicare loro certe scelte, non come è successo adesso, se ci sei dentro bene, se non ci sei dentro nememno un saluto e un grazie per tutto quello che hai dato e per l'impegno che ci hai messo nei 3 anni precedenti.
Io non pretendo certo che mio figlio sia preso per forza, e penso che se qualcuno lo pretendesse sarebbe oltremodo stupido.
Che sia trattato da persona e che gli sia comunicato il perchè di certe scelte si, questo lo pretendo, e lo pretendo sia come genitore, che come dirigente, non fosse altro che per tutte le ore di lavoro che ho perso (l'ho fatto volentieri) e per tutti i soldi che ho speso (sempre volentieri) per dare la possibilità a mio figlio e ad altri di partecipare a raduni/partite delle selezioni. Forse anche da questi atteggiamenti, da questa assenza di qualsiasi comunicazione, si genera il sospetto che non tutto sia così chiaro.

Tallonatore80
Messaggi: 5063
Iscritto il: 29 mar 2011, 1:43
Località: Downunder

Re: nuovi talenti

Messaggio da Tallonatore80 » 27 giu 2011, 9:28

andrea12 ha scritto:Quattro 8,
non capisco bene a quali argomentazioni alludi e neppure quanto poco generico si riferisca ad una tua esperienza vissuta in chissà quale ambito.
Io ti parlo prima da allenatore e poi, se vuoi, ma in separta sede, anche da padre, oltre che da educatore (e sì, perchè allora facciamo anche nomi, cognomi, circostanze e situazioni reali).
Che le accademie servano solo per motivare certe spese, mi sembra abbastanza ovvio. Ci sta pure, dico io, ma purchè i riscontri non facciano intuire che è pura economia ,altro che rugby.
La Fir dovrebbe difendersi da sola e i suoi progetti, esprimere ciò che di più onesto e tecnico si può realizzare. Punto. NON è così.
Se vuoi scoperchiare (con poco generico e poco argomentato) un pentolone, lo puoi anche fare: basta chiedere, vivere un ambiente che negli ultimi 5/10 anni non è cambiato di niente, frequentare campi da rugby magari non solo regionalmente, consocere un po' di ragazzi e famiglie perchè il rugby permette frequentazioni anche "fuori dal campo". Il mondo del rugby permette anche l'osservazione del dato di fatto, di come i progetti non esistano e di come persone alla " mi manda Picone" accettano un compromesso, ed altre che non vogliono sapere e non hanno sentito niente.
Se sei a conoscenze di fatti: sei omertoso, se non sai niente sei ignorante (nel senso che non sai).
I Grandi Club, hanno sempre qualche posto dedicato; il buon giocatore, avviato dall'allenatore che consoce il Tale, entra in accademia; il Pincopallino che rientra nei parametri altezza si aggiudica un posto qualunque (poi non sa gestire una palla o leggere una situazione); la difficoltà professionale di evidenziare buoni giocatori o probabili talentuosi su quale base viene avviata ? (tu che hai consocenza del sistema, rispondi); il buon giocatore se ha un allenatore poco introdotto rimane a casa ( e magari si salva); ...........sei proprio convinto che si debbano fare i nomi e i cognomi? ritieni davvero che non sia lesivo di una privacy che è anche: me ne vado altrove e mi diverto ugualmente ( e magari rischio di diventare bravo davvero?)?: non sei convinto che alcuni sarebbero emersi ugualmente perchè nell'esperienza quotidiana possono allenarsi con giocatori di qualità? Mi dici perchè ci sono Club, che non mandano in accademia nessuno? E magari si classificano 2° o 3° nei rispettivi gironi elite?
Vieni giù dal pero, e comincia a capire , oltre che guardare


Fare i nomi non sarebbe giusto per i ragazzi.
Ma qui ci sono alcune persone che parlano sicuramente con cognizione di causa e conoscenza delle cose.
Basta essere nel "movimento" da un po' per aver assimilato certi meccanismi.


PS: il CRL fa le convocazioni ma non comunica mai gli esiti
"Il rugby e` l`assoluto ordine nell`apparente disordine."
Sandro Cepparulo

Avatar utente
andrea12
Messaggi: 1434
Iscritto il: 2 lug 2008, 16:32

Re: nuovi talenti

Messaggio da andrea12 » 27 giu 2011, 10:11

quattro8 ha scritto:Ripeto che non si può fare di tutta un'erba un fascio, e posso dire che molti ragazzi dell'accademia Veneta che Voi ritenete con ironia un "paradiso del rugby" non rispettano i parametri del peso o altezza delle tabelle federali ma sono stati selezionati ugualmente. che sia forse che magari sono bravi? O conoscete qualcuno di loro che sono raccomandati.
In ogni caso selezione vuol dire che alla fine su 200 ne restano 15, e se uno smette di giocare perchè non è stato selezionato, beh, meglio così perchè deve giocare prima di tutto per il piacere di giocare, se no avremmo solo la serie A ed in C non giocherebbe nessuno. Bisogna riconoscere i propri limiti, cercare di migliorarsi e capire che c'è sempre qualcuno più forte di te e che non si smette mai di imparare, da nessuno. In ogni caso dal pero ci sono caduto tanto tempo fa, credimi. Prima di criticare, bisogna prima informarsi e proporre alternative, che però siano credibili, non dettati dall'astio, o si fa la fine del genitore che quest'anno avrà il figlio in accademia e parla con entusiasmo di allenatori e tecnici, mentre lo scorso anno per lo stesso genitore gli stessi erano degli inetti ed incapaci perchè non avevano chiamato suo figlio. O lo erano prima e lo sono anche adesso oppure la questione era un'altra, forse la stessa Vostra.
Quattro8, io e te proprio non ci capiamo, se poi mi dici che le mie critiche sono dettate dall'astio, beh, allora mi sembri tu l'ingenuo.
Intanto nelle Accademie sono 30 per accademia, che a grandi linee diventano 100 in Italia (Quattro8: non 200 che è il doppio).
Il reputare una struttura, in generale, non adeguata e consona, non può e non deve essere dettata dall'astio personale (che caratterialmente non ho neppure nei confronti della suocera) e neppure da vicende personali ma, al contrario, almeno nel mio caso, da una visione del rugby italico che da più di 10 anni vivo come tecnico (oppure si ritiene che ci debba essere una uniformazione delle coscenze e di critica con il possesso del tesserino FIR?).
Ho amicizi e contatti, anche giornalieri, con molti tecnici molto più bravi di me, ma sopratutto con giocatori (generalmente che vanno dal 96 al 91) che ho allenato, che alleno o di cui curo la preparazione fisica; non vengo da marte e il sitema accademie continuo a ritenerlo inefficace, senza demonizzazioni, ma inefficace (oltre che costoso, sai bene che noi veneti abbiamo sempre un ocio di riguardo per i soldini).
Come genitore di un giovane giocatore, non ho alcun problema con nessuna struttura nè elemento federale; infatti mio figlio è uno di quelli che dalla prossima stagione giocherà all'estero. (sono molto sereno anche perchè le scelte di questo tipo vanno integrate con elementi che possono anche esulare dal mondo rugby)
In un ambito professionale, gli entusiasmi o i momenti di incazzatura, se miei, tu non li vedrai mai, perchè da solo, preferisco rielaborarli per non portarli in campo, piuttosto che famiglia, e poi, con più serenità, metabolizzarli in una dialettica didattica, formativa, educativa e di efficacia professionale, ma mia, non collettiva.
Vedi, non tutti siamo uguali.
Buon rugby

PAOLO60
Messaggi: 74
Iscritto il: 6 giu 2011, 13:45

Re: nuovi talenti

Messaggio da PAOLO60 » 27 giu 2011, 13:40

Chiedo scusa, ma di che accademia parli? Io posso parlare solamente di quella di Mogliano, e non mi risulta che la selezione sia fatta come da te descritto. Cominciano a vedere i ragazzi da quando hanno 13 anni, su una base di circa 200ragazzini, e nel tempo il gruppo si sfoltisce, ma non certo con criteri di nepotismo, anzi, lo dimostra il fatto che i giocatori arrivino dalle più disparate società, quali Alpago, Oderzo, cus PD, Valsugana, Tasvisium, Mirano e non solo Petrarca, Mogliano o Benetton. Regolarmente vengono anche convocati degli esterni che possono emergere ed essere poi selezionati nel tempo. Per questo dico di informarsi e non sparare nel gruppo
E' vero, la base delle società di reclutamento si è allargata, perchè ci sono più società che lavorano a buon livello, però non dirmi che il criterio peso/altezza non è più seguito, l'anno scorso credo che solo 1 dei ragazzi fosse sotto il metro e 80, e non ha giocato praticamente mai nelle partite "accademiche". Anche quest'anno ci sono selezioni 96 per il triveneto basate su metro e bilancia, mi hanno riferito , ma non ho conoscenza diretta ( quindi vale poco lo ammetto ) di casi di nepotismo .Quindi non mi pare che nel veneto splenda sempre il sole, non fa neanche sempre bufera, però i problemi ci sono e non mi sembra serio nasconderli.

UMBEALA15
Messaggi: 164
Iscritto il: 12 apr 2011, 14:46

Re: nuovi talenti

Messaggio da UMBEALA15 » 27 giu 2011, 14:54

E' vero, la base delle società di reclutamento si è allargata, perchè ci sono più società che lavorano a buon livello, però non dirmi che il criterio peso/altezza non è più seguito, l'anno scorso credo che solo 1 dei ragazzi fosse sotto il metro e 80, e non ha giocato praticamente mai nelle partite "accademiche". Anche quest'anno ci sono selezioni 96 per il triveneto basate su metro e bilancia, mi hanno riferito , ma non ho conoscenza diretta ( quindi vale poco lo ammetto ) di casi di nepotismo .Quindi non mi pare che nel veneto splenda sempre il sole, non fa neanche sempre bufera, però i problemi ci sono e non mi sembra serio nasconderli.[/quote]
ti quoto pienamente paolo, e ti confermo che alle selezioni del 96 un mese fa' li hanno pesati e misurati tutti, trarscritto i dati in una cartella dove c' era una bella linea rossa, e guarda caso quelli che erano sotto questa linea (m.1,75 ) sono fuori, anche ragazzi che si sono allenati con gli "asa" tutto l' anno e non sono mai mancati ad un allenamento, forse un po' piu' di tatto nello scaricarli se lo meritavano, saluti

Tallonatore80
Messaggi: 5063
Iscritto il: 29 mar 2011, 1:43
Località: Downunder

Re: nuovi talenti

Messaggio da Tallonatore80 » 27 giu 2011, 15:24

Forse non andrebbero scaricati solo per peso e altezza?

Esempi?

Stringer - 230 caps coi Munster, 98 caps con la nazionale irlandese

Hook - 101 caps con gli Ospreys, 52 caps con il galles (più di mille punti realizzati)

Shane Williams (1,70 x 80 kg) - 126 caps con gli ospreys, 79 caps con il galles, 4 caps con i lions

Diego Dominguez (1,72 x 76 kg) - + di 2000 punti con ARM, 33 caps con lo Stade F., 71 caps e + di 900 punti con la nazionale ITALIANA



mi fermo qua... potrei andare avanti un secolo citando giocatori GENIALI e grandissimi talenti, che se fosse per le tabelle fir, potrebbero a mala pena portare le borracce.

Saluti.
"Il rugby e` l`assoluto ordine nell`apparente disordine."
Sandro Cepparulo

UMBEALA15
Messaggi: 164
Iscritto il: 12 apr 2011, 14:46

Re: nuovi talenti

Messaggio da UMBEALA15 » 27 giu 2011, 16:23

Tallonatore80 ha scritto:Forse non andrebbero scaricati solo per peso e altezza?

Esempi?

Stringer - 230 caps coi Munster, 98 caps con la nazionale irlandese

Hook - 101 caps con gli Ospreys, 52 caps con il galles (più di mille punti realizzati)

Shane Williams (1,70 x 80 kg) - 126 caps con gli ospreys, 79 caps con il galles, 4 caps con i lions

Diego Dominguez (1,72 x 76 kg) - + di 2000 punti con ARM, 33 caps con lo Stade F., 71 caps e + di 900 punti con la nazionale ITALIANA




mi fermo qua... potrei andare avanti un secolo citando giocatori GENIALI e grandissimi talenti, che se fosse per le tabelle fir, potrebbero a mala pena portare le borracce.

Saluti.
pienamente d' accordo con te, scartiamo il talento per i kili e l' altezza....... robe da matti!!!

Rispondi

Torna a “Campionati Femminile e Giovanili”